Dimagrire mangiando.

Dimagrire mangiando

Dimagrire mangiando, sembra un paradosso ed invece, oltre ad essere il titolo di un libro pubblicato qualche anno fa, è anche una reale e concreta possibilità offertaci dal nostro organismo.

Naturalmente va da se che se si avverte la necessità di perdere peso sarà necessario cambiare qualcosa delle abitudini alimentari che ci hanno portato ad accumulare chili in eccesso.

Gli errori più comuni.

Il punto fondamentale però è capire che per dimagrire non si deve smettere di mangiare, anzi, si deve solo imparare a farlo. Milioni di persone iniziano diete dimagranti fai da te sottoponendo l’organismo ad uno stress incredibile, magari privandolo di carboidrati per settimane intere per poi all’improvviso impazzire e riempirlo di pizza e dolci.

E’ chiaro allora che tutti i sacrifici fatti e la fame sofferta saranno vanificati in pochissimo tempo, abituando l’organismo a mangiare poco infatti il metabolismo rallenta, motivo per cui quando si ritorna a mangiare normalmente si tende ad assimilare addirittura più di prima.

La qualità degli alimenti.

E’ necessario capire allora che, prima ancora che la quantità, è la qualità di ciò che si mangia che può favorire un dimagrimento.

Certo dimagrire mangiando può essere un percorso un po’ più lungo delle due settimane di fame, ma non vi è dubbio che richiede sacrifici minori, non toglie il buon umore ed assicura risultati più duraturi.

La prima regola per dimagrire mangiando è quella di imparare a conoscere il nostro organismo e le sue esigenze. Sapendo quali sono le necessità del corpo ed i basilari principi nutrizionali degli alimenti può essere molto più facile non solo seguire una dieta dimagrante, ma anche avere un sano regime alimentare post dieta.

In linea generale si può dire che per dimagrire mangiando la prima cosa da fare è sostituire tutti gli alimenti altamente calorici e poco nutrienti, con alimenti nutrienti e poco calorici. Ecco perché dolci, fritti, primi piatti con condimenti elaborati, vanno sostituiti con frutta, verdura, primi piatti semplici e secondi magri.

Alle volte si è talmente abituati a mangiare cibi pronti o in scatola che si dimentica quanto può essere buono anche un piatto di pasta condito solo con un filo d’olio a crudo e qualche spezia.

In linea di massima i principi per dimagrire mangiando sono quelli di una dieta equilibrata, ovvero con una giusta proporzione di carboidrati, proteine e grassi, di cui esempio perfetto potrebbe essere la dieta mediterranea.

Naturalmente le quantità (soprattutto di proteine e carboidrati) dipendono da fattori strettamente soggettivi come sesso, età, stile di vita ed attività fisica praticata, ma a meno che non siano presenti patologie o particolari disfunzioni ormonali per qualunque soggetto, di qualunque età non c’è soluzione migliore sia per il fisico che per la mente di quella di dimagrire mangiando.

Importanza dell'attività fisica.

Un altro punto importante è quello che riguarda l’attività fisica, per perdere peso più velocemente e conservare la tonicità dei muscoli sarebbe bene infatti associare la dieta ad una qualsiasi attività fisica, se non si ha il tempo di andare in palestra si può cercare di camminare almeno 20 minuti al giorno, o magari fare un po’ di cyclette a casa la sera.




Torna su
Condividi su Facebook
"Dimagrire mangiando"

Diventa Fan