Abbronzatura rapida: come fare? Prodotti ed integratori per abbronzarsi velocemente

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Karen Angelucci
(Specialista in farmacia)

Come ottenere un’abbronzatura rapida? Quali sono i trucchi per attivare la melanina ed abbronzarsi velocemente? Vediamo quali sono i prodotti e gli integratori migliori per riuscire ad avere una pelle abbronzata in poco tempo.

    Indice Articolo:
  1. Come fare?
    1. Preparazione della pelle
    2. Alimentazione
    3. Creme solari
    4. Integratori
    5. Consigli
  2. Abbronzatura artificiale
    1. Lampade abbronzanti
    2. Autoabbronzanti
  3. Rischi

Come ottenere un’abbronzatura rapida?

Con l’arrivo dell’estate tutti aspiriamo ad ottenere un’abbronzatura perfetta ma soprattutto rapida e duratura.

Avere una pelle dorata e luminosa priva di ogni impurità, non è necessariamente rimanere sotto il sole per ore. E’ infatti possibile ricorrere a diversi rimedi quali corretta alimentazione, utilizzo di giusti prodotti e soprattutto una è buona preparazione della pelle qualche giorno prima dell’esposizione .

Va considerato che la velocità della colorazione della pelle dipende da vari fattori, come: il fototipo, la preparazione della pelle nei mesi precedenti l’esposizione, i prodotti cosmetici che si applicano.

Il meccanismo della tintarella.

Il fattore che determina l’abbronzatura è la luce ultravioletta (UV), che stimola la melanina a scurirsi. Quest’ultima è un pigmento presente nella cute prodotto dai melanociti. La sua funzione è quella di proteggere la pelle e tutti i suoi apparati dalla luce solare, che li potrebbe danneggiare, infatti riesce ad assorbire la luce UV diventando bruna.

Esistono tre tipi di raggi UV:

Come preparare la pelle al sole.

La prima regola per ottenere una rapida abbronzatura  è quella di preparare la pelle al sole. E’ questa un’azione importante per evitare che l'esposizione ai raggi procuri danni alla pelle o scottature, ma anche per ottenere un’abbronzatura uniforme e priva di macchie che duri a lungo.

Alcuni giorni prima dell’esposizione è quindi opportuno pulire ed idratare la pelle con uno scrub delicato per eliminare le cellule morte. Anche la depilazione deve essere fatta qualche giorno prima di esporsi al sole per evitare irritazioni.

Cosa mangiare per abbronzarsi velocemente.

Anche l'alimentazione è fondamentale per ottenere un'abbronzatura perfetta.

In prossimità delle prime esposizioni al sole bisogna intensificare il consumo di cibi ricchi di beta-carotene e vitamina C, quindi agrumi, frutti rossi e frutta arancione, ed anche di verdure ed ortaggi contenenti selenio. Inoltre, è importante bere almeno due litri di acqua al giorno per mantenere una costante idratazione.

L’utilizzo delle creme solari.

La scelta delle creme solari è importante per proteggere la pelle da scottature ed evitare che si desquami, eliminando gli strati superficiali e di conseguenza l'abbronzatura ottenuta.

Per ottenere una tintarella duratura, oltre che rapida, non si può prescindere dall'utilizzo di una crema protettiva dei raggi UV.

Esistono diverse lozioni in commercio, classificate in base al SPF: fattore di protezione solare, che esprime la percentuale di raggi UV schermati.

Occorre impiegare sempre un filtro solare adatto per la propria pelle che tenga in considerazione il proprio fototipo: se si possiedono capelli chiari o rossi e pelle candida (fototipo 1) sarà molto difficile raggiungere un’abbronzatura intensa, proprio a causa di una quantità inferiore di melanociti presenti nella pelle. Se si hanno capelli scuri e pelle olivastra (fototipo 4), invece, ci vorranno meno ore al sole per prendere una tintarella ambrata.

Di seguito una tabella che aiuta a scegliere il tipo di protezione correlato al proprio fototipo:

Fototipo

SPF

1: Carnagione e capelli molto chiari

50/50+

2: Carnagione chiara e capelli biondi

50/30

3: Capelli castani e pelle chiara

20/25

4:Capelli castani e pelle poco sensibile al sole

20/15

5 :Capelli scuri e carnagione olivastra

15/10

6: Capelli e carnagione scura

10/6

E’ bene ricordarsi di spalmare la crema ogni 3-4 ore e dopo che ci si è fatti un bagno, se il prodotto non è resistente all'acqua.

