Lipasi alta, bassa e valori normali

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Francesca Maddaloni
(Specialista in biologia e nutrizione)

Cosa sono le lipasi e che rapporto hanno con i grassi? Cosa si nasconde dietro i livelli troppo alti o troppo bassi di questi enzimi? Analizziamo quali sono i valori fisiologici e per quali cause essi vengono alterati.

    Indice Articolo:

Cosa sono le lipasi?

La lipasi è un enzima che aiuta a digerire i grassi. Essa provoca la rottura dei trigliceridi (grassi), da cui sono così rilasciati glicerolo e acidi grassi, più facili da assorbire e utilizzare come energia.

La lipasi viene prodotta da diversi organi, tra cui il pancreas e le ghiandole salivari, e viene rilasciata nel tratto digestivo per facilitare la digestione dei grassi presenti negli alimenti.

In alcune malattie come la pancreatite, la produzione di lipasi può essere alterata causando una serie di problemi digestivi.

Quanti tipi ne esistono?

Ci sono diverse tipologie di lipasi, che differiscono per la loro struttura e funzione. Alcune delle più comuni sono:

Ciascuna di queste tipologie di lipasi ha un ruolo specifico nella digestione e nella metabolizzazione dei grassi nel corpo.

I valori degli enzimi idrolitici: alti, bassi o nella norma.

Nel sangue le lipasi che circolano sono, per la maggior parte, di origine pancreatica, quindi è possibile monitorarne i livelli attraverso analisi su prelievo di sangue venoso.

Il tasso di lipasi non rientra nei parametri controllati “di routine”, ma la sua analisi è richiesta solitamente in caso di sospetta pancreatite (o altre patologie che possono coinvolgere il pancreas), quindi in concomitanza con sintomi quali nausea, acuti dolori addominali, perdita di appetito.

I valori normali della lipasi variano in base all'età, al sesso e al laboratorio che esegue il test. In generale, i valori normali per adulti possono essere tra 20 e 150 unità/litro (U/L).

I livelli di lipasi possono aumentare in caso di infiammazione o infezione del pancreas, come la pancreatite acuta o cronica, o in caso di tumori del pancreas. Anche alcune patologie del fegato e del tratto biliare possono causare un aumento dei livelli di lipasi.

Al contrario, i livelli di lipasi possono diminuire in caso di insufficienza pancreatica, una condizione in cui il pancreas non è in grado di produrre abbastanza enzimi digestivi, o in caso di malattie croniche del pancreas come la fibrosi cistica.

E' importante che per capire l'effettivo significato dei valori della lipasi, sia necessario considerare anche i valori degli altri enzimi pancreatici, come l'amilasi.

Lipasi ed Amilasi.

La lipasi e l'amilasi sono entrambi enzimi digestivi che aiutano a scomporre i nutrienti nell'organismo. Tuttavia, hanno funzioni diverse:

Entrambe le lipasi e amilasi sono prodotte da organi specifici del sistema digestivo.

Livelli anormali di entrambi gli enzimi possono indicare problemi di salute come la pancreatite, una condizione infiammatoria del pancreas, o la sindrome di Sjogren, una malattia autoimmune che colpisce le ghiandole salivari.

Quando preoccuparsi?

I livelli elevati di lipasi possono indicare la presenza di una malattia o di un'infezione del pancreas, come la pancreatite acuta o cronica, o di un tumore del pancreas.

In generale, è importante consultare sempre un medico in caso di valori anormali dei livelli di lipasi.

In caso di sintomi come dolore addominale, nausea, vomito, febbre e ittero, è importante consultare immediatamente un medico perché potrebbero essere segni di una pancreatite acuta.

Lipasi alta: le cause.

La lipasi alta può essere causata da diverse ragioni, alcune delle quali possono essere più gravi di altre.

E' importante consultare un medico per determinare la causa dei valori anormali e per decidere la giusta azione da prendere.

Ecco alcune delle principali cause di lipasi alta:

Lipasi bassa: le cause.

Un livello di lipasi basso nel sangue può essere causato da diversi fattori, tra cui:

Livelli particolarmente bassi di lipasi sono spesso uniti ad alti tassi di colesterolo e trigliceridi nel sangue, pressione alta, vene varicose e difficoltà di perdita di peso, tutte problematiche connesse al mancato “smaltimento” dei grassi ingeriti.

Deficit da lipasi lisosomiale: i rischi.

Il deficit di lipasi lisosomiale è una rara condizione ereditaria che si verifica a causa di una mutazione genetica che rende il corpo incapace di produrre la lipasi lisosomiale.

Tale proteina è necessaria per il metabolismo dei grassi, e senza di essa, i grassi si accumulano nei lisosomi, causando danni ai tessuti e organi del corpo. I sintomi possono includere dolori addominali, diarrea, danni al fegato e al pancreas, e problemi neuropsichiatrici. Non esiste un trattamento specifico per questa condizione, e la gestione dei sintomi è essenziale.

A seconda dell’entità del deficit, la sintomatologia può essere più o meno marcata e presentarsi presto o tardi; nel caso di un esordio precoce delle conseguenze del deficit (praticamente dalla nascita) si ha la malattia di Wolman, mentre la manifestazione tardiva della carenza enzimatica è detta CESD- malattia d’accumulo di esteri del colesterolo (cioè di colesterolo + acidi grassi).

L’esordio neonatale purtroppo ha esito letale, mentre per la CESD una dieta molto attenta, quasi totalmente priva di grassi, soprattutto saturi, unita a terapie farmacologiche in continuo aggiornamento, permettono di vivere normalmente.

Livelli alterati di lipasi: che fare? Diagnosi e terapie.

Se si riscontrano valori alterati della lipasi, è importante consultare immediatamente un medico per ulteriori indagini e un trattamento appropriato.

Il medico potrebbe raccomandare:

Oltre allo scrupoloso rispetto della terapia farmacologica prescritta dal medico per trattare eventuali problemi di salute quali pancreatite, colecistite, ecc…, ci sono delle buone abitudini che agevolano il miglioramento della nostra situazione.

In caso di lipasi alta…

In caso di lipasi bassa…

I valori delle nostre lipasi non sono alti ma…troppo bassi! Come possiamo agire?

Approfondisci quali sono i cibi che favoriscono l'utilizzo dei grassi.

Il trattamento farmacologico dipende dalla causa precisa dei livelli bassi di lipasi.

Studi e pubblicazioni.

Di seguito alcuni esempi di studi e pubblicazioni importanti sulla lipasi:

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Francesca Maddaloni
(Specialista in biologia e nutrizione)

SALUTE ALIMENTAZIONE FITNESS
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.