Cetriolo: proprietà, calorie e valori nutrizionali

Ultimo aggiornamento:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Quante calorie ha un cetriolo? E quali sono i suoi valori nutrizionali? Per quali proprietà viene considerato un toccasana non solo per la dieta e la salute,  ma anche per l’estetica? Leggete e lo scoprirete!

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
    1. Varietà
  2. Valori nutrizionali
    1. Calorie
    2. Indice glicemico
  3. Fa dimagrire?
  4. Proprietà e benefici
    1. Diabete
    2. Pressione
    3. Stitichezza
    4. Gotta e calcoli renali
    5. Tenia
    6. Pelle
  5. Con o senza buccia?
  6. Controindicazioni
    1. Sindrome del colon irritabile
    2. Allattamento
    3. Terapia anticoagulante
  7. Utilizzo
    1. Ricette
  8. Impacchi e maschere

Cetriolo: caratteristiche.

Il cetriolo è un ortaggio che ha forma allungata e colore verde simile alla zucchina.

Il frutto della cucumis sativus è largamente utilizzato nelle diete perchè ricco di acqua e quasi privo di calorie, ma è anche un prezioso aiuto per la salute e per la bellezza.

Varietà.

Esistono diverse varietà di cetriolo contraddistinte dalle dimensioni del frutto.

Le varietà più diffuse sono:

Valori nutrizionali.

Il bassissimo apporto energetico lo dobbiamo al fatto che il cetriolo è costituito quasi interamente da acqua, una piccola quota di carboidrati, una buona quantità di fibra, sali minerali e vitamine.

 

Vediamo con precisione come sono ripartiti i nutrienti in 100 g di cetriolo:

La presenza di fibre sali minerali e vitamine rende questo alimento un ottimo alleato della salute, infatti, come vedremo aiuta a combattere ipertensione, diabete e gotta, inoltre può essere usato efficacemente anche per trattare malattie della cute quali acne, dermatosi ed eritema.

Calorie.

Il motivo per cui il cetriolo compare sempre come alimento consigliato nelle diete ipocaloriche? Semplice:

apporta solo 14 kcal per 100 grammi!

Queste sono le calorie del cetriolo senza buccia, ovvero come si dice in gergo al netto degli scarti.

Indice glicemico.

Il cetriolo ha un indice glicemico basso: pari a 15

Fa dimagrire? Gli effetti benefici del cetriolo per la forma fisica.

Come detto sopra uno degli aspetti cui è legata la fama del cetriolo è il suo bassissimo apporto energetico, che permette di tenere sotto controllo le calorie ingerite e mantenere così il peso ideale. Se a questo si aggiunge che la grande quantità di acqua e le fibre in esso contenute tamponano la fame, mangiare cetrioli quando si segue una dieta ipocalorica è davvero un'ottima soluzione, aiuta a ottenere il senso di sazietà e ad evitare fuori pasto e abbuffate!

Ma non solo, è diuretico: grazie all'alto contenuto di acqua e di potassio e il basso contenuto di sodio, il cetriolo facilita l’eliminazione dell’acqua e di conseguenza la riduzione della ritenzione idrica.

Approfondisci l'argomento e scopri come correggere le cattive abitudini causa di ritenzione idrica.

Inoltre l’acido tartarico contenuto nel cetriolo limita l’assorbimento dei carboidrati assunti con l’alimentazione riducendo ulteriormente l’apporto calorico giornaliero.

Vi è venuta voglia di un bel cetriolo? Siete fortunati dato che questo alimento si presta ad essere non solo un buon contorno ma anche uno spuntino spezza fame e perfino un ottimo aperitivo, e dato che le calorie di un cetriolo di medie dimensioni come abbiamo visto sono davvero poche, solo una trentina!

Proprietà terapeutiche: perché il cetriolo fa bene alla salute.

Ma i benefici del cetriolo non finiscono qui! Grazie alla sua composizione organolettica, alquanto completa (contiene dagli aminoacidi essenziali alle vitamine e sali minerali), il cetriolo rappresenta un vero e proprio toccasana per la salute di reni, fegato, intestino e pancreas. Vediamo nel dettaglio i numerosi vantaggi che questo ortaggio apporta al nostro benessere fisico.

