Zucca: proprietà, calorie e valori nutrizionali.

La zucca ha poche calorie e ottimi valori nutrizionali e molte proprietà che fanno bene a salute e forma fisica. Ricca di beta carotene, vitamine, omega 3 e minerali scopriamo quali sono in concreto i benefici che il suo consumo può garantire.

Zucca: proprietà, calorie e valori nutrizionali

    Indice Articolo:

  1. Calorie e valori nutrizionali
  2. Proprietà terapeutiche
  3. La zucca nella dieta
  4. Proprietà cosmetiche
  5. Come cucinarla
  6. Come conservarla
  7. Approfondimenti

Calorie e valori nutrizionali della zucca: un integratore naturale per il nostro organismo.

Valori nutrizionali della zucca

Esistono molteplici tipologie di zucche ma tutte hanno caratteristiche nutrizionali, proprietà organolettiche e quindi eccipienti benefici comuni. Se preferite la zucca gialla a quella rossa, o quella lunga a quella tonda non c’è alcun problema. Questo ortaggio è sempre caratterizzato dalla presenza al suo interno di un notevole contenuto di fibre, un buon apporto di vitamine A e C e una giusta dose di beta carotene. Senza dimenticare i minerali, tra cui troviamo calcio, fosforo, zinco e potassio.

Nella zucca poi il contenuto di grassi è veramente bassissimo, e tra questi è presente il grasso amico del cuore, l’Omega 3. Inoltre, la zucca è ricca di acqua e povera di zuccheri, il che fa sì che abbia davvero pochissime calorie, circa 15 kcal per 100 grammi.

La presenza di questi nutrienti rende la zucca un alimento fondamentale per la nostra dieta ed un utile strumento di prevenzione e supporto per svariate patologie e problematiche fisiche ed estetiche.

Le proprietà curative e terapeutiche dell’ortaggio: quali sono? ed a cosa sono dovute?

Proprietà benefiche della zucca

Ora vediamo in quali particolari casi la zucca può fornire un prezioso contributo alla nostra salute con le sue proprietà quasi medicinali:

  • Colite, infiammazioni intestinali, stitichezza ed emorroidi: l’importante quantità di fibre presenti nella zucca trova applicazione nella cura delle disfunzioni dell’apparato gastro-intestinale. Infatti, in caso di colite ed irritazioni del canale intestinale, questo ortaggio aiuta a ristabilire il normale funzionamento dell’intero apparato. Le sue proprietà lassative sono perfette anche per combattere stitichezza ed emorroidi, in quanto aiutano a modificare la composizione delle feci ed incidono sulla flora intestinale e sugli enzimi presenti nel colon. In questo modo diminuisce il tempo necessario alle feci per essere espulse e ristabilisce il corretto funzionamento dell’apparato gastro-intestinale.
  • Insonnia, ansia e stress: la zucca contiene al suo interno degli amminoacidi capaci di incidere sui livelli di ansia e stress del nostro organismo, riducendoli. Di conseguenza può essere considerata un buon rimedio contro l’insonnia, quando questa deriva dall’incapacità delle persone di controllare agitazione e sovraffaticamento psicologico. I ritmi frenetici della vita ed i problemi quotidiani, infatti, possono essere causa di disturbi del sonno e di un generale malessere psico-fisico. Per risolvere questi inconvenienti, una soluzione efficace potrebbe essere rappresentata dagli amminoacidi contenuti nella zucca certamente, ma ancor più efficace sarebbe prendersi un periodo di meritato riposo.
  • Ingrossamento della prostata: è questo un problema molto comune tra gli uomini, soprattutto quando l’età supera i 50. Una patologia fastidiosa, che può essere prevenuta e curata grazie mediante l’assunzione della zucca. Essa, infatti, sempre grazie alla presenza degli amminoacidi, è in grado di ridurre i sintomi di questa patologia. In che modo? Grazie all’alto contenuto di alanina, glicina ed acido glutammico, tre amminoacidi capaci di diminuire la sensazione e la necessità di minzione frequente, sintomi tipici dell’ingrossamento prostatico.
  • Tachicardia, la zucca è uno degli alimenti salva cuore per eccellenza. In essa, infatti, sono contenuti gli Omega 3 e il beta-carotene, un antiossidante, importanti alleati per la prevenzione di tutte le patologie cardiache. Per questo, il suo utilizzo è consigliato nei soggetti affetti da tachicardia e da problematiche che affliggono l’apparato cardiaco. 
  • Inoltre, la presenza di antiossidanti, fa sì che la zucca sia di aiuto anche nella prevenzione dei tumori e nel rinforzamento del sistema immunitario.
  • Batteri e micosi, la buccia della zucca, contrariamente a quanto si pensa, è commestibile e recentemente uno studio ha messo in luce che nella scorza di questo ortaggio sono contenute alcune proteine che sarebbero in grado di inibire il diffondersi di batteri e funghi, e perciò è attualmente al centro dell’interesse di sperimentali ricerche nel campo degli antibiotici. 

