Argilla verde: proprietà, usi e controindicazioni

L'argilla verde è una miscela di silicio, alluminio, ferro, materiale vegetale decomposto ed altri minerali ed oligoelementi. Essa ha numerose proprietà e può essere utilizzata per uso terapeutico e cosmetico. Scopriamo i benefici e le controindicazioni.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Proprietà e benefici
  3. Controindicazioni
  4. Utilizzi

Cos’è l’argilla verde?

L'argilla verde è una miscela di minerali che presenta un pH leggermente alcalino, ed è costituita in prevalenza da silicio al 50% e da alluminio, presente per il 14%. Contiene anche una discreta quantità di ferro in formato bivalente (Fe2+) e dei materiali vegetali decomposti, tra cui le alghe. Il grado di ossidazione del ferro e la presenza di materia vegetale, conferiscono all'argilla il caratteristico colore verdastro. In commercio è presente in tre forme, macinata grossa o fine, utilizzate prevalentemente per uso esterno, o sottoforma di argilla ventilata, ovvero una polvere finissima essiccata al sole e privata dei granuli più grossi e delle impurità attraverso un potente getto d'aria. Si può trovare nelle migliori erboristerie ed ha un costo variabile dai 5 ai 10 euro al kg, oppure sottoforma di crema o di compresse, con costi variabili in base alla casa produttrice.

Proprietà e benefici.

L'argilla verde ha numerose proprietà terapeutiche e cosmetiche tutte legate al contenuto di sali minerali ed al pH alcalino della miscela, che la rendono utile per trattare diversi disturbi ed inestetismi.

Tra le proprietà terapeutiche abbiamo:

Tra le proprietà cosmetiche possiamo invece citare:

Quali le controindicazioni?

In linea di massima l'argilla verde non presenta particolari controindicazioni quando viene usata esternamente. Per quanto riguarda invece il suo uso interno, si consiglia sempre di rivolgersi al proprio medico prima di assumerla poichè potrebbe essere controindicata nei seguenti casi:

I maggiori usi e le applicazioni.

L'argilla verde, quindi, viene utilizzata sia per uso interno, con effetti prevalentemente terapeutici, sia per uso esterno, con intenti sia terapeutici che cosmetici.

L’argilla a scopo terapeutico.

L'argilla verde, se utilizzata esternamente va preparata sottoforma di cataplasma, miscelando una quantità di argilla (variabile in base all'estensione della zona da trattare) con dell'acqua preferibilmente distillata o demineralizzata, fino a formare una pasta cremosa da applicare direttamente sulla zona interessata. Alcuni esempi di affezioni che si possono trattare sono:

Può essere utilizzata anche come bevanda depurativa in caso di calcoli renali, diarrea, dolori addominali, ulcera gastrica, o acidità di stomaco. Può essere assunta a digiuno o a stomaco pieno in base ai casi. Se utilizzata internamente, sciogliere un cucchiaio di argilla in un bicchiere d'acqua, con un cucchiaio di plastica o di legno. Si lascia riposare tutta la notte o comunque 8 - 12 ore e successivamente si beve. Si può scegliere di bere solo l'acqua o anche l'argilla sedimentata sul fondo del bicchiere.

Usi cosmetici.

Per uso cosmetico, l'argilla verde, si utilizza esternamente e può essere sia ventilata che sottoforma di polvere macinata fine o grossa. In linea generale il composto si prepara, come precedentemente descritto, miscelando argilla verde ed acqua in quantità variabili fino ad ottenere una pasta spalmabile. In questi casi è utile per la preparazione di maschere di bellezza, in particolare si utilizza per:

Approfondisci come fare una maschera all'argilla verde.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)- Dottoressa Roberta de Martino

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP