Sindrome delle gambe senza riposo: sintomi, cause e terapia

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

La sindrome delle gambe senza riposo è una patologia neurologica che comporta la necessità di muovere continuamente le gambe. Ai movimenti degli arti si associano numerosi sintomi: spasmi, dolore, prurito e formicolio, che possono manifestarsi anche durante il sonno. Esaminiamo le possibili cause e le terapie farmacologiche e fitoterapiche che aumentano la possibilità alleviare la patologia.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Tipologie
  3. Cause e fattori di rischio
  4. Sintomi e conseguenze
  5. Terapie
    1. Rimedi naturali
    2. Farmaci 
    3. Rimedi alternativi

Sindrome delle gambe senza riposo: di che cosa si tratta.

La sindrome delle gambe senza riposo, conosciuta anche come sindrome di Wittmaack-Ekbom ed indicata dalla sigla RLS (dall'inglese Restless Legs Syndrome), è una patologia neurologica che provoca la necessità di mantenere le gambe in costante movimento, in modo particolare quando ci si trova distesi, in posizione di riposo.

Scoperta agli inizi del '900 da Karl Axel Ekbom, questa patologia colpisce tra il 5 e il 15% della popolazione adulta dell'Europa e del Nord America, ed è più frequente negli anziani e nelle donne di età compresa tra i 30 ed i 50 anni, sebbene ne possano soffrire anche gli uomini ed i bambini (con una prevalenza del 5-10% in età pediatrica).

Anche se nella maggior parte dei casi gli arti interessati sono le gambe, si tratta di una sindrome che, sebbene in maniera rara, può colpire anche gli arti superiori.

Criteri diagnostici e tipologie patologiche.

Affinché sia possibile e corretto parlare di sindrome RLS, è necessario che siano presenti nel soggetto in questione determinati criteri diagnostici, stabiliti nel 2003 dal National Institutes of Healt. Tali criteri sono quattro:

Esistono inoltre due diverse tipologie della patologia, le quali presentano le seguenti caratteristiche:

Quali sono le cause che provocano la RLS?

Le cause della RLS sono ad oggi sconosciute, sebbene i ricercatori abbiano ipotizzato dei difetti nel metabolismo del ferro e della dopamina, ossia un neurotrasmettitore implicato nel controllo del movimento e della coordinazione. Si tende quindi ad identificare più dei fattori di rischio, rispetto a delle cause, che possano predisporre alla sindrome. I sintomi sono caratteristici e spesso la malattia si associa alla presenza di altre patologie.

I principali fattori di rischio.

Tra i fattori di rischio maggiormente implicati nell'insorgenza della malattia abbiamo:

Approfondisci gli effetti del ferro nell'organismo.

Alla sindrome delle gambe senza riposo si associano anche dei fattori di rischio patologici, cioè alcune patologie che predispongono l'insorgenza del disturbo.

Sebbene le correlazioni tra tali patologie e la sindrome non siano ancora state ben chiarite, possiamo identificare come fattori di rischio il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla (i malati di sclerosi multipla hanno un rischio due volte maggiore di soffrire di sindrome delle gambe senza riposo), alcune patologie autoimmuni (come celiachia, artrite reumatoide e sindrome di Sjögren), la fibromialgia, il diabete, l'insufficienza renale cronica, l'insufficienza venosa e le patologie della tiroide. Sembra poi che anche la menopausa rappresenti un fattore di rischio sebbene non se ne conosca ancora l'esatto motivo.

Sintomi e conseguenze della sindrome.

Come già accennato la sindrome delle gambe senza riposo si manifesta con sintomi ben specifici quali:

E' proprio in base ai sintomi, insieme all'anamnesi familiare e personale del paziente ed all'esame clinico, che il medico potrà eseguire la diagnosi, dato che attualmente non esistono esami specifici per la patologia. La presenza di tali sintomi predispone il soggetto a conseguenze anche importanti, che limitano o impediscono lo svolgimento delle attività quotidiane. Tra queste abbiamo:

Puoi approfondire tipologie e cause dei disturbi del sonno.

Procedure e terapie per la RLS: in continuo sviluppo.

Per trattare la sindrome delle gambe senza riposo non esistono terapie specifiche e si può ricorrere a rimedi naturali, farmaci e cambiamenti nello stile di vita. Solitamente la sindrome viene trattata da centri specializzati nei disturbi del sonno o in neurologia. Nel 2007 è inoltre nata l'associazione italiana dei pazienti RLS che riunisce tutti coloro che sono affetti dalla sindrome, in modo tale da poter scambiare opinioni e novità e, soprattutto, promuovere la ricerca.

Rimedi naturali: quando la natura è una soluzione efficace.

Tra i principali rimedi naturali per il trattamento della RLS, vi è l'utilizzo di piante medicinali e di preparazioni omeopatiche.

La fitoterapia interviene mediante:

Per quanto riguarda le preparazioni omeopatiche utili per il trattamento dei sintomi della sindrome, possiamo citare:

Risulta utile anche il trattamento con i fiori di Bach, ed in questo caso i più indicati sono Hornbeam, Sclerantus e Walnut.

Le cure farmacologiche per la sindrome delle gambe senza riposo.

Attualmente non esiste un trattamento farmacologico standardizzato per trattare la sindrome delle gambe senza riposo. I medici quindi stabiliscono l'utilizzo dei farmaci in base ai singoli casi, e le medicine più utilizzate per contrastare i sintomi della patologia sono:

Rimedi alternativi: cambiamenti nello stile di vita e nel regime alimentare.

Per il trattamento della sindrome vi sono poi altri rimedi, sia alimentari, che comportamentali, tra cui possiamo citare:

Concludendo, è possibile quindi osservare come la sindrome delle gambe senza riposo sia una patologia seria, capace di comportare molteplici effetti dannosi sia alla salute fisica sia a quella psicologica degli individui che ne sono soggetti.

Qualsiasi rimedio, che si tratti di omeopatia, di fitoterapia o di rimedi farmacologici, rappresentano un argomento delicato, per il quale è raccomandabile rivolgersi in maniera diretta al proprio medico.

Se soffrite, o avete sofferto, di questa problematica, condividete la vostra esperienza: come si dice, l’unione fa la forza, ed è sempre meglio mettere in comune le proprie soluzioni, a maggior ragione se possono alleviare i disturbi del proprio corpo!

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.