Frutta secca: proprietà e benefici. Fa ingrassare? Calorie e valori nutrizionali

Buona ed invitante, la frutta secca è ricca di proprietà e, nelle giuste dosi, apporta notevoli benefici. Il suo essere priva di colesterolo le offre un posto nelle diete ma... fa ingrassare? Quali sono i suoi valori nutrizionali e quante calorie possiede?

    Indice Articolo:
  1. Calorie e valori nutrizionali
  2. Proprietà e benefici
    1. Fa ingrassare?
  3. Proprietà e benefici
  4. Effetti collaterali
  5. Quando e quanta mangiarne?

Alla scoperta della frutta secca: tipologie, calorie e valori nutrizionali.

Per frutta secca si intende una grande varietà di frutta che viene essiccata per essere conservata più a lungo. Ma il processo di essiccazione, oltre a conferire alla frutta una minore deperibilità, comporta anche una maggiore concentrazione di zuccheri ed altre sostanze in essa presenti, rendendola ricca di nutrienti e buonissima!

Le proprietà organolettiche e nutrizionali della frutta secca variano molto a seconda che si tratti di:

La frutta secca glucidica è generalmente meno calorica rispetto a quella oleosa a parità di peso. Per esempio, 100 g di mele essiccate posseggono circa 400 kcal, mentre 100 g di noci hanno ben 689 kcal.

In generale il contenuto calorico della frutta secca oleosa non è mai inferiore alle 600 kcal (nocciole secche 655 kcal, mandorle secche 603 kcal, pistacchi 608 kcal....), mentre la frutta secca glucidica non supera le 400 kcal (per esempio: prugne secche 220 kcal ; datteri secchi 252 kcal..)

Ora che ne conosciamo l’apporto calorico, cerchiamo di capire quali sono i suoi valori nutrizionali. L’alta concentrazione della frutta secca, la rende ricchissima di elementi nutritivi: grassi innanzitutto, ma anche vitamine, sali minerali e fibre.

Proprietà e benefici: a cosa ed a chi fa bene mangiarla.

Nutriente, buona e fonte di vitamine e sali minerali, la frutta secca è uno degli alimenti più apprezzati in tutto il mondo.... ma quali sono le sue proprietà?

E sono proprio queste sue qualità benefiche che rendono la frutta secca addirittura consigliata per alcune categorie di persone. Ne farai parte anche tu? Vediamo insieme quali sono:

Il rapporto con linea: la frutta secca fa ingrassare?

La frutta secca è sicuramente salutare ma ipercalorica, quindi...sì, fa ingrassare.

Sgranocchiare noccioline o pistacchi con un aperitivo,o concludere un pasto abbondante come quello natalizio con frutta candita, sono abitudini sbagliate.

Le calorie della frutta secca vanno a sommarsi con quelle delle bevande alcoliche o dei soft- drink, o dei pranzi o cene esagerate. Il consumo di frutta secca sia glucidica che lipidica, invece, dovrebbe essere moderato in modo da ottenere l’effetto opposto!

Infatti, nonostante la frutta secca sia calorica, il suo utilizzo può essere utile per dimagrire. Nel contesto di una dieta ipocalorica, è utile consumare una quantità modica di frutta secca al giorno, soprattutto oleosa, perché gli omega 3 sono in grado di inibire la produzione di leptina un ormone che causa il rallentamento del metabolismo.

Approfondisci le caratteristiche di una dieta ipocalorica sana ed equilibrata.

Gli effetti collaterali di questo tipo di frutta.

I valori nutrizionali della frutta secca la rendono adatta in svariate situazioni tuttavia non è esente da controindicazioni. Vediamo quali e perché è meglio non abusare con le quantità...

E se poi arrivano i brufoli? Un mito da sfatare.

La frutta secca oleosa è spesso e ingiustamente accusata della comparsa di brufoli sul viso. Non è così! L’eccessiva produzione di sebo, in realtà, può scaturire, oltre che da squilibri ormonali come nel caso dell’acne, anche da un’alimentazione troppo ricca di grassi saturi. Noci, nocciole, mandorle, arachidi, invece, contengono acidi grassi insaturi soprattutto omega 3 e 6. Anzi gli omega 3 svolgono un ruolo importante per la pelle: entrano a far parte del derma rendendo la pelle più morbida ed elastica e svolgono la funzione di moderatore dell’infiammazione. Quindi, un’alimentazione che prevede il consumo quotidiano di frutta secca è particolarmente utile in caso di dermatiti e pelle secca.

Quanta frutta secca mangiare e quando? Tutti i segreti per un consumo responsabile.

La frutta secca fa bene, non c’è dubbio, ma essendo ipercalorica e non priva di controindicazioni, va mangiata con moderazione: la porzione giornaliera si aggira intorno a 30g per quella oleosa e 40- 50g per quella glucidica (150-200 kcal circa). A meno che l’obiettivo non sia ingrassare è meglio non mangiarla di sera! Il momento migliore per consumare frutta secca è sicuramente al mattino: le calorie assunte verranno poi smaltite nell’arco della giornata, ma anche come spuntino pomeridiano. In ogni caso,l’apporto di zuccheri di quella glucidica si può completare con l’apporto proteico e lipidico leggero di uno yogurt, mentre, il contenuto di grassi insaturi e proteine di quella oleosa si può abbinare all’apporto glucidico di un frutto fresco.

Adesso basta chiacchiere! Cosa state aspettando?

Mandorle per l’umore, noci per il cuore, pinoli per l’energia: una manciata di frutta secca vi sta aspettando per rendere più dolce la vostra giornata (ed anche più sana)!

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Valentina Coviello (Biologa) - Dottoressa Teresa Spadaro

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP