Maniglie dell'amore: come eliminarle? Esercizi, dieta e trattamenti

Ultimo aggiornamento:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Le maniglie dell’amore, nonostante il loro nome romantico, sono in realtà riserve di adipe che si formano sulla zona delle anche e dei reni e sono considerate un grave inestetismo soprattutto per le donne. Esse sono spesso un problema anche per persone che tendenzialmente magre, che non hanno cioè evidenti problemi di soprappeso, queste zone infatti sono tra le più difficili da dimagrire, e soprattutto da modellare.

    Indice Articolo:
  1. Cosa sono?
  2. Le cause
  3. Come eliminarle?
    1. Attività fisica aerobica
    2. Dieta corretta e bilanciata
    3. Esercizi mirati per i fianchi (Video)
  4. Rimedi di chirurgia ed estetica
    1. Cavitazione
    2. Elettrostimolazione
    3. Mesoterapia
    4. Liposuzione

Cosa sono le maniglie dell'amore?

Le maniglie dell’amore sono degli accumuli di adipe che vengono circoscritti nelle zone superiori delle anche e dei reni e più precisamente dalla cresta iliaca superiore dell’anca fino alla spina iliaca antero superiore. Questo pannicolo adiposo è comune sia alle donne sia agli uomini e a volte può creare imbarazzo e poca accettazione di sé.

Il nome popolare deriva dal fatto che questo grasso in eccesso può essere un’ottima zona d’appiglio durante un rapporto e comunque identifica una zona legata ad un tipo di contatto intimo.

Perché si formano? Le cause negli uomini e nelle donne.

Il problema delle maniglie dell'amore interessa sia gli uomini che le donne e i fattori che causano l’accumulo di grasso in questa zona sono diverse.

Col tempo vi è un naturale rallentamento delle attività cellulari e una diminuzione delle funzioni ormonali.

Sono soprattutto i soggetti di sesso maschile che hanno la predisposizione genetica ad ingrassare nella zona dell’addome e quindi ad avere le maniglie dell’amore.

Ma anche nelle donne, con la menopausa, il metabolismo rallenta e il processo di smaltimento dei grassi si allunga.

Se a questi normali iter fisiologici si sommano un’alimentazione scorretta ed una una vita sedentaria il grasso localizzato aumenta soprattutto nella zona addominale dando vita al fastidioso inestetismo.

Oltre un fattore estetico, l’eccesso di grasso localizzato può avere numerose conseguenze sulla salute. Il grasso in eccesso all’addome aumenta il rischio di malattie cardiache, diabete ed ipertensione.

Come eliminare le maniglie dell'amore.

Ricordando sempre che non esiste il dimagrimento localizzato, ed avendo già accennato che la zona dei fianchi - punto vita è una delle più difficili da modellare, per eliminare le maniglie dell’amore è necessario strutturare un programma articolato sulla combinazione di dieta ed attività fisica.

Adottare uno stile di vita più dinamico e sano unito ad un’alimentazione equilibrata, è possibile ritrovare una silhouette snella e sinuosa.

Questo programma avrà naturalmente degli effetti benefici sulla salute e la forma fisica di tutto l’organismo.

E' comunque necessario chiarire che non si può pensare di eliminare le maniglie dell’amore in poche settimane, la durata del programma dovrà essere proporzionato all’entità del problema e seguire per almeno sei mesi:

Attività fisica aerobica.

Per fare in modo che il punto che il punto vita riacquisti la sua linea è necessario fare attività aerobica almeno tre volte la settimana, non è particolarmente importante il tipo di disciplina prescelta, vanno bene tanto la corsa all’aria aperta che la cyclette da camera, tanto un corso di aerobica, o step in palestra che lunghe passeggiate fatte a ritmo sostenuto, l’importante è che questa attività sia svolta con costanza.

La corsa è un’attività aerobica eccellente per bruciare grassi e ossigenare il corpo e farà bene alla figura in generale e non solo alle maniglie. Potete scegliere di andare a correre e, se non siete degli esperti, potrete iniziare con 10 minuti, poi passare a 15 e continuare ad aumentare finché ve la sentite.

Se non vi piace correre, potete andare in piscina e farvi un po’ di vasche in stile libero, a delfino, a farfalla, quello che più vi piace, ma non dovrà essere un’attività rilassante: dovrete sentire lo sforzo fisico.

Se preferite andare in palestra, sceglietevi qualche corso di aerobica o fatevi tre quarti d’ora di tapis roulant o step ad andatura sostenuta. Potete anche scegliere un programma per aumentare la tonicità e il volume muscolare con pesi e bilancieri. Un personal trainer saprà consigliarvi il giusto percorso.

In ogni caso è bene praticare due o tre volte a settimana un’attività intensiva che coinvolga tutto il corpo per almeno 30 o 45 minuti di fila.

Dieta corretta e bilanciata.

Mangiare in modo corretto e sano è un altro aspetto fondamentale a cui dovrete prestare attenzione. Non dovrete fare grossi sacrifici, ma solo evitare alcuni cibi e bevande che non fanno bene all’organismo e soprattutto all’accumulo di grasso. Vediamo quali sono i punti principali da seguire:

Esercizi mirati (Video Workouts).

Per eliminare più velocemente le maniglie dell’amore può essere utile inoltre associare la pratica dell’attività aerobica a quella di esercizi di tonificazione per la zona addominale. Anche gli questi esercizi dovrebbero essere eseguiti almeno tre volte la settimana, intensificando gradualmente l’intensità ed il numero delle ripetizione; il modo migliore per ottimizzare i risultati dell’allenamento è combinare tra loro diversi esercizi per addominali, in modo da far lavorare la fascia alta, quella bassa e quella laterale dell’addome.

Esercizi a terra:

Esercizi in Piedi per il Girovita:

Questi esercizi vi aiuteranno perché stimolano la circolazione sanguigna localizzata e ridanno tono muscolare alla zona, ma solo se uniti ad una dieta equilibrata e ad un’attività aerobica continuativa.

Addominali obliqui: tre serie da 15 con una pausa di 20 secondi per ogni serie. Sdraiatevi sul tappetino ed eseguite gli addominali: con le mani dietro la testa, sollevate il busto verso le ginocchia piegate e ruotate il busto sulla destra, tornate a terra e ripetete sulla sinistra, facendo ben attenzione a non sollevare gambe e piedi. Se non riuscite a tenere fermi i piedi agganciateli sotto un mobile. Gli addominali sono molto utili per combattere tutta la zona del grasso che si accumula sull’addome e è quindi consigliabile eseguire anche gli addominali alti e bassi che allenano tutti i muscoli dell’addome.

Addome superiore: Per i muscoli alti eseguite delle addominali normali: sdraiatevi supini con le mani dietro la testa, tenete le ginocchia piegate e sollevate il busto verso le ginocchia, i piedi devono rimanere al suolo, senza sollevarsi.

Addome inferiore: Per quelli bassi fate così: sdraiatevi a terra, le braccia lungo il corpo e sollevate le gambe ad un angolo di 90 gradi rispetto al busto, fate scendere le gambe dritte fino quasi a toccare il suolo, ma senza toccarlo e tornate su.

Oltre agli addominali si possono eseguire anche delle torsioni del busto ed altri esercizi che possono essere ripetuti anche ogni giorno.

Torsioni del busto: tre serie da 15 con una pausa di 20 secondi per ogni serie. Sedetevi a gambe incrociate e torcete il busto verso destra e verso sinistra in modo alternato. Fate attenzione a tenere la schiena dritta e la pancia in dentro, per aiutarvi potete tenere un bastone dietro le spalle.

Hip Srug: tre serie da 15 per ogni lato con una pausa di 20 secondi per ogni serie. State in piedi, sollevate la gamba esternamente verso l’anca, mantenendo il ginocchio piegato con un angolo di 90 gradi, portate il ginocchio all’altezza dell’anca e poi riabbassatelo fino a sforare il pavimento, e sollevatelo nuovamente senza appoggiare il piede fra un movimento e l’altro.

Twist: tre serie da 15 per ogni lato con una pausa di 20 secondi per ogni serie. State in piedi, allargate gambe braccia e, in modo alternato, stendete il braccio all’indietro fino a sfiorare il retro del ginocchio della gamba opposta, ruotando leggermente il torso e la gamba opposta al braccio in movimento per agevolare la torsione.

