Gelato: proprietà, benefici e valori nutrizionali. Fa ingrassare? Dipende dai tipi

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Jessica Zanza
(Specialista in farmacia)

Il gelato è un prodotto dolciario disponibile in moltissime varianti, un piacere irrinunciabile che ci accompagna d’estate e non solo! Ma quante calorie ci sono in un gelato? E quali le differenze tra gelato artigianale e gelato industriale? Approfondiamo pro e contro dei diversi tipi di gelato!

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
    1. Come si fa
    2. Ingredienti
  2. Gelato artigianale ed industriale
    1. Come riconoscere quello artigianale?
  3. Ricetta gelato fatto in casa
  4. Valori nutrizionali
    1. Calorie
    2. Indice glicemico
  5. Proprietà e benefici
    1. Stress
    2. Colesterolo
    3. Osteoporosi
    4. Pelle
    5. Bambini
    6. Sportivi
  6. Fa ingrassare?
    1. Può sostituire un pasto?
  7. Controindicazioni
    1. Quanto mangiarne?

Cos’è il gelato?

Il gelato è un alimento composto da vari ingredienti, che poi viene congelato e manipolato in modo che acquisti una consistenza pastosa ed omogenea.

Non si sa con certezza quando sia stato inventato e da quale popolo, ma possiamo dire che la ‘storia moderna’ del gelato sia legata a due nomi italiani: il fiorentino Bernardo Buontalenti e il palermitano Francesco Procopio dei Coltelli.

La bontà di un gelato dipende dall’attenta scelta delle materie prime e dal perfetto bilanciamento di queste ultime.

Come si fa il gelato?

Per preparare un buon gelato occorre anzitutto bilanciare bene gli ingredienti e dosare la quantità esatta di ciascuno per preparare una miscela omogenea, morbida, cremosa e dolce al punto giusto.

Una volta ottenuta la miscela questa deve essere pastorizzata, cioè sottoposta ad un trattamento termico che ne garantisca la conservabilità e l’eliminazione dei batteri.

La pastorizzazione viene poi seguita da un periodo di raffreddamento a 4/5° centigradi, detto maturazione, che ha una durata di 6-12 ore. Durante questa fase, necessaria per ridurre la formazione dei cristalli di ghiaccio, la miscela si compatta e diventa cremosa.

In un secondo momento si procede alla mantecatura della miscela che avviene con appositi strumenti detti mantecatori (per il gelato fatto in casa, gelatiera) e che consente alla miscela di inglobare aria e rassodarsi.

Infine la miscela si rassoda completamente portandola ad una temperatura consolidare di 20/-22°C per alcune ore ottenendo, in tal modo, il gelato finito.

Ingredienti.

Il gelato è fatto con vari ingredienti. i principali sono:

Le differenze tra gelato industriale ed artigianale.

Il gelato non è tutto uguale, esistono parecchie differenze tra la produzione industriale, cioè quella che rifornisce di gelato i supermercati, e la produzione artigianale.

Le caratteristiche del gelato industriale sono le seguenti:

Cos’è, invece, che ci permette di definire un gelato artigianale?

Come riconoscere un vero gelato artigianale?

Sono proprio gli ingredienti freschi il perno attorno a cui ruota la produzione artigianale; per questo in molti contestano l’uso di miscele semilavorate già pronte, che quindi devono soltanto essere sottoposte al congelamento, nelle gelaterie che vogliono definirsi artigianali. I consumatori possono rendersi conto di ciò facendosi due semplici domande:

Ricetta del gelato fatto in casa.

Come per molti altri dolci, anche per il gelato vale la regola del fai-da-te, “perché sai cosa ci metti”. Proponiamo la ricetta di un gelato alla pesca da preparare in casa, munitevi di gelatiera e andiamo!

Ingredienti:

Qualsiasi tipo di pesca va bene, l’importante è che i frutti abbiano raggiunto il giusto grado di maturazione.

Alle pesche tagliate a piccoli pezzi (la buccia si può lasciare) va aggiunto il limone, che serve a regolare l’acidità della miscela e inoltre a mantenere il bel colore delle pesche. Alla frutta si aggiungono gli altri ingredienti (attenzione: la panna va aggiunta senza montare).

Una volta omogeneizzato l’insieme con un frullatore a immersione, la miscela viene lasciata mantecare nella vostra gelatiera per 30-40 minuti. Il gelato può essere consumato subito oppure lo si può lasciare in freezer per un’oretta per farlo diventare più compatto.

Proprietà nutrizionali.

Consumare del gelato non apporta semplicemente refrigerio, questo dolce è infatti considerato dai nutrizionisti un alimento completo nel vero senso del termine.

Contiene zuccheri che possono essere rapidamente metabolizzati, grassi, e proteine, queste ultime fonte di amminoacidi essenziali se provenienti dal latte e dalle uova.

Il latte è inoltre fonte di: calcio, fosforo, vitamine B1, B2 e A. Attenzione: la presenza di queste vitamine, soprattutto della A, è ridotta quando per preparare il gelato di usa latte scremato.

Il gelato alla frutta apporta anche sali minerali.

Se è aromatizzato con la frutta secca diventa una fonte di acidi grassi polinsaturi: per esempio, le noci sono una buona fonte di omega-3, mentre i pistacchi forniscono omega-6. Entrambi sono necessari per la nostra salute.

I valori, quindi, variano molto in base agli ingredienti ed al tipo di gelato, ma mediamente 100 grammi di gelato alla vainiglia contengono:

Calorie.

Anche le calorie sono varie100 grammi di gelato apportano:

Gelato alla fragola 110/120 Kcal

Gelato al limone 120/130 Kcal

Gelato allo yogurt 130/150 Kcal

Gelato alla vaniglia 170/200 Kcal

Gelato alla panna 180/190 Kcal

Gelato al cioccolato 180/200 Kcal

Indice glicemico.

Altro fattore da non sottovalutare è l’indice glicemico del gelato, cioè la velocità con la quale aumenta la glicemia dopo averlo mangiato. Contrariamente a quanto ci si aspetterebbe il gelato ha un indice glicemico medio, perché i grassi in esso presenti rallentano l’assorbimento del glucosio.

Il gelato fa bene? Proprietà e benefici.

Ricco di minerali e benefici grassi omega 3 ed omega 6, questo alimento gode di molte proprietà: energizzanti ed antiossidanti, ed è adatto agli sportivi ai bambini ed agli anziani.

Gustoso fresco e sano il gelato apporta molti benefici al fisico ed al cervello.

Il gelato mette di buon umore e riduce lo stress.

Il gelato stimola la produzione di serotonina, che è l'ormone della felicità, per cui abbassa i livelli di stress. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell'Università di Amsterdam, su un gruppo di partecipanti che ha fatto una risonanza magnetica mentre degustava il gelato, l 'esame ha evidenziato l'attivazione della corteccia cerebrale lobo-frontale in cui risiede il piacere emozionale.

Tiene sotto controllo il colesterolo cattivo.

Il gelato, infatti, soprattutto se con 'aggiunta di cioccolato o frutta secca, è ricco di acidi grassi insaturi che sono utili per abbassare il colesterolo cattivo ne sangue. Inoltre questo alimento ha proprietà antiossidanti e quindi riesce a contrastare la formazione dei radicali liberi responsabili dell'ossidazione cellulare.

Contrasta l'osteoporosi.

Sono soprattutto i gelati alla frutta che servono a contrastare l'osteoporosi grazie ai sali minerali contenuti nella frutta. 100 gr di gelato contengono circa 100 mg di calcio e 10 mg di fosforo necessari per fortificare le ossa. Inoltre il lattosio favorisce l'assimilazione del calcio.

Idrata la pelle e la protegge dal sole.

Il gelato è ricco di vitamine e minerali e contiene molta acqua ed è quindi utile per idratare l'organismo soprattutto in estate. Inoltre grazie alla vitamina A protegge la pelle dall'aggressione dei raggi solari.

Adatto all'alimentazione di bambini ed adolescenti.

Il gelato è un alimento goloso e fornisce un discreto apporto calorico. Per tali motivi è adatto all’alimentazione di bambini e adolescenti e costituisce una valida alternativa alla merenda.

Perfetto per gli sportivi.

Ricco di lattosio e saccarosio, il gelato intensifica il metabolismo dei globuli rossi, inoltre, poiché è ricco di acqua, è utile per integrare le perdite di acqua e sali minerali che sono maggiori quando si suda facendo sport. Ed ancora, poichè il gelato ha un basso indice glicemico il glucosio viene assorbito lentamente e bruciato per produrre energia e quindi non viene trasformato in grasso.

Ma il gelato fa ingrassare?

Certamente, ma tutto dipende da che tipo di gelato consumiamo e come lo consumiamo: il gelato alla frutta è il meno calorico. Sapere quante calorie ha in media un gelato ci permette di abbinarlo al nostro pasto in modo da non eccedere con le calorie. Dopo un pasto ricco meglio un gelato alla frutta, senza esagerare con le quantità! Inoltre, da diversi anni possiamo sostituire il classico gelato con un gelato alla soia, che prevede l’utilizzo della bevanda alla soia al posto del latte. La soia, non solo non contiene colesterolo, essendo vegetale, ma contiene meno calorie (siamo intorno alle 100 Kcal per 100 g).

Il gelato può sostituire un pasto?

Dato che pare proprio un alimento completo, molte persone si chiedono se sia possibile sostituire almeno un pasto (la colazione o il pranzo) con il gelato. Diciamo che si può fare, ogni tanto. Se decidiamo che un ricco gelato sarà il nostro pranzo, a cena dobbiamo compensare mangiando una porzione di carne (meglio se bianca) o pesce, verdure, e magari anche del pane integrale; così saremo certi di aver introdotto le giuste quantità giornaliere di nutrienti.

Ha controindicazioni?

Pur essendo un alimento adatto a tutti, il gelato ha qualche controindicazione:

Quanto mangiarne?

Gelato si, ma con moderazione e intelligenza.

Se si sostituisce il pranzo con un buon gelato, a cena meglio evitare i carboidrati e scegliere proteine e verdure.

I nutrizionisti consigliano di inserire il gelato, preferibilmente artigianale ed alla frutta, massimo due volte la settimana.

La quantità indicata è quella di una coppetta piccola di circa 100 grammi.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Jessica Zanza
(Specialista in farmacia)

Consulente Scientifico:
Giada Zanza
(Specialista in medicina e chirurgia)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.