E' ottimo per il diabete.

In caso di diabete è importante mangiare le verdure in generale ma il cetriolo è più indicato di altre. L’indice glicemico del cetriolo infatti è pari a 15, bassissimo se rapportato a quello delle carote e delle rape cotte che è pari a 85. Per via del basso indice glicemico, della fibra e del basso apporto di carboidrati, il cetriolo permette di controllare meglio la glicemia evitando i picchi iperglicemico;

Fa bene per la pressione alta.

Inserito in una dieta iposodica, il cetriolo contribuisce a ridurre la pressione del sangue perchè apporta poco sodio e molto potassio;

Ha proprietà lassative.

Il cetriolo fa bene all'intestino visto che la fibra in esso contenuta aumenta la massa fecale, mentre l’acqua di cui è costituito aumenta l’idratazione delle feci facilitandone l’espulsione;

Previene la gotta e i calcoli renali.

Se il sangue ha un ph acido, aumenta il rischio di attacchi gottosi e l’insorgenza di calcoli ai reni e alla vescica. Il cetriolo, che ha un ph basico, è in grado di contrastare l’acidificazione del sangue e di conseguenza ha proprietà sia preventive sia terapeutiche nei confronti della gotta e dei calcoli;

Cura la teniasi.

Sembra che il cetriolo abbia la capacità di uccidere i parassiti taenia solium e taenia saginata, il cosiddetto verme solitario.

E’ un vero toccasana per la pelle.

Da secoli è noto che il cetriolo fa bene agli occhi perchè grazie alla sua naturale freschezza stimola la vasocostrizione e quindi la riduzione del gonfiore del viso e delle occhiaie.

Inoltre il cetriolo ha proprietà curative nei confronti delle malattie della pelle come acne, squilibri della produzione di sebo e scottature ed è molto utile in caso di invecchiamento cutaneo e per le rughe. Tutti questi effetti positivi li dobbiamo all'elevato contenuto di zinco e vitamina E che migliorano l’elasticità della cute e l’uniformità della carnagione.

Meglio con o senza buccia?

La buccia del cetriolo non ha particolari proprietà nutritive a parte il fatto che è ricca di vitamina K. La vitamina K funge da anticoagulante ovvero impedisce che il sangue coaguli e che si formino trombi ed emboli. Il consumo della buccia può essere indicato quando c’è stitichezza visto che è ricca di fibre insolubili, ma sempre a patto che non ci siano disturbi della coagulazione del sangue. 

Quando il cetriolo fa male: controindicazioni.

Nonostante i numerosi benefici il cetriolo ha degli effetti collaterali e può essere sconsigliato per alcune categorie di persone.

Il cetriolo non è facilmente digeribile ed è sconsigliato a:

Chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile.

L’accoppiata cetriolo e colite non è l’ideale perchè in questo caso il cetriolo gonfia la pancia in quanto molto ricco in fibre insolubili.

In allattamento.

Il cetriolo va evitato durante l’ allattamento visto che tende a dare un sapore amaro e sgradevole al latte.

In caso di terapia con farmaci anticoagulanti.

Visto che la buccia del cetriolo è ricca di vitamina K, in corso di terapia anticoagulante è meglio non mangiarla e consumare i cetrioli sbucciati i per non aumentare il potere anticoagulante e dunque il rischio di emorragie. 

Il caso dei cetrioli contaminati dal batterio E. Coli.

Nella primavera del 2011 ad Amburgo, in Germania, un’epidemia di dissenteria uccise 17 persone. La causa fu trovata nel batterio killer Escherichia Coli. Dopo le prime indagini, le autorità affermarono che la fonte dell’infezione era una partita di cetrioli proveniente dalla Spagna. Tuttavia dopo qualche giorno il ministro della salute tedesco tornò sui suoi passi dicendo che il vettore dell’infezione non era ancora stato individuato con precisione. A scagionare i cetrioli è stato il fatto che il ceppo di Escherichia Coli trovato sulla loro superficie non corrispondeva a quello trovato nelle feci delle persone infette. In ogni caso per evitare qualsiasi contaminazione, basta lavarlo bene e poi sbucciarlo. 

