Dieta equilibrata per perdere peso.

Dieta equilibrata per perdere peso

Seguire una dieta equilibrata per perdere peso è senza dubbio la strategia più efficace per dimagrire in modo duraturo, senza arrecare danni all’organismo, assicurandosi  che il dimagrimento corrisponda ad una reale perdita di massa grassa, e non di massa muscolare.

La dieta equilibrata.

Seguire una dieta equilibrata significa rispettare il fabbisogno nutrizionale giornaliero dell’organismo, grazie a piccole attenzioni.

Al riguardo, può essere utile sapere che per provvedere al suo fabbisogno quotidiano l’organismo attinge circa il 50-60 % dell’energia dai carboidrati, il 25-30 % dai grassi ed 10 -15 % dalle proteine, di cui 1/3 dovrebbero essere di origine animale, il restante di origine vegetale.

Dieta strutturata alle proprie esigenze.

Partendo da dati di cui al punto precedente, è possibile strutturare una dieta equilibrata per perdere peso tarata sulle specifiche esigenze del soggetto,  cercando di ridurre leggermente l’apporto calorico totale, ma rispettando le proporzioni tra i nutrienti.

E’ importante tenere presente  che le percentuali riportate sono del tutto indicative, infatti se un soggetto ha uno stile di vita particolarmente sedentario o al contrario pratica un'attività sportiva a buoni  livelli,  può essere necessario apportare delle piccole modifiche alle proporzioni dei macronutrienti.

Qualità delle calorie da assumere.

Per seguire una dieta equilibrata per perdere peso, oltre che alla quantità delle calorie da assumere,  è importante prestare attenzione alla qualità dei nutrienti.

Alimenti a basso indice glicemico.

Per coprire il fabbisogno giornaliero di carboidrati può essere consigliabile preferire alimenti di farina integrale, ovvero alimenti che hanno un indice glicemico più basso, alimenti ricchi di fibre.

No ai grassi idrogenati e saturi.

Per perdere peso andrebbe del tutto eliminato il consumo dei grassi idrogenati, ridotto al minimo il consumo dei grassi saturi, prediligendo invece quelli insaturi, il che vuol dire eliminare dalla propria dieta tutti gli alimenti fritti, diversi tipi di formaggi, ed anche scegliere come fonti proteiche di origine animali le carni magre ovvero quelle di pollo, tacchino e pesce azzurro.

Prediligere il consumo di frutta e verdura.

Per raggiungere buoni risultati può essere  utile cercare di incrementare il consumo di frutta e verdura, che sono ricche di micronutrienti,  come i minerali e le vitamine, che hanno un apporto calorico basso.

Tre pasti e due spuntini.

L’ideale  sarebbe cercare di frazionare gli alimenti in tre pasti principali e minimo due spuntini, cercando di fare in modo che la colazione contenga circa il 35 % dell’apporto calorico totale, il pranzo circa il 40 % e la cena il 25 %, tenendo sempre presente che questi tre pasti dovrebbero rispettare le proporzioni fondamentali dei macronutrienti, mentre per gli spuntini l’ideale sarebbe assumere frutta e verdura.

Ad ogni modo, come già accennato, queste non sono altro che linee guida indicative,  l’ideale è che ognuno strutturi  la dieta  in base alle proprie caratteristiche (età, sesso, altezza, peso), allo stile di vita  e all'eventuale attività fisica svolta. 




Torna su
Condividi su Facebook
"Dieta equilibrata per perdere peso"

Diventa Fan