Quanta bisogna mangiarne per godere dei suoi effetti benefici?

Per poter beneficiare delle sue proprietà alimentari e curative è sufficiente quindi inserire la zucca nella propria dieta. L’ideale sarebbe consumarla almeno 2 o 3 volte la settimana, meglio se con modalità diverse, in modo da godere di tutti i suoi benefici senza stancarsi del suo sapore così particolare.

In questo modo ci si assicura un apporto notevole di minerali, fibre, vitamine, beta-carotene ed Omega-3, alleati importanti per un organismo sano e in forma e per tutti coloro che desiderano seguire uno stile di vita bilanciato.

La zucca fa ingrassare o dimagrire? Ebbene si, inserirla nella dieta può aiutare a tenersi in linea!

Ok, ora sappiamo che la zucca, oltre ad essere buona  fa anche bene,  e che quindi  bisognerebbe mangiarne tanta, sembra già molto ma gli aspetti positivi di quest’ortaggio non sono ancora finiti! Vista la presenza di pochissimi grassi e calorie all’interno della zucca, questa è perfetta per chiunque sia costretto a seguire una dieta bilanciata e/o un regime alimentare controllato, come gli obesi o i diabetici. In questo senso, è importante ricordare anche la presenza di fibre che aiutano ad aumentare il senso di sazietà ed a regolarizzare le funzioni intestinali. Un supporto davvero utile per tutti coloro che intendono seguire uno stile di vita sano e bilanciato. 

Approfondisci i molteplici benefici delle fibre e quali alimenti ne sono ricchi.

Come già detto è bene mangiare zucca 2 o 3 volte la settimana, facendo attenzione a cucinarla secondo modalità che non ne inficino le proprietà curative. Inoltre, in caso di aumentato fabbisogno, sarebbe opportuno assumerla sotto forma di integratore alimentare. In commercio se ne trovano moltissimi, tutti con formulazioni differenti, studiati per accontentare le esigenze più specifiche. 

Se avete dei dubbi circa la scelta dell’integratore alimentare a base di zucca più adatto alle vostre esigenze, il consiglio è quello di rivolgervi al medico e/ all’omeopata. 

Questi professionisti saranno sicuramente in grado di fugare ogni vostro dubbio.

I semi di zucca sono buoni, ma senza esagerare!

Discorso a parte va fatto per i semi di zucca contenuti nel cuore dell’ortaggio. Anche questi infatti  hanno importanti proprietà nutritive e benefiche:

  • ricchissimi di Omega 3, uno degli alleati del cuore sano,
  • di fitosteroli, sostanze che aiutano a ridurre il rischio di colesterolo,
  • con un alto contenuto di proteine e minerali che li rende un ottimo integratore per gli sportivi e per coloro che hanno bisogno di ricostituirsi.

Proprio per queste importanti proprietà nutritive, i semi di zucca sono fondamentali nella dieta. Possono essere mangiati crudi o tostati, e costituiscono uno snack sfizioso, anche se nel secondo caso soprattutto sarebbe bene non abusarne. Essi, infatti, contengono un numero abbastanza elevato di grassi e di calorie che li rende inadatti per coloro che devono seguire una dieta bilanciata.

Una volta stabilito che è necessario controllarne la quantità assunta, è bene sapere che i semi di zucca sono un ottimo rimedio per:

  • Combattere il famoso verme solitario, in quanto la cucurbitina (uno degli amminoacidi in essi contenuto) immobilizza la tenia e aiuta il suo distacco dalle pareti intestinali.
  • Calmare stress ed ansia in quanto ii semi di zucca contengono una sostanza detta L-Triptofano, utile nel tenere sotto controllo gli stati di agitazione. Essa, infatti, concorre a diminuire lo stress e ad aumentare la sensazione di calma, rendendo i semi di zucca alleati perfetti in tutti i casi di apprensione eccessiva.

Proprietà cosmetiche: la zucca ti fa bella!

Anche a livello estetico e cosmetico la zucca può essere impiegata per risolvere problemi e piccole imperfezioni cutanee. Essa, infatti, è perfetta per la realizzazione di maschere e scrub fatti in casa, ma è utilissima anche se assunta come alimento o integratore. Infatti, le sue proprietà lenitive, purificanti ed assorbenti, la rendono un perfetto ingrediente per cure cosmetiche ed estetiche. Ecco i principali utilizzi della zucca in campo estetico e cosmetico:

Ritenzione idrica.

Siccome la zucca e piuttosto ricca di potassio e di acqua, è perfetta per contrastare e ridurre la ritenzione idrica. In questo senso, ne è consigliata l’assunzione diretta come alimento, meglio se cucinata con metodi che aiutino a mantenerne invariate le proprietà. 

Inoltre, il succo ottenuto dalla spremitura della polpa della zucca è un ottimo diuretico, perfetto contro la ritenzione idrica. Per ottenere risultati efficaci è consigliabile berne un bicchiere intero tutte le mattine, prima di fare colazione.

Invecchiamento cutaneo

Grazie alla presenza degli antiossidanti, la zucca è un ottimo alleato nella lotta contro l’invecchiamento cutaneo causato dai radicali liberi. Questi ultimi, infatti, vengono contrastati proprio dagli antiossidanti, generando effetti visibili sull’epidermide. In questo senso, è consigliata l’assunzione della zucca, sia come alimento che come integratore.

  • Un’alternativa è data dalle creme e le maschere di bellezza che possono essere fatte anche in casa, aggiungendo alla polpa della zucca frullata miele o yogurt.
  • Pelli impure e/o secche: maschere e scrub alla zucca.

In caso di pelli impure, caratterizzate dalla presenza di punti neri e macchie cutanee, è consigliabile l’applicazione settimanale di una maschera a base di zucca. Questo ortaggio, infatti, ha molte proprietà emollienti, perfette per trattare questo tipo di pelle.

  • Potete realizzare la vostra maschera anche in casa, aggiungendo alla polpa di zucca frullata uno o due cucchiai di miele. Lasciate il composto in posa per almeno 10 minuti e vedrete che, una volta risciacquato accuratamente, la vostra pelle apparirà più compatta ed omogenea.

Un’altra soluzione efficace per chiunque avesse necessità di esfoliare la pelle (anche del corpo) è quella di utilizzare la polpa della zucca frullata per realizzare uno scrub delicato, ma efficace.

  • Il procedimento è piuttosto semplice: basta aggiungere alla polpa dell’ortaggio uno o due cucchiai di zucchero di canna ed uno e mezzo di olio (anche d’oliva). Il composto ottenuto può essere utilizzato per effettuare scrub sia sul volto, che sul corpo. Ricordatevi, però, di risciacquare accuratamente le aree trattate.

Per chi ha la pelle secca, il beta-carotene contenuto nella zucca è davvero una manna dal cielo. Anche in questo caso è consigliabile l’applicazione di una maschera una o due volte la settimana, dopo aver pulito accuratamente la zona da trattare.

Abbronzatura.

La zucca contiene una buona dose di beta-carotene, un eccipiente in grado di stimolare direttamente la melanina, favorendo l’abbronzatura. Inoltre, la buccia della zucca è ricca di carotenoidi, sostanze che consentono di fissare l’abbronzatura e, grazie alle loro proprietà lenitive, di diminuire i dolori causati dalle scottature solari.

Unghie e capelli fragili.

In caso di unghie e capelli fragili e secchi, tendenti a spezzarsi, la zucca può essere una valida soluzione. Essa, infatti, contiene beta-carotene, una sostanza capace di stimolare proprio la crescita di unghie e capelli, grazie alla sue proprietà fortificanti.

  • Per le unghie fragili è consigliabile un massaggio con dell’olio essenziale, ricavato dai semi dell’ortaggio.

Il problema delle unghie fragili può essere legato a carenze alimentari. Scopri cosa mangiare e gli altri possibili rimedi naturali per contrastare questo inestetismo!

  • Mentre per i capelli secchi è bene optare per un impacco a base di polpa di zucca frullata e balsamo neutro.

Semi di zucca per la cura del corpo.
Anche i semi di zucca possono essere utili nella cura del corpo, vediamo come.

Sminuzzando i semi di zucca, è possibile ottenere un efficace scrub fatto in casa. Infatti, è sufficiente aggiungerli alla crema idratante che utilizzate solitamente o al bagnoschiuma per ottenere un composto da massaggiare sulla superficie interessata.

Dai semi di zucca si ricava un olio benefico piuttosto utile in campo fitoterapico ed estetico. Esso, infatti, vede un’elevata concentrazione di tutti gli eccipienti dell’ortaggio. Per questo può essere impiegato nel trattamento di pazienti con sindrome dell’intestino irritabile e calcoli renali.

Inoltre, quest’olio essenziale è perfetto per fare massaggi rilassanti, ma anche estetici, volti alla riattivazione e stimolazione della circolazione sanguigna.

La zucca in cucina: come cucinarla per mantenere le sue proprietà benefiche?

La zucca è uno degli alimenti più versatili in cucina. Infatti, è perfetta per la realizzazione di numerosi piatti, dai primi, ai dolci. Un esempio potrebbe essere la Vellutata di zucca, un ottimo primo piatto per l’inverno, oppure la Marmellata di zucca, buonissima per preparare una crostata originale e salutare. Le possibilità e le ricette sono infinite, ma per poter mantenere invariate le proprietà benefiche della zucca è necessario seguire alcuni accorgimenti.

Se vi state chiedendo quale sia il modo migliore per cucinare la zucca senza alterare le sue proprietà, la risposta è piuttosto semplice. Infatti, la soluzione migliore è quella di procedere con la cottura a vapore (anche tra due piatti) della polpa. Qualora dovessero essere presenti molti filamenti, poi potrete eliminarli frullando il tutto in una purea.

Un altro metodo molto usato è far lessare l’ortaggio in acqua bollente, salata. In questo caso, però, il rischio di disperdere nel vapore le sostanze benefiche contenute nella zucca è piuttosto elevato. Per diminuirlo, è consigliabile procedere con una cottura molto veloce, che consenta giusto di ammorbidire la polpa.

Infine, un metodo meno utilizzato, ma molto efficace è quello della cottura in forno. Il meccanismo è piuttosto semplice: è sufficiente riporre la zucca, tagliata a metà, nel forno e farla cuocere fino a quando la superficie non appaia come rinsecchita. Vedrete che, in questo modo, il sapore della zucca verrà esaltato e reso ancora più delicato.

Potrebbe interessarvi anche il fatto che la zucca può essere mangiata cruda, per esempio mischiata all’insalata oppure centrifugata e bevuta sotto forma di succo. Il vantaggio nell’assunzione della zucca cruda è che il suo contenuto vitaminico rimarrà intatto.

Varietà e caratteristiche: la grande famiglia delle zucche. 

Approfondiamo un po’ il variegato mondo delle zucche, partendo dalle origini. Membro della famiglia delle Cucurbitacee, la zucca è originaria dell’America Centrale, nello specifico del Messico. Per questo motivo, essa arrivò sulle nostre tavole, insieme a pomodori e mais, solo dopo la scoperta dell’America. Si pensa che l’etimologia del nome sia da far risalire alla parola latina cocutia, ovvero testa, anche se le diverse opinioni in merito rendono l’interpretazione piuttosto incerta.
Esistono numerose varietà di zucca che possono essere ricondotte a quattro famiglie principali:

  • Cucurbita Maxima;
  • Cucurbita Moscata;
  • Cucurbita Pepo;
  • Cucurbita Melanosperma.

