Latte di curcuma: proprietà, controindicazioni e ricetta del latte d’oro

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Valentina Coviello
(Specialista in biologia e nutrizione)

Tipica ricetta orientale, il latte di curcuma o latte d’oro, rappresenta un concentrato di antiossidanti e di proprietà benefiche per l’organismo. Ma possiede delle controindicazioni? Scopriamo insieme benefici e la ricetta del latte di curcuma...

    Indice Articolo:
  1. Cos'è
    1. Ricetta
  2. Valori nutrizionali
    1. Calorie
  3. Proprietà
  4. Benefici
    1. Articolazioni
    2. Tosse e raffreddore
    3. Diarrea
    4. Digestione
    5. Cancro
    6. Fa dimagrire?
  5. Controindicazioni
    1. Calcoli biliari
    2. Ulcera
    3. Gravidanza e allattamento
  6. Quantità giornaliera

Latte di curcuma: cos'è?

Il latte di curcuma, o definito per via del suo colore “latte d’oro”, è una preparazione, tipica della cucina orientale, a base di latte vegetale e curcuma, una spezia dal sapore intenso e pungente simile allo zenzero, conosciuta per le sue importanti proprietà e che conferisce al latte il colore oro.

Il latte di curcuma non viene venduto, generalmente, in quanto va preparato al momento. Invece, la curcuma si acquista nei negozi bio e nelle erboristerie (costo pari a circa 10 euro la confezione da 600 grammi), mentre il latte di riso e di avena sono reperibili in qualsiasi supermercato (costo pari a circa 2,00 euro la confezione da un litro).

Come si fa? La ricetta.

Fare il latte di curcuma è abbastanza semplice:

Valori nutrizionali del latte di curcuma.

Il latte d'oro è un alimento con poche calorie provenienti soprattutto dai carboidrati.

100 g di latte contengono:

Calorie.

100 g di latte d'oro contengono circa 70 kcal

Le numerose proprietà del latte d'oro.

Le proprietà del latte d’oro sono ascrivibili soprattutto alla presenza di curcuma, estratta dalla radice di una pianta diffusa in India.

In particolare nella curcuma il principio attivo è rappresentato dalla curcumina, pigmento di colore giallo oro dalle numerose proprietà che unite a quelle del miele, della cannella e dell’olio di mandorle rende il latte d’oro prezioso per l’organismo:

I benefici per l'organismo.

Grazie alle proprietà sopraelencate il latte d'oro è molto utilizzato nella medicina popolare che ritiene la bevanda capace di apportare alcuni benefici.

Protegge le articolazioni.

Delle proprietà antinfiammatoria del latte di curcuma giovano in primis le articolazioni che, soprattutto gli sportivi sollecitano spesso. Non a caso i maestri di yoga consigliano il latte d’oro per migliorare la salute delle articolazioni prevenendone l’infiammazione.

Contrasta le affezioni respiratorie.

la curcumina ma anche della cannella inibiscono la crescita batterica. Questa azione, unita alle proprietà antinfiammatorie della curcumina sono utili in caso di tosse e raffreddore, rendendo il latte d’oro un prezioso alleato contro le patologie da raffreddamento.

Previene la diarrea.

Il potere disinfettante dei tannini della cannella e della curcumina sono efficaci anche nel contrastare la disbiosi intestinale, caratterizzata da uno squilibrio della flora intestinale causato dalla proliferazione di alcune popolazioni batteriche e causa di diarrea e flatulenza. In più, il latte d’oro viene fatto con latte vegetale che rispetto a quello vaccino è meglio tollerato da chi soffre di colon irritabile e può essere consumato da chi è intollerante al lattosio

Aiuta la digestione.

I tannini della cannella e la curcumina stimolano la secrezione gastrica e quindi la digestione. L’aumento della peristalsi dello stomaco, a sua volta, stimola la produzione di bile da parte del fegato e la sua secrezione nell’intestino da parte della cistifellea, favorendo così l’intera “macchina” digestiva.

Aiuta nella prevenzione del cancro.

Il latte d’oro contiene moltissimi antiossidanti di diverso tipo: i fenoli del miele, la curcumina, i tannini della cannella e le vitamine D ed E dell’olio di mandorla. L’azione antiossidante di questi composti consiste nell’inattivazione di molecole fortemente reattive, note come radicali liberi, che danneggiano le cellule e il loro DNA provocando l’insorgenza di tumori.

Fa dimagrire?

Il latte di riso o di avena hanno pochissime calorie e sono adatti a chi è a dieta. Inoltre la curcumina promuove la mobilizzazione dei grassi dal tessuto adiposo e la loro utilizzazione per la produzione di energia nell’organismo.

Inserire inoltre il latte d’oro nella dieta, fa sentire meno la sensazione di fame in quanto stimola la produzione di leptina, un ormone che regola il senso di sazietà.

Controindicazioni al suo consumo.

Le controindicazioni del latte di curcuma sono legate soprattutto alla presenza della curcumina che rendono questa bevanda sconsigliabile in caso di:

Calcoli biliari.

Il fatto che la curcumina esplichi un’azione stimolante la secrezione biliare, rende il suo consumo non adatto in presenza di calcoli alla colecisti, che, con l’aumento dell’espulsione della bile potrebbero muoversi verso i dotti escretori provocandone la parziale occlusione e dolore.

Ulcere e gastrite.

Il latte di curcuma stimola la secrezione gastrica cosa che peggiora i sintomi di eventuali gastriti o ulcere alla stomaco.

Gravidanza e allattamento.

Gli effetti della curcumina e dei tannini della cannella sul feto non sono ancora noti ma si ipotizza che possano avere effetti tossici sul fegato. Per precauzione, quindi, viene sconsigliata l’assunzione di latte di curcuma in gravidanza e durante l’allattamento.

Ma quanto assumerne?

La quantità di latte di curcuma consigliata giornalmente è legata alla quantità di curcumina presente nella radice di curcuma che può variare tra l’1 e il 5 % in base alla specie ed al terreno in cui la pianta viene coltivata.

In media la dose giornaliera di radice deve aggirarsi intorno ai 2 grammi di radice essiccata pari ad un bicchiere di latte preferibilmente a colazione.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Valentina Coviello
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.