Citronella: proprietà, usi ed effetti collaterali

Consulente Scientifico:
Dottoressa Jessica Zanza
(Specialista in farmacia, farmacoterapia, nutrