Integratori antiossidanti naturali e farmaceutici: cosa sono ed a cosa servono?

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Gli integratori di antiossidanti rappresentano una fonte aggiuntiva che può essere utile in caso di carenze o di aumentato fabbisogno di queste sostanze. Ma che differenze ci sono tra gli integratori naturali, e quelli farmaceutici? Scopriamo a cosa servono, ed analizziamone le caratteristiche tenendo presente che gli i vantaggi ed anche gli eventuali effetti collaterali.

    Indice Articolo:
  1. Cosa sono?
    1. Antiossidanti
  2. Tipologie
    1. Naturali
    2. Farmaceutici
  3. Molecole antiossidanti
    1. Vitamine
    2. Acidi grassi
    3. Flavonoidi
    4. Polifenoli
    5. Coenzima Q10
    6. Complessi anti age
  4. Benefici
    1. Carenze
    2. Gravidanza
    3. Menopausa
    4. Sportivi
    5. Capelli
    6. Altre patologie
  5. Effetti collaterali
    1. Cancro
  6. Quali sono i migliori?

Cosa sono gli integratori di antiossidanti?

Gli integratori di antiossidanti sono sostanze utilizzate per assumere una quantità adeguata o maggiore di queste sostanze, importantissime per garantire sia la salute che la bellezza dell’intero organismo.

Cosa sono gli antiossidanti?

Gli antiossidanti sono sostanze naturalmente contenute negli alimenti che contrastano o rallentano le reazioni di ossidazione che avvengono nell'organismo.

Da queste reazioni hanno origine delle molecole di ossigeno che sono in grado di danneggiare la struttura del DNA cellulare: i famigerati radicali liberi!

L’organismo ha un proprio meccanismo di difesa contro l’eccessiva proliferazione dei radicali liberi che viene potenziato dall'assunzione di sostanze antiossidanti, con la dieta o tramite supplementazione, che possono impedire che i radicali liberi danneggino le cellule.

Tipologie di integratori antiossidanti naturali o farmaceutici.

Esistono due grandi categorie di integratori di antiossidanti:

Integratori naturali: gli alimenti antiossidanti.

Iniziamo con il fare una breve panoramica degli alimenti ORAC (Oxygen Radicals Absorbance Capacity, ovvero capacità di assorbimento dei radicali) sia di origine vegetale che di origine animale, che si possono assumere per cercare di coprire in modo facile e naturale il fabbisogno quotidiano di antiossidanti, riportando le diverse sostanze che contengono.

Tra gli alimenti più ricchi di antiossidanti abbiamo:

Approfondisci caratteristiche e tipologie degli integratori naturali.

Gli integratori farmaceutici naturali e di sintesi.

Per integratori farmaceutici si intendono tutti quei prodotti che vengono realizzati dall’industria farmaceutica e che, solitamente, si definiscono anche alimentari in quanto vengono assunti per via orale, come se fossero un alimento.

Anche gli integratori farmaceutici possono essere di due diverse tipologie:

Le molecole che contrastano i radicali liberi.

Come abbiamo detto gli integratori farmaceutici di antiossidanti sono preparazioni, naturali o sintetiche, che contengono le sostanze di interesse estratte dalla pianta che li contiene o prodotte chimicamente in laboratorio.

Ne esistono di diverse tipologie e forme in commercio, ma le categorie principali sono integratori di vitamine e minerali, di acidi grassi essenziali, di flavonoidi e polifenoli e di altri antiossidanti.

Vitamine e minerali.

Gli integratori di vitamine e minerali sono quasi tutti di sintesi, ovvero i componenti vengono prodotti chimicamente e non estratti da piante presenti in natura, sebbene in taluni casi siano anche di origine naturale. Tra quelli più presenti in commercio abbiamo:

Acidi grassi essenziali.

Gli acidi grassi essenziali, così chiamati poiché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e vanno assunti con la dieta, sono degli ottimi antiossidanti e proteggono da diverse patologie, in particolare da quelle cardiovascolari e neurodegenerative. In commercio troviamo integratori che contengono sia gli omega 3 che gli omega 6 poiché tali sostanze vanno assunte in un determinato rapporto omega 3/omega 6 che è compreso tra 1:2 e 1:6.

Approfondisci i benefici degli integratori di omega 3.

Possono essere di origine naturale, cioè estratti dalla fonte naturale di acidi grassi essenziali che sono il pesce o i semi oleosi, oppure di origine sintetica, ma in generale è bene scegliere un integratore che:

Puoi approfondire le proprietà dell'acido linoleico.

In commercio esistono integratori solo di omega 3, solitamente derivati dall'olio di pesce, solo di omega 6, solitamente derivati dall'olio di borragine, oppure integratori che contengono sia omega 3 che omega 6. Sono presenti in commercio sottoforma di capsule molli o perle gelatinose, e si consiglia di assumerne circa 1 - 2 capsule o perle al giorno. I costi variano dai 10 ai 20 euro.

Flavonoidi.

I flavonoidi rappresentano gli antiossidanti più importanti per il benessere dei vasi sanguigni e della circolazione in generale. Vengono venduti degli integratori che contengono un mix di flavonoidi tra cui antocianine, catechine, flavoni, ed altri. Solitamente sono integratori erboristici, i cui principi attivi vengono estratti da frutta e verdura, in particolare da bacche, the verde, barbabietole e uva. Si assumono sottoforma di compresse o tavolette, hanno costi variabili dai 10 ai 20 euro e si consiglia l'assunzione due volte al giorno.

Polifenoli.

I polifenoli rappresentano un'ampia classe di antiossidanti che contiene fenoli semplici, bioflavonoidi e tannini e pertanto in commercio possono trovarsi diversi integratori contenenti diversi antiossidanti polifenolici. Si estraggono solitamente dalle piante, per esempio dalle olive, le bacche o il maqui, contenenti moltissimi polifenoli diversi. Si assumono sottoforma di capsule e hanno costi e posologie variabili in base alla tipologia di integratore scelto.

Approfondisci quali sono gli alimenti ricchi di polifenoli.

Coenzima Q10.

Il coenzima Q10 è un antiossidante, solitamente prodotto dal nostro organismo, utile per il benessere della pelle poiché molto potente nel contrastare i radicali liberi. Gli integratori contengono coenzima Q10 di sintesi, sono in commercio sottoforma di capsule o perle gelatinose, e hanno un costo variabile tra 10 e 35 euro. La dose giornaliera è di circa 2 capsule al giorno per raggiungere una copertura di 200 mg giornalieri.

Puoi approfondire benefici e controindicazioni del coenzima Q10.

Complessi anti age.

Sono integratori contenenti un mix di antiossidanti anti invecchiamento che aiutano a prevenire l'invecchiamento precoce delle cellule e le sue manifestazioni sintomatiche. Solitamente sono degli integratori completi, essendo sia multivitaminici che ricchi di antiossidanti, e si trovano in commercio sottoforma di compresse o capsule i cui costi e posologie variano in base alla marca ed al contenuto dell'integratore.

A cosa servono? I benefici effetti degli integratori antiossidanti.

In alcuni casi assumere un integratore di antiossidanti potrebbe essere utile per il benessere dell'organismo. Per esempio gli integratori di antiossidanti sono utili in caso di:

Sopperiscono alle carenze alimentari.

In caso di gravi carenze alimentari per denutrizione, malnutrizione o dieta povera di frutta e verdura, risultano molto utili gli integratori di antiossidanti completi, quelli cioè che contengono vitamine, minerali, flavonoidi, polifenoli. Sono anche utili gli integratori di acidi grassi essenziali per riuscire a coprire il fabbisogno giornaliero.

In gravidanza in cui vi è un aumento del fabbisogno giornaliero.

In casi di aumentato fabbisogno, come per esempio in gravidanza, se non si riesce a raggiungere la quantità giornaliera consigliata con l'alimentazione, si può ricorrere ad un integratore di antiossidanti. Sarà il medico a decidere quali integratori assumere e in che quantità.

Prevengono l'invecchiamento cellulare e contrastano i sintomi della menopausa

In menopausa si consigliano in particolare i complessi multivitaminici contenenti anche minerali, gli integratori di acidi grassi essenziali, quelli contenenti flavonoidi per il benessere dei vasi sanguigni, quelli contenenti isoflavoni (in particolare derivati dalla soia) per contrastare i sintomi della menopausa e quelli contenenti coenzima Q10 per la pelle e l'invecchiamento in generale.

Per gli sportivi.

Ai soggetti sportivi può essere utile un'integrazione con antiossidanti poiché lo sport, se praticato in maniera agonistica o comunque giornaliera, tende ad aumentare la produzione di radicali liberi (ma anche a potenziare l'azione dei sistemi antiossidanti dell'organismo). In alcuni casi quindi assumere un integratore multivitaminico con minerali potrebbe aiutare lo sportivo nelle sue performance.

Rinforzano i capelli.

In caso di capelli deboli, tendenti a sfibrarsi ed a rompersi un integratore di antiossidanti a base di minerali quali lo zinco, flavonoidi per favorire il microcircolo e vitamine, potrebbe essere utile per ripristinare l'equilibrio del cuoio capelluto e risolvere il problema.

Prevengono molte malattie quali ictus,colesterolo e patologie della vista.

In alcuni casi un'integrazione con antiossidanti può essere utile per la prevenzione di alcune patologie. Ad esempio:

Quando sono dannosi: i possibili effetti collaterali.

Se da un lato l'utilizzo degli di antiossidanti assunti con la dieta viene è unanimemente ritenuto benefico per l'organismo, l’uso esagerato di integratori è sconsigliato perchè possono essere inutili o persino dannosi in alcune circostanze:

Nei malati oncologici.

L’assunzione extra di antiossidanti nei pazienti colpiti da un melanoma si è rivelata dannosa perché elimina i radicali liberi dell’ossigeno che sono le uniche molecole capaci di uccidere le cellule metastatiche. E’ quanto sostiene Gianluigi Russo, primo ricercatore all'istituto di scienze dell’alimentazione del Cnr di Avellino.

Gli integratori a base di vitamine liposolubili (A ed E) possono provocare iperaccumulo della vitamina nel tessuto adiposo e portare a problemi quali tossicità (nel caso della vitamina A) ed aumento del rischio di cancro (nel caso della vitamina E).

L'eccesso di omega 6, in particolare se assunti insieme alla vitamina E, potrebbe causare un aumento del rischio di cancro a causa di un complesso che si forma e che provoca danni al DNA.

Integratori antiossidanti migliori: cosa devono contenere?

Non tutti gli integratori sono meritevoli di interesse, poiché per avere un buon effetto un integratore deve avere determinate caratteristiche che ne accertino il contenuto di principi attivi e quindi la comprovata efficacia.

In particolare un integratore farmaceutico deve:

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.