Pelle irritata ed arrossata. Cause e rimedi per l'irritazione cutanea

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

La pelle arrossata ed irritata è un problema frequente, ma con quali sintomi si manifesta e quali sono le cause? Approfondiamo i rimedi naturali e i farmaci tradizionali a cui a volte si è costretti a ricorrere per lenire l’irritazione cutanea.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Sintomi associati
  3. Soggetti più colpiti
    1. Neonati
    2. Bambini
    3. Donne in gravidanza
  4. Cause
    1. Patologie
    2. Cause non patologiche
  5. Rimedi naturali
  6. Farmaci

Cos'è la pelle irritata ed arrossata?

La pelle è un organo molto importante perché rappresenta la barriera protettiva di tutto il nostro organismo. Spesso cambiamento nell'equilibrio e nel pH fisiologico cutaneo dovuto a svariate cause, determina un'alterazione della pelle e la comparsa di irritazione.

La pelle irritata è quindi un sintomo che può associarsi ad altri sintomi quali bruciore, arrossamento, secchezza e prurito che può colpire tutte le categorie di persone, anche se più di frequente i bambini, le donne in gravidanza, e perfino gli animali! (non è raro infatti che anche i cani soffrano di irritazione cutanea).

Sintomi associati.

I sintomi più comuni che si associano all'epidermide irritata sono:

I soggetti più esposti alle irritazioni della pelle.

Sebbene l'irritazione cutanea sia un fenomeno che può colpire qualsiasi individuo, vi sono alcune categorie di persone che sono definite più "a rischio".

Tra queste categorie abbiamo:

Neonati.

I neonati soffrono spesso di pelle arrossata e irritata, specialmente nelle zone a contatto con il pannolino come i glutei e le parti intime. In generale la maggiore tendenza dei neonati a sviluppare arrossamenti e irritazioni cutanee è legata al fatto che la cute non è ancora del tutto pronta a fare da barriera protettiva.

Bambini.

Sebbene meno sensibile di quella dei neonati, la pelle dei bambini è comunque più delicata di quella degli adulti, per cui può essere soggetta ad arrossamenti ed irritazioni frequenti. Inoltre i bambini sono facilmente esposti al contagio delle malattie esantematiche.

Donne in gravidanza.

A causa dei continui cambiamenti ormonali, la pelle in gravidanza è più sensibile ed è quindi soggetta maggiormente allo sviluppo di bruciore, arrossamento, prurito ed irritazione. Man mano che si procede con la gravidanza è frequente la comparsa di bruciore e rossore sulla cute della pancia a causa della dilatazione provocata dalla crescita del feto.

Cause scatenanti, patologiche e non:

L'irritazione della pelle può essere causata sia da fattori patologici che non patologici.

Alcuni di questi determinano un'irritazione sistemica dell'epidermide, coinvolgono cioè tutta la pelle, mentre altre provocano un'irritazione localizzata in una ben determinata parte del corpo.

L'irritazione della pelle per cause patologiche è dovuta nella maggior parte dei casi ad un'azione massiva del sistema immunitario che attacca la cute in risposta ad uno stimolo che può provenire dall'esterno ma talvolta, come nel caso di patologie autoimmuni, anche dall'interno.

 

Patologie che possono provocare irritazione della pelle.

Tra le patologie che possono provocare irritazione della pelle abbiamo:

Puoi approfondire le cause ed i rimedi della dermatite seborroica che colpisce le ghiandole sebacee del cuoio capelluto.

Cause non patologiche.

Anche le cause non patologiche di irritazione cutanea sono molto varie e possono andare dai metodi di depilazione, all’esposizione ai raggi solari, fino alle intolleranze alimentati.

Scopri come abbronzarsi in modo sicuro, uniforme e duraturo.

Approfondisci le cause ed i rimedi per ad sudorazione eccessiva.

Rimedi naturali e casalinghi per lenire la pelle irritata.

Per trattare le irritazioni cutanee è possibile avvalersi di rimedi di tipo naturale a base di sostanze fitoterapiche, curare l’alimentazione e tanto altro ancora.

Ma vediamo nel dettaglio:

Approfondisci i benefici dell'aloe vera per la pelle e non solo.

Scopri quali sono gli alimenti antinfiammatori naturali e come agiscono.

Una ricetta fai da te per le pelli più sensibili: l’impacco al miele!

Le proprietà restitutive e lenitive del miele sono molto note, ma di rado si pensa che possa essere usato direttamente sulla pelle!

Vi proponiamo dunque una ricetta semplicissima, da provare provare su eventuali irritazioni o arrossamenti.

Ingredienti:

2 cucchiai di miele (anche economico va bene!)

2 cucchiai di olio d’oliva o olio di mandorle o latte intero.

Miscelate i due cucchiai di miele, con i due cucchiai dell’olio a vostra scelta o con i due cucchiai di latte e mescolate fino ad ottenere una composto piuttosto denso.

Applicatelo poi sulla parte da trattare, lasciate in posa per 20-30 minuti e in fine risciacquate!

Il senso di sollievo sarà immediato e durerà a lungo.

Quando la natura non basta: i possibili rimedi farmacologici all’arrossamento cutaneo.

In alcune situazioni, come per esempio un'irritazione accompagnata da prurito persistente, desquamazione importante o rossore e bruciore accompagnati da dolore, è bene ricorrere ad un rimedio farmacologico per cercare di alleviare i sintomi e curare l'infiammazione.

Il rimedio farmacologico di elezione è rappresentato dalle pomate a base di idrocortisone, un potente antinfiammatorio.

In alternativa è possibile prendere il cortisone per bocca quando si hanno irritazioni sistemiche della pelle. Il trattamento a base di cortisone non è indicato per tutte le irritazioni cutanee da patologia ma principalmente per quelle dipendenti da psoriasi e dermatite.

Per le altre patologie si utilizzano diverse tipologie di cure, talvolta in associazione al cortisone, che però vengono stabilite dal medico caso per caso.

In ogni caso, salvo che non si tratti di manifestazioni a cui siamo abituati e che con il tempo abbiamo imparato a trattare con facilità, se ci accorgiamo che le irritazioni sono particolarmente persistenti, dolorose o interessano zone delicate, la cosa migliore rimane rivolgerci ad un esperto, un dermatologo o un bravo fitoterapeuta, che ci dia il consiglio giusto sul trattamento che fa al caso nostro.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.