Xantano: cos'è? Dove si compra? Proprietà, usi e controindicazioni della gomma di xanthan

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Marilena Grassi
(Specialista in biologia e nutrizione)

Lo xantano o, più precisamente, la gomma di xantano è un additivo alimentare utilizzato nella preparazione di molti prodotti grazie alla sua proprietà di addensante. Vediamo quali sono le preparazioni per cui è indicato il suo utilizzo ed analizziamo le sue proprietà.

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
    1. Valori nutrizionali
    2. Calorie
  2. A cosa serve?
    1. Additivo
    2. Integratori alimentari
    3. Cosmetici
  3. Proprietà e benefici
    1. Intestino
    2. Diabete
    3. Dieta
  4. Controindicazioni ed effetti collaterali
  5. Dove si trova?
    1. Quanto assumerne

Cos'è la gomma di xantano?

La gomma di xantano è un polisaccaride della famiglia dei carboidrati complessi che si presenta come una polvere giallastra molto solubile in acqua.

Lo Xantano si ricava da un processo di fermentazione del glucosio o del saccarosio ad opera del batterio Xanthomonas campestris.

Lo xantano è costituito da zuccheri semplici ovvero monomeri di glucosio e mannosio, ma anche da acido piruvico e glucuronico.

La gomma di xantano, che si ottiene semplicemente sciogliendo la polvere in acqua (non in alcol), trova ad oggi molti utilizzi in ambito industriale ma anche casalingo.

Valori nutrizionali.

La gomma di Xantano è un carboidrato complesso che contiene in 100 g di prodotto:

Calorie.

100 g di prodotto contengono circa 80 kcal.

A cosa serve?

L’uso più comune è sicuramente quello che lo vede impiegato come additivo di molti prodotti alimentari ma non è l’unico.

Xantano come additivo alimentare: E415.

Lo xantano addizionato agli alimenti è indicato nell'etichetta di questi ultimi con la sigla E415 ed è utilizzato essenzialmente come addensante o per stabilizzare un prodotto nella sua conservazione.

Lo si utilizza perciò per la preparazione di salse oppure nei preparati per dolci in quanto questa sostanza conferisce viscosità all'alimento facendogli assumere un aspetto molto vicino a quello del prodotto preparato in casa e ne permette la conservazione per lunghi periodi di tempo senza che se ne alteri la consistenza.

Un utilizzo particolare e molto frequente dello xantano in ambito alimentare è quello nella preparazione dei prodotti per celiaci.

I cibi senza glutine, infatti presentano un problema, ovvero la resistenza dell’impasto.

Il glutine è una sostanza collosa di natura essenzialmente proteica che si origina dall'unione delle componenti proteiche dei cereali, ovvero le gliadine e le glutenine, in presenza di acqua e che permette di realizzare l’impasto di alimenti come il pane o la pasta.

Negli alimenti privati del glutine questo collante viene a mancare per cui è molto difficile produrre un impasto! Per facilitare l’operazione è possibile utilizzare addensanti come per l’appunto la gomma di xantano.

Lo xantano è anche molto utilizzato nella preparazione di cibi light che essendo poveri di grassi non hanno molta consistenza, per cui si cerca di rimediare e creare un prodotto più gradevole/consistente proprio aggiungendo quest’addensante.

Xantano negli integratori alimentari.

Se prestassimo attenzione all'etichetta degli integratori alimentari che assumiamo ci accorgeremmo che la presenza dell'E 415 in questi prodotti è davvero molto frequente!

Anche in tal caso lo xantano viene utilizzato per le sue proprietà addensanti e per stabilizzare queste preparazioni nel tempo dovendo mantenere inalterate a lungo le loro caratteristiche organolettiche.

L’uso di questo addensante nei prodotti cosmetici.

Altro utilizzo molto comune dello xantano, sebbene non sia molto noto e spesso ignorato, è in ambito cosmetico.

Questo gelificante naturale è utilizzato per stabilizzare prodotti come bagnoschiuma, tonici per il viso oppure gel e creme.

Solitamente lo si utilizza all’1% per cui il dosaggio è molto basso per far sì che sia garantita la fluidità dei prodotti realizzati con questo addensante.

Una caratteristica dello xantano che lo rende particolarmente adatto alla realizzazione di prodotti cosmetici è la sua capacità di esplicare la sua azione di gelificante nel lungo periodo, a qualunque temperatura e in differenti condizioni di pH.

