Semi di zucca: calorie, valori nutrizionali, proprietà e controindicazioni.

Ricchi di energia e di proprietà benefiche, i semi di zucca possono essere consumati in tantissimi modi diversi. Gustosi e versatili, fanno bene all’organismo ma attenzione a non abusarne per evitare i possibili effetti collaterali.

Semi di zucca: calorie, valori nutrizionali, proprietà e controindicazioni

    Indice Articolo:

  1. Calorie e valori nutrizionali
  2. Proprietà e benefici
  3. Controindicazioni
  4. Approfondimenti

Calorie e valori nutrizionali dei semi di zucca.

I semi contenuti nella polpa della zucca vengono utilizzati come snack tostati e salati o decorticati al naturale. Alcuni tipi di semi di zucca, in particolare quelli verdi, non hanno bisogno neppure di essere sbucciati perchè possiedono un tegumento morbido che consente di mangiarli così come sono.

Calorie e valori nutrizionali dei semi di zucca

Essendo semi oleosi sono abbastanza calorici: in 100 grammi, infatti, sono contenute ben 600 kcal ripartite in:

  • carboidrati 10,7 grammi
  • proteine 30 grammi
  • grassi 49 grammi

Tuttavia, i grassi contenuti nei semi di zucca sono soprattutto grassi insaturi appartenenti alla famiglia degli omega tre, i cosiddetti grassi buoni, essenziali per l’organismo. I semi, inoltre sono ricchi di fibre soprattutto insolubili.

Approfondisci i benefici dei grassi insaturi.

Abbondante è la quantità di sali minerali come zinco, fosforo, magnesio e ferro ma anche di vitamine quali la C, la E e la K. Tuttavia il contenuto in vitamine diminuisce nei semi che subiscono la tostatura essendo questa un processo che utilizza le alte temperature.

Proprietà e benefici di questi semi oleosi.

I semi di zucca contengono vitamine, sali minerali, omega tre e amminoacidi che li rendono un alimento energetico e salutare.

Le proprietà benefiche per il nostro organismo sono:

  • per l’intestino. I semi di zucca sono utili in caso di stitichezza in quanto ricchi di fibre insolubili che aumentano il volume delle feci facilitandone l’espulsione. Inoltre, grazie alla presenza di un particolare amminoacido, la cucubitina, i semi di zucca possiedono un’efficace azione vermifuga.
  • Contro il colesterolo. Gli omega tre contenuti nei semi di zucca aumentano i livelli di HDL, particolari molecole deputate al trasporto e all’espulsione del colesterolo in circolo.
  • Diabete. I semi di zucca contengono pochi zuccheri, cosa che li rende adatti al consumo anche in caso di diabete. Inoltre l’elevata quantità di fibre limita l’assorbimento intestinale dei carboidrati così da essere utili anche nel contesto di diete dimagranti.
  • Prostata. L’assunzione di semi di zucca aiuta a prevenire le patologie tumorali della prostata grazie alla presenza di betasteroli, fitormoni in grado di inibire la produzione endogena di diidrosterone un derivato del testosterone, implicato nell’innesco della proliferazione delle cellule della prostata. Inoltre i semi di zucca favoriscono i processi di erezione maschile in quanto contengono buone quantità di zinco, minerale essenziale per il funzionamento dei corpi cavernosi, strutture deputate appunto all’erezione.
  • Capelli. L’inibizione della trasformazione di testosterone in diidrosterone da parte dei betasteroli presenti nei semi di zucca, favorisce la ricrescita dei capelli. Infatti, la caduta dei capelli, molto frequente negli uomini, è causata proprio dalla produzione di diidrosterone che provoca, a livello del cuoio capelluto, l’indebolimento dei bulbi.

Quanti mangiarne? Dosi giornaliere.

I semi di zucca sono particolarmente energetici contenendo molte calorie, per questo è bene non superare le dosi giornaliere consigliate corrispondenti a circa 20 grammi al giorno.Inoltre, essendo particolarmente versatili possono essere consumati in modi diversi: crudi, sbucciati, ossia privati dell’involucro esterno più duro, o tostati e salati.I semi di zucca possono essere consumati a colazione magari aggiunti nello yogurt, o nei cereali, ma possono essere utilizzati anche per guarnire zuppe, minestre, vellutate e insalate.

Controindicazioni ed effetti collaterali.

I semi di zucca possono apportare controindicazioni soprattutto se ingeriti in elevate quantità...

  • ipertensione. I semi di zucca tostati, molto spesso, si trovano in commercio arricchiti con il sale che oltre a renderli più gustosi aiuta a conservarli per più tempo. Tuttavia l’aggiunta del sale è deleteria per chi soffre di ipertensione in quanto il sodio non fa che aumentare ancora di più la pressione sanguigna.
  • Fanno ingrassare. I semi di zucca contengono olii che se pur benefici per l’organismo apportano comunque molte calorie. Per non ingrassare, quindi è meglio evitare grosse scorpacciate!
  • Per i celiaci. I semi di zucca sono naturalmente privi di glutine, tuttavia la tostatura e la lavorazione avviene spesso in stabilimenti che lavorano anche altri alimenti che contengono glutine. Per evitare i sintomi da intolleranze i celiaci devono sempre leggere l’etichetta per accertarsi che i semi di zucca non abbiano subito contaminazione da glutine.

.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Valentina Coviello (Biologa)

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Semi di zucca: calorie, valori nutrizionali, proprietà e controindicazioni"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...