Prodotti ed integratori per attivare la melanina in tempi brevi.

Esistono, in commercio vari prodotti per favorire ed intensificare l’abbronzatura in tempi brevi Che si dividono in:

Gli Integratori, da assumere costantemente a partire da un mese prima dell’esposizione al sole, si trovano in varie forme farmaceutiche, le più diffuse sono le compresse e le capsule classiche o in gel. I principi attivi, nella maggior parte dei casi sono:

Gli attivatori dell'abbronzatura sono sostanze che vengono estratte dalle piante o da proteine presenti nel nostro organismo, la cui funzione è quella di stimolare la produzione di melanina. Possono essere in spray o crema da utilizzare per alcuni giorni prima dell'esposizione al sole o anche durante l'esposizione.

I trucchi per una tintarella rapida e duratura.

Oltre ai prodotti e agli integratori, possono essere usate anche altre accortezze per avere una tintarella più intensa e perfetta, con poche esposizioni:

L'abbronzatura artificiale.

Per ottenere un'abbronzatura rapida durante tutto l’anno è possibile utilizzare metodi artificiali, come ad esempio le lampade abbronzanti o le creme autoabbronzanti.

Le lampade abbronzanti.

Per ottenere un effetto bronzato attraverso le lampade abbronzanti sono necessarie in media tre sedute nell’arco di una decina di giorni, mentre per mantenere l’abbronzatura si dovrebbe fare almeno una lampada a settimana, altrimenti nel giro di sei sette giorni l’effetto delle lampade si attenua fino a sparire del tutto, soprattutto in inverno. Quella delle lampade è quindi una soluzione abbastanza efficace per ottenere un'abbronzatura rapida e veloce, ma bisogna fare molta attenzione a non utilizzare lampade e docce solari con eccessiva frequenza; infatti, soprattutto nell’ultimo anno si è sentito sempre più spesso parlare dei possibili effetti nocivi che i raggi ultravioletti possono avere sulla pelle, per cui, sebbene sia ancora tutto da dimostrare, è sempre meglio cercare di usarle con moderazione.

Autoabbronzanti per un colorito ambrato senza sole.

Se si vuole arrivare al mare o in piscina già con un'abbronzatura perfetta, è possibile utilizzare autoabbronzanti, in crema o spray. Gli autoabbronzanti agiscono sullo strato più superficiale della pelle e regalano subito un colorito ambrato senza sole.

Il loro ingrediente fondamentale è il diidrossiacetone (DHA) un carboidrato che reagisce con le cellule epiteliali formando dei prodotti di colore scuro che rimangono sulla pelle donandole una "finta abbronzatura”.

I primi prodotti di questo tipo davano una colorazione arancione, poco gradevole ma, gli ultimi ritrovati creano un'abbronzatura molto naturale; l'importante è stenderli in modo corretto ed uniforme: preferendo un’applicazione con movimenti circolari ed utilizzando sempre un paio di guanti protettivi per le mani. L'unica accortezza è ripetere l'applicazione varie volte finchè non si raggiunge il colore desiderato e riapplicarlo quando la pelle si decolora. In caso di macchie basta aspettare che le cellule epiteliali più superficiali vengano sostituite, si può utilizzare uno scrub per accelerare il processo.

E’ bene sapere che non ci si può bagnare dopo l’applicazione del prodotto; inoltre, gli autoabbronzanti potrebbero lasciare residui sui vestiti e sulle lenzuola.

Un’abbronzatura veloce fa male?

Come abbiamo visto nel corso dell'articolo, un'abbronzatura rapida si può ottenere ma è opportuno sempre tenere sotto controllo la propria salute e non esagerare esponendosi per troppo tempo o per periodi prolungati. 

In un  Congresso della Società americana di oncologia clinica gli studiosi hanno  evidenziato che  un'esposizione al sole, priva degli opportuni accorgimenti e troppo lunga, aumenta il rischio di sviluppare tumori della pelle del 30%. Il melanoma è il più comune tumore della pelle dovuto alle radiazioni solari perché la luce UV causa alterazioni del DNA.

Oltre ai tumori la luce solare può causare:

Ricordiamo che l’articolo ha uno scopo puramente informativo.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Karen Angelucci
(Specialista in farmacia)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.