Dado vegetale: calorie, valori nutrizionali e ricetta per farlo in casa

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Valentina Coviello
(Specialista in biologia e nutrizione)

Il dado vegetale è molto ricco di grassi e di sostanze non proprio salutari per il nostro organismo. Meglio dunque prepararlo a casa scegliendo ingredienti genuini in linea con le esigenze personali. Vediamo insieme calorie e valori nutrizionali di questo preparato e le ricette per farlo in casa.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Valori nutrizionali
    1. Calorie
  3. Dado fatto in casa: ingredienti
    1. Ricetta classica
    2. Dado da congelare
    3. Dado a freddo
    4. Dado granulare
    5. Senza sale
    6. Dado Bimby
  4. Fa male?
    1. Fa ingrassare?
  5. Quale scegliere?

Dado vegetale caratteristiche.

Il dado vegetale è una preparazione concentrata, a base verdure, usata in cucina per esaltare i sapori delle pietanze. Esso contiene spezie, erbe aromatiche, ma anche esaltatori di sapidità chimici come il glutammato di sodio, conservanti e correttori di acidità volti ad insaporire ed aromatizzare qualsiasi pietanza.

In commercio ne esistono diversi tipi di marche diverse ma può essere anche preparato in casa con verdure fresche.

Valori nutrizionali.

I valori nutrizionali variano da dado a dado, ma in linea generale 100 grammi di dado vegetale industriale contengono:

Calorie.

Le calorie di questo preparato presente in commercio sono circa 250 per 100 grammi di prodotto, quindi circa 25 per dado il cui peso si aggira intorno ai 10 grammi.

Il contenuto calorico del dado preparato a casa, invece, si può ricondurre alle sole calorie apportate dall’olio extravergine d’oliva, ossia 90 kcal per 10 grammi di olio (un cucchiaio) che basta a preparare 150- 200 grammi di dado fatto in casa.

Ricette ed ingredienti per il dado vegetale fatto in casa.

Per fare un dado vegetale casalingo esistono numerose ricette che variano in base alle diverse esigenze. Vediamo qualche esempio.

Dado vegetale ricetta classica.

Erbe aromatiche e spezie a piacere (un paio di carote, sedano, una cipolla, una zucchina, prezzemolo, basilico, rosmarino e salvia), si pongono in una pentola con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e 150 grammi di sale da cucina e si cuoce a fuoco lento per circa un’ora e mezza. Quindi si frulla il tutto e si lascia cuocere ancora fino ad ottenere un composto denso che va conservato in barattoli di vetro in frigorifero per circa 4 giorni o in congelatore fino a 6 mesi.

Dado vegetale da congelare.

Le verdure (bieta, carote, zucchine, pomodorini e cipolle) lavate vanno sminuzzate e mescolate alle erbe aromatiche (sedano, prezzemolo, salvia, rosmarino, aglio) in una pentola. Si aggiungono 6 cucchiai di sale fino, 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva e mezzo bicchiere di vino bianco e si lascia cuocere il tutto per 50 minuti a fiamma bassa. A cottura ultimata si frulla e si ripone il composto nelle apposite vaschette per congelare.

Dado vegetale crudo o a freddo.

Le erbe aromatiche e le verdure (carote, cipolle, salvia, rosmarino, basilico, prezzemolo, fagiolini, pomodori e zucchine, sedano), vanno tritate finemente e mescolate con un chilo di sale fino. Il composto ottenuto si trasferisce in barattoli di vetro sterilizzati da conservare in frigorifero per qualche giorno o in freezer per 6 mesi.

Dado vegetale granulare o essiccato.

Per la preparazione occorrono carote, cipolle, zucchine, pomodori, prezzemolo, sedano, tre patate piccole, un finocchio. Gli ingredienti vanno tritati molto finemente e mescolati con un cucchiaio di curcuma, sale integrale e lievito di birra devitalizzato. Il trito va fatto essiccare con un essiccatore o in forno ventilato a 60 gradi per poi frullare nuovamente fino ad ottenere una polvere da conservare in luogo asciutto a temperatura ambiente.

Dado vegetale per bambini senza sale.

Le verdure ben lavate e sminuzzate (qualche carota, cipolle, una zucchina, pomodori ed erbe aromatiche) si mettono in un mixer e si riducono in poltiglia. Il composto ottenuto si spalma su un tagliere o una pirofila e con un coltello si incidono tanti rettangolini. Si ripone in congelatore per una notte. Il giorno dopo si staccano i rettangoli monodose e si conservano in un sacchetto in congelatore. Essendo senza sale questa ricetta può essere utilizzata per preparare il brodo vegetale per i bambini.

Dado vegetale ricetta bimby.

Verdure ed erbe aromatiche (zucchine o zucca, carote, cipolla, aglio, prezzemolo, rosmarino, sedano, basilico, salvia) e volendo anche qualche fungo, si inseriscono nel boccale e si tritano 10 sec Vel 7 (chi usa il Bimby sa che per sec. si intende il tempo, per Vel. la velocità e per Temp. la temperatura). Si aggiungono poi 200 grammi di sale grosso, 80 grammi di olio extravergine d’oliva e 30 grammi di vino bianco e si cuoce per 20 min., Temp. Varoma, Vel. 2. Infine si omogeneizza per 1 min. Vel. Turbo o per un tempo superiore se risulta ancora troppo liquido. Il composto ottenuto si conserva in frigorifero per circa una settimana o in congelatore per qualche mese.

Questo preparato fa bene o fa male?

Il dado vegetale industriale non contiene solo aromi atti a insaporire le pietanze, ma anche sostanze chimiche, tutt’altro che naturali e comunque poco salutari:

Fa ingrassare?

L’uso quotidiano di dado industriale, essendo abbastanza calorico, non fa che aumentare la quota calorica del piatto che si sta preparando e così si rischia di ingrassare!

Industriale e fatto in casa: quale scegliere?

Il dado industriale è un composto da utilizzare con parsimonia perchè contiene elevati livelli di sodio, che rendono superflua l’aggiunta di sale alla preparazione, grassi, provenienti dall’aggiunta di olio di palma e burro vegetale, e in alcuni casi di glutammato monosodico.

Naturalmente non tutti i dati sono uguali, è quindi buona norma leggere attentamente le etichette per scegliere quei prodotti che contengono minore quantità di glutammato ( ritenuto sicuro fino a 120 mg per ogni kg di peso corporeo), olio di palma, coloranti ed aromi.

Tabella comparativa dei dadi più comuni:

Il dado vegetale fatto in casa fatto solo con vegetali, ortaggi, erbe aromatiche e sale (il meno possibile) è sicuramente più sano, ma meno conservabile, meno saporito e richiede tempo e lavoro.

Anche con il dado fatto in casa, però, è meglio non esagerare: contiene elevati livelli di sodio che possono causare ipertensione e ritenzione idrica!

La scelta fra i due tipi di dado dipende quindi dall’utilizzo che se ne fa in cucina.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Valentina Coviello
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.