Dieta ayurvedica (Vata, Pitta e Kapha): benefici ed esempio (per dimagrire o disintossicante)

Ultimo aggiornamento:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Come funziona la dieta ayurvedica? Appofondiamo i concetti di Vata, Pitta e Kapha e, partendo da un menù di esempio, i benefici per la salute, per dimagrire o disintossicare l'organismo. Informazioni utili sull'alimentazione basata sulla filosofia ayurvedica che parte da un test della costituzione per guidare l'individuo in un percorso alimentare fatto di equilibrio, energia e sapori.

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
  2. Filosofia di base
    1. Diagnosi del polso
    2. Test di costituzione
  3. Rimedi
    1. Aam
    2. Ojas
  4. Alimenti
    1. Sapori per dimagrire
    2. Preparazione
    3. Tisane
    4. Menù: esempio pratico
  5. Benefici
    1. Colesterolo
    2. Stress
    3. Fegato
    4. Fa perdere peso
    5. Insonnia
    6. Pelle
  6. Controindicazioni
    1. Gravidanza
    2. Carenze

Cos'è la dieta ayurvedica?

La dieta ayurvedica è un modello alimentare ispirato alla filosofia ayurvedica (letteralmente “conoscenza della vita”), una dottrina antichissima venuta alla luce in India all'incirca quattro millenni a.C. L’ayurvedica mira a raggiungere l’equilibrio dell’anima attraverso il benessere del fisico, la prevenzione e la cura delle malattie.

La dieta si basa su un principio semplice, ovvero che l’alimentazione corretta è adatta non solo a trovare e mantenere il peso forma, ma anche a mantenere in salute il proprio organismo.

Per trovare la dieta ideale non servono calcoli di calorie, menù fissi o altre rigide regole ma basta semplicemente conoscere dei principi base e affidarsi al proprio istinto ed al proprio buon senso.

Secondo la filosofia ayurvedica, infatti, basta il senso del gusto per individuare il sapore e quindi capire gli effetti che quel cibo può avere sul nostro corpo, infatti, come tutto l’universo, anche l’essere umano è una miscela dei cinque elementi fondamentali, ovvero acqua, aria, terra, fuoco ed etere, ed il sapore altro non è che lo strumento che ci permette di identificare la composizione degli alimenti. Per essere in salute ed in forma, questi elementi devono rimanere in equilibrio nel nostro corpo.

Ma la dieta ayurvedica, che risale a 6000 anni fa, può essere ancora attuale alla luce delle conoscenze scientifiche del ventunesimo secolo?

Esistono in realtà dei motivi di perplessità sulla base delle conoscenze scientifiche oggi in nostro possesso.

La filosofia di base: le energie biologiche Vata, Pitta e Kapha.

La dieta ayurvedica è dunque un tipo di regime alimentare che si propone il raggiungimento dell’equilibrio del corpo e dello spirito attraverso l’alimentazione. Secondo la filosofia ayurvedica, tutto ciò che esiste (quindi anche gli alimenti) è stato generato dalla mescolanza di cinque elementi: fuoco, etere, aria, terra e acqua. Il corpo e l’anima devono essere in armonia con gli elementi per poter arrivare a uno stato di completo benessere:anche quando mangiamo dobbiamo prestare attenzione a che questi elementi siano nella giusta proporzione nei cibi che assumiamo.

In linea generale possiamo dire che la dieta giusta sarà priva di alimenti contenenti l’elemento che è in eccesso nel nostro corpo e più ricca di alimenti che contengono l’elemento carente

L’ayuveda scopre qual è l’entità prevalente nell'individuo attraverso diversi esami, tra cui la diagnosi del polso e il test di costituzione ayurvedica.

Ti interessa sapere di più sulla medicina ayurvedica che cura attraverso rimedi naturali, massaggi, pratiche yoga e uno stile di vita sano ed equilibrato?

Diagnosi del polso.

L’ayuveda tasta il polso in tre punti per capire la vitalità del soggetto, stabilisce quali sono i gusti, e di conseguenza gli alimenti, che dovranno comporre la dieta.