Come si può usare il cetriolo?

Il principale uso del cetriolo è quello in cucina. Consumato cotto, come ingrediente di zuppe, o crudo per insaporire insalate miste, o per preparare succhi rinfrescanti nei mesi estivi, il cetriolo può anche essere conservarlo sotto aceto.

Una ricetta originale per gustare il cetriolo.

In Italia il consumo di cetriolo non è diffuso nella popolazione al pari di altri Paesi. Mentre noi limitiamo l’uso del cetriolo alla sola insalata o a poche altre preparazioni, in Grecia il cetriolo è l’ingrediente di base di un piatto tipico, lo tzatziki, una salsa che può essere usata come condimento per pesce e per carne come il kebab. Conoscere ricette diverse a base di cetriolo ci sarà sicuramente utile per assaporarlo in modo nuovo e gustoso, per esempio abbinando cetriolo e yogurt.

Ingredienti per una persona:

Preparazione:

lavare il cetriolo con la buccia e grattugiarlo finemente. Strizzare la polpa grattugiata con la mano per far scolare bene l’acqua di vegetazione. Frullare lo spicchio d’aglio privato della buccia fino ad ottenere una crema omogenea. Mettere in un recipiente la polpa del cetriolo e dell’aglio e unire lo yogurt, l’olio, l’aceto, il sale e le spezie. Mescolare il tutto, poi far riposare in frigo per 2 ore e servire come accompagnamento a piatti di carne o di pesce o sul pane. 

Impacchi e maschere fai da te

L’inizio dell’uso del cetriolo nella cosmesi si perde nella notte dei tempi.

Per sfruttare le proprietà benefiche del cetriolo per la pelle, esistono molte preparazioni per uso esterno. Perciò vediamo in dettaglio come usare il cetriolo per gli occhi, per la pelle del viso ma anche per i capelli, come preparare impacchi e maschere e come applicarli per uso cosmetico:

Impacco per attenuare le occhiaie.

Tagliare una patata e un cetriolo a fette di 2 centimetri e farle riposare in freezer per 5 minuti. Passare un po’ d’olio sul contorno occhi con un batuffolo di cotone. Applicarvi le fette di patate, lasciar agire per qualche minuto e sostituirle con le fette di cetriolo. Continuare per 10 minuti alternando fette di patate a fette di cetriolo, poi risciacquare.

Impacco per sgonfiare le borse e gli occhi gonfi.

Tagliare due fette di cetriolo sottili e tenerle sugli occhi chiusi per circa un’ora. E’ un rimedio miracoloso per il contorno occhi.

Impacco per eliminare brufoli, acne e punti neri.

Tagliare un cetriolo a fette, applicarle nelle zone dove sono comparse le impurità e lasciar agire per un quarto d’ora. Il cetriolo regola la produzione di sebo e svolge un’azione detergente.

Impacco per riempire le rughe.

Tagliare un cetriolo a fette sottili di cetriolo e appoggiare le fette su tutto il viso, in particolare sul contorno occhi, per mezzora.

Maschera per schiarire le lentiggini e le macchie dovute all'età.

Mettere un cetriolo a bagno in un litro di latte. Utilizzare il latte come detergente.

Maschera per detergere la pelle grassa.

Tagliare a pezzettini un cetriolo mediamente grande e farlo bollire in un litro d’acqua per mezzora. Togliere il cetriolo e utilizzare l’acqua di cottura fredda per detergere il viso.

Maschera per lenire le scottature.

Frullare due cetrioli fino ad ottenere una crema da applicare sul viso. Lasciar agire per 15 minuti, poi risciacquare delicatamente.

Maschera per stimolare la crescita dei capelli.

preparare una maschera per i capelli frullando cetriolo, carote, spinaci e lattuga. Applicarla sui capelli lasciando agire per 15 minuti e risciacquare delicatamente.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.