Oscillazione delle gambe: tre serie da 15 per ogni lato con una pausa di 20 secondi per ogni serie. Sdraiatevi a pancia sotto con le braccia lungo il corpo e i palmi rivolti verso l’alto. Da questa posizione sollevate le gambe in maniera alternata e fate dei movimenti simili a quelli di quando nuotate.

Affondi frontali: tre serie da 15 per ogni lato con una pausa di 20 secondi per ogni serie. Tenendo la schiena dritta, magari con l’aiuto di una sbarra da tenere dietro il collo, portate una gamba avanti e mantenete piegato il ginocchio a 90 gradi, l’altra gamba si distende all’indietro fino a sfiorare il solo con il ginocchio, flettete, tornate su e ripetete.

Ricordatevi che le maniglie dell’amore non si eliminano in poco tempo e ci vorrà costanza e un po’ di sforzo. Inoltre, una volta eliminate, non potrete permettervi il lusso di ricominciare con uno stile di vita sedentario e un’alimentazione sbagliata perché quell’accumulo di grasso ci metterà pochissimo a tornare. Dunque dovrete continuare con un allenamento costante e seguire una dieta sana e allora potrete dire addio alle maniglie dell’amore e non solo: l’attività costante scolpirà il vostro corpo e un’alimentazione equilibrata depurerà il vostro organismo.

Rimedi chirurgici ed estetici.

La scienza oggigiorno offre centinaia di soluzioni per eliminare il grasso in eccesso ed esistono trattamenti e operazioni mirati ad eliminare questo fastidioso inestetismo. Se proprio non ne volete sapere di sudare in palestra e volete farla finita con le maniglie dell’amore, ecco alcuni interventi mirati:

Cavitazione.

La cavitazione è un intervento agli ultrasuoni mirato per glutei, cosce, addome e fianchi. Gli ultrasuoni a bassa frequenza spaccano le membrane degli adipociti (cellule di grasso) e ne facilitano l’eliminazione. L’intervento si articola in un massaggio di 40 minuti con uno strumento apposito e un gel che facilita la penetrazione degli ultrasuoni negli strati adiposi. Per ottenere dei risultati visibili sono necessarie in media 10 sedute e i costi per ogni seduta variano dai 90 ai 150 euro.

Elettrostimolazione.

L'elettrostimolazione è un trattamento che può essere utile, ma non determinante. Le onde elettriche dell’elettrostimolatore provocano la contrazione muscolare, ma in maniera passiva, quindi l’attività non produce né traffico di ossigeno nella zone né trasporto degli acidi grassi, indispensabili per bruciare l’adipe in eccesso. Quindi può essere un trattamento coadiuvante, ma non decisivo per combattere le maniglie dell’amore. è possibile acquistare il macchinario e usarlo comodamente a casa, seguendo attentamente le istruzioni incluse. I prezzi hanno una fascia piuttosto ampia e vanno dai 50 euro ai 500. Il suo utilizzo è da limitare a due o tre volte a settimana ed è sconsigliato per i soggetti in gravidanza, dotati di pacemaker e malati di epilessia.

Mesoterapia.

Questo trattamento omeopatico è una valida alternativa alla liposuzione. Si tratta di iniezioni localizzate di fosfatidilcolina, un elemento compositivo della lecitina di soia, che è in grado di liquefare il grasso contenute nelle cellule adipose. Il grasso così liquefatto viene facilmente eliminato dal corpo, perché può venire drenato per vie naturali attraverso la sudorazione e l’urina e utilizzato come fonte calorica ed energetica. In genere il ciclo terapico dura dalle 8 alle 12 sedute con un costo che varia dai 50 agli 80 euro a seduta. La mesoterapia, oltre a non essere invasiva, non ha nessun effetto collaterale ed è completamente indolore.

Liposuzione.

La liposauzione è trattamento di chirurgia estetica che, tramite una cannula inserita nel pannicolo adiposo, risucchia le cellule di grasso da una determinata zona. Questo è un vero e proprio intervento chirurgico e richiede tutta la prassi del caso e recupero post operatorio.

Oltre a questi interventi più o meno mirati esistono un’infinità di creme, lozioni, fanghi che possono aiutarvi a combattere l’adipe grazie al loro effetto drenante che agisce sull’eccesso di liquidi, prima condizione dell’accumulo di grassi localizzati. In ogni caso questi prodotti possono essere un aiuto, ma non saranno mai determinanti.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.