Il pH in ambito cosmetico è un parametro molto importante in quanto varia a seconda della preparazione ed è stato scientificamente dimostrato che lo xantano non risente assolutamente delle sue variazioni per cui può essere tranquillamente utilizzato in condizioni di alto o basso pH e garantire comunque la giusta viscosità al prodotto cosmetico.

Proprietà e benefici dello xantano

Le proprietà della gomma di xantano ruotano soprattutto attorno alla sua capacità di rendere densi e viscosi i cibi ma questo prodotto ha anche delle altre caratteristiche molto importanti. 

Regola la motilità intestinale.

La gomma di xantano ha la capacità di assorbire l’acqua non solo nell'ambito delle preparazioni alimentari o farmaceutiche ma anche nel nostro intestino! Perciò cibi o integratori contenenti xantano facilitano lo svuotamento intestinale, comportandosi questo additivo un pò come la fibra degli alimenti di origine vegetale.

Controlla l’assorbimento di zuccheri e grassi.

Comportandosi come la fibra alimentare, in presenza di acqua, lo xantano crea una massa viscosa nell'intestino che costituisce una specie di barriera contro l’assorbimento dei nutrienti lungo le pareti intestinali. In tal modo è utile per limitare l’assorbimento di zuccheri e grassi quindi nei casi di diabete o di ipertrigliceridemia.

E’ indicato nella dieta.

Per ciò che riguarda l’apporto calorico, quello dello xantano è praticamente trascurabile in quanto esso apporta circa 76 Kcal per 100 g di prodotto.

Dunque è possibile utilizzalo nell'ambito di una dieta bilanciata sempre facendo attenzione alle quantità per evitare fastidiosi effetti collaterali.

Effetti collaterali della gomma di xantano

Sebbene consumare alimenti o integratori contenenti xantano possa apportare dei benefici alla nostra salute è anche necessario sottolineare che questo additivo può anche comportare dei problemi.

l’FDA (Food and Drug Administration) ha lanciato un allarme riguardante alcuni possibili effetti collaterali dello xantano sulla salute dell’uomo e, in particolare dei bambini.

L’effetto lassativo dello xantano può determinare gonfiore addominale e fenomeni diarroici in alcuni soggetti perchè non tutti siamo sensibili agli alimenti allo stesso modo!
Inoltre, siccome questa gomma si ricava da prodotti come il mais o la soia è bene stare attenti agli alimenti contenenti E415 se si è allergici ad uno di questi alimenti.

Bisogna anche considerare che, siccome lo xantano da’ origine alla massa viscosa di cui abbiamo parlato prima e che crea una specie di barriera contro l’assorbimento dei nutrienti, l’additivo in questione potrebbe determinare una riduzione di assorbimento dei farmaci. Questo è un aspetto rilevante da tenere in considerazione qualora si stiano conducendo delle terapie farmacologiche importanti. E’ bene, infatti, assumere i farmaci lontano da un pasto ricco di alimenti contenenti dosi massicce di xantano. 

Non ci sono ancora dati rilevanti che dimostrino la cancerogenicità del prodotto ma sembra che i prodotti a base di gomma di xantano possano, nel lungo periodo, determinare infiammazioni intestinali che potrebbero sfociare in qualcosa di più grave. E’ perciò bene non esagerare!

Dove si compra?

Molto facile da reperire sotto forma di polvere, lo xantano si trova nelle più comuni farmacie, parafarmacie ed erboristerie ad un prezzo di circa 6 euro l’etto.

Quanta assumerne?

Gli erboristi consigliano di assumere 15 gr di polvere al giorno con una buona dose di acqua se si vogliono risolvere problemi di stipsi utilizzando lo xantano come lassativo oppure di assumerne la stessa quantità subito dopo i pasti per limitare l’assorbimento di nutrienti in caso di colesterolo, glicemia alta o ipertrigliceridemia.

Sarebbe meglio utilizzare lo xantano in minor quantità nelle proprie preparazioni casalinghe.

Ad esempio, per preparare del buon pane senza glutine si potrebbe scegliere di mescolare tra loro farine differenti, come ad esempio quella di grano saraceno, di riso e di mais e aggiungervi la giusta quantità di gomma di xantano.

Per 1 Kg di farina totale utilizzata è consigliabile aggiungere tra i 6 e i 10 g di xantano.

Si aggiungono poi acqua e latte tanto quanto basta per avere un impasto consistente e non troppo liquido e si lascia lievitare con un cubetto di lievito di birra per 3-4 ore per poi infornare a 220° per circa mezzora.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Marilena Grassi
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.