Le prime due sono le cosiddette zucche da inverno, mentre le seconde appartengono a quella categoria che comunemente è chiamata zucchini. Ma anche all’interno di queste famiglie i tipi di zucca sono veramente tanti e cambiano tra di loro per colore, forma e dimensione. Eravate forse convinti che esistesse solo la zucca di Halloween? Niente affatto, quando si tratta di zucche abbiamo di certo l’imbarazzo della scelta: zucca gialla, rossa, bianca o verde, e poi può essere tonda o lunga, dalla buccia liscia o ruvida. Tra le più famose possiamo ricordare la Marina di Chioggia, la lunga piena di Napoli, l’Avalon, la Violina e la Frisco.

Nonostante le numerose tipologie, però, la zucca mantiene intatte le sue caratteristiche principali, ovvero una polpa ricca e densa, spesso filamentosa, dal sapore più o meno dolciastro. I valori nutritivi e le proprietà benefiche allo stesso modo non subiscono grandi variazioni, e anche i semi che troviamo all’interno hanno la stessa utilità, sia impiegati in cucina, che come rimedi fitonaturali. Vi raccomandiamo solo di fare un pò di attenzione, perché non tutte le zucche sono commestibili, alcune infatti sono delle bellissime piante ornamentali, ma non provate a cucinarle!

Metodi di conservazione: un ortaggio che dura nel tempo!

Per poter ben conservare una zucca e fare in modo di non disperderne le proprietà benefiche è necessario seguire alcuni semplici accorgimenti.

  • Se avete una zucca fresca, non ancora cotta, potete conservarla comodamente in frigorifero anche per 2 o 3 giorni, purché l’avvolgiate nella pellicola trasparente. Questa precauzione è necessaria per scongiurare i rischi di disidratazione dell’ortaggio.
  • Se, invece, intendete riporla nel freezer, il modo migliore per farlo è quello di sbollentarla per pochissimi minuti e di conservarla negli appositi sacchetti, privata della buccia.

La zucca è uno dei pochi ortaggi che può essere conservato anche per lunghi periodi di tempo senza ricorrere alla congelazione. Infatti, se riposta nel modo ottimale, essa può resistere anche per molti mesi. Il segreto è quello di conservarla intera, in un luogo asciutto e buio. Al riparo da luce ed umidità.

Qualche piccola curiosità per scegliere la zucca!

La zucca è un ortaggio dalla storia antica e ricca, impiegato da secoli nella cucina e come rimedio per alcuni dei più diffusi disturbi fisici e cosmetici. Inoltre, è piuttosto semplice da coltivare, perciò se anche voi volete provare a farlo, ricordate che il periodo ideale per la semina dell’ortaggio è quello compreso tra marzo ed aprile, mentre quello del raccolto va da fine estate ad inizio novembre. Un unico accorgimento: la zucca per maturare necessita di molta acqua, tanto che dev’essere annaffiata quotidianamente. Il momento giusto per raccoglierla? Semplice, quando percuotendola suona a vuoto. 

Lo stesso trucco vale quando vi recate al supermercato: comprate zucche intere solo se producono quel particolare rumore. Per quelle a pezzi verificate sempre che non siano troppo secche o disidratate, ma che la polpa risulti bella piena e ricca. 

E siccome della zucca non si butta via niente, provate i suoi fiori: impastellati e fritti sono una vera prelibatezza, ma anche crudi nell’insalata risultano davvero delicati.

Ma non è tutto qui! Infatti, la zucca è da sempre stata utilizzata anche per la creazione di ciotole e contenitori per alimenti. Un impiego non insolito se si pensa alla resistenza della sua buccia una volta seccata. Quindi avere una zucca per casa può sempre esservi utile!

Supervisione: Collaboratore: Cristiana Tumedei

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Zucca: proprietà, calorie e valori nutrizionali"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...