Secondo la filosofia ayurvedica il corpo umano è dominato da tre forze che regolano i vari processi vitali e cioè: Vata, Kapha e Pitta in cui si concretizzano i cinque elementi:

Possono quindi esistere tre tipi di polso:

Test di costituzione ayurvedica.

Il test consiste in un quiz a risposta multipla che prevede di rispondere a 30 voci che prendono in considerazione l’aspetto fisico (corporatura, peso, lineamenti e altre), le funzioni fisiologiche (appetito, diuresi, evacuazione, sudorazione e altre), le doti intellettuali (memoria, attenzione, …), il temperamento. In base alle risposte date, si delinea un profilo che ci permette di capire se in noi prevale il Vata, il Pitta o il Kapha.

I rimedi per disintossicare l'organismo.

I problemi di peso e di salute insorgono, quindi, quando nel nostro organismo si genera uno squilibrio tra i vari elementi; in questo caso l’ayurveda una volta individuato lo squilibrio, propone i rimedi su come bilanciare gli elementi e combattere il problema.

Per guadagnare salute è necessario evitare che nel nostro intestino si produca l’Aam e che invece si conservi la presenza dell’Ojas.

Evitare l’Aam…

L’Aam è una sostanza oleosa e fermentabile, che si produce a causa di una cattiva digestione dei cibi. La produzione di Aam causa gonfiore, crampi addominali, diarrea, dolori articolari, spossatezza, irritabilità. Per prevenire la produzione di Aam il metodo ayurvedico consiglia di:

Quando invece ormai l’Aam si è prodotta, l’ayurveda può consigliare di digiunare o nutrirsi esclusivamente di zuppe.

… E mantenere l’Ojas.

L’Ojas è la sostanza che deriva dalla scomposizione degli alimenti, ha la funzione di potenziare le difese immunitarie e si traduce nel corpo in energia e forza. Se aumenta l’Aam e i nutrienti non vengono assorbiti correttamente, si riduce di conseguenza l’Ojas e il sistema immunitario ne uscirà indebolito, perciò:

Alimenti consigliati in una dieta ayurvedica.

Gli alimenti che più frequentemente vengono consigliati quando si intraprende una dieta ayurvedica sono: riso, frutta, verdura, curry, yogurt, semolino, legumi, ghee (una sorta di burro). Sono invece di solito esclusi carne, pesce e uova, per cui quella ayurvedica si può classificare come una dieta vegetariana.

Ma che connessione c’è tra Alimenti ed Elementi? Ognuno degli alimenti può essere ricondotto a un elemento costitutivo; per esempio:

Conoscendo la composizione dei cibi in termini di elementi e conoscendo quale entità biologica prevale in noi, l’ayurveda proporrà una dieta: per esempio per dimagrire ci sarà bisogno di un maggior apporto di alimenti che aumentano il Kapha (metabolismo) e un minor apporto di quelli che riducono il Pitta (assimilazione).

Sapori e cibi consigliati per dimagrire.

Secondo la dottrina ayurvedica, l’eccesso di cibi dolci e salati aumenta Kapha, cioè la capacità di assorbimento dei nutrienti, di conseguenza portano ad incremento della massa grassa e alla comparsa di cellulite. Per dimagrire quindi ci sarà bisogno di eliminare o limitare al minimo questi alimenti e preferire invece:

Come preparare gli alimenti.

La dieta ayurvedica sottolinea quindi l’importanza di imparare a conoscere e rispettare le esigenze del nostro organismo, imparando perciò anche a prestare attenzione non solo alla quantità ma soprattutto alla qualità di ciò che si mangia, alla provenienza degli alimenti ed al modo in cui li prepariamo. La dottrina ayurvedica predilige per alcuni alimenti il consumo a crudo perchè l’energia vitale diminuirebbe nello stesso alimento cotto. Ci sono però dei cibi che per poter essere consumati, devono per forza essere sottoposti a cottura. In questo caso ci sono dei consigli per evitare che i cibi aumentino il calore del corpo (Pitta):

Non consumare alimenti scotti, bruciati o andati a male; consumare gli alimenti subito dopo la cottura ed evitare la conservazione in frigorifero e con altri metodi. Porre gli alimenti in contenitori di rame e evitare invece contenitori di alluminio.

Le tisane ayurvediche.

La dieta è coadiuvata da tisane ayurvediche che utilizzano minerali, metalli e soprattutto erbe, per preparare infusi e tisane che contribuiscono a mantenere il perfetto equilibrio psicofisico dell’uomo.

Le tisane ayurvediche in commercio sottoforma di bustine si preparano come normali infusi e tisane. Esse sono a base di erbe ricche di proprietà quali:

Il pranzo dovrà essere composto prevalentemente da alimenti proteici. Dato che carne, pesce, uova e formaggio sono esclusi dalla dieta ayurvedica, opteremo per un buon piatto di legumi a scelta tra fagioli, ceci, piselli, soia, fave, lupini.

La cena deve essere il pasto che apporta più carboidrati nell'arco della giornata. Perciò il riso andrà sostituito con alimenti composti in modo simile: quindi al posto del riso si potranno consumare altri cereali come per esempio una zuppa di farro, del mais in chicchi o un piatto di polenta di mais, pane, pasta o anche un purè di patate.

Benefici della dieta.

Premesso che non ci sono studi scientifici sulla dieta ayurvedica, secondo la medicina alternativa essa apporta numerosi benefici per l’organismo.

Abbassa il colesterolo e previene il rischio cardiovascolare.

La dieta ayurvedica è ricca di vegetali ed esclude i grassi di origine animale che sono quelli che vanno a ricoprire le pareti dei vasi sanguigni e causano aterosclerosi ed ipertensione. I grassi saturi aumentano la concentrazione nel sangue di colesterolo cattivo (LDL), che a sua volta ottura i vasi sanguigni e favorisce l’insorgere di infarto e ictus.

Tuttavia bisogna comunque notare che la dieta favorisce l’uso del ghee, una sorta di burro chiarificato che è anch'esso dannoso per la salute

Abbassa l’ansia e lo stress.

La giusta alimentazione, accompagnata dallo yoga ed altre tecniche di rilassamento, attenua l’ansia e lo stress.

Depura l’organismo.

La dieta priva di alcool, grassi e ricca di fibre ibera il nostro organismo dalle tossine e aiuta le funzioni del fegato.

Aiuta a perdere peso

La cucina ayurvedica propone un piano alimentare attentamente formulato e calcolato in modo che la dieta risulti ipocalorica (la quantità di calorie assunta è inferiore a quella delle calorie bruciate), e quindi consente di perdere peso in maniera più efficace.

Combatte l’insonnia.

Le cattive abitudini alimentari, come cenare tardi, bere bevande contenenti caffeina o alcoliche o mangiare spezie o cibi ricchi di grassi, sicuramente comportano una digestione difficile e difficoltà nel prendere sonno.

Rende la pelle sana e luminosa.

La dieta ayurvedica è ricca di cibi che hanno proprietà purificanti e un alto contenuto di acqua e aiuta a eliminare le tossine per cui ha un benefico effetto sulla pelle che risulta più sana e luminosa.

Controindicazioni ed effetti nocivi.

La dieta ayurvedica è ispirata a una dottrina filosofica, non è fondata su studi scientifici:

Controindicata in gravidanza.

Dato che è una dieta vegetariana, se non attentamente calcolata e senza l’ausilio di integratori, potrebbe predisporre a gravi deficit. Risulta pertanto nociva in particolar modo per la donna in gravidanza, che ha fabbisogni di nutrienti maggiori e per la quale si raccomanda una dieta equilibrata.

Può comportare carenze nutrizionali.

L’apporto dei nutrienti nel corso dei pasti della dieta ayurvedica non è bilanciato (per esempio il pranzo apporta prevalentemente proteine e la cena prevalentemente carboidrati e nel complesso c'è un apporto insufficiente di carboidrati), per cui può comportare carenze nutrizionali soprattutto in determinati periodi della vita. ll digiuno, inoltre,non è mai consigliato, salvo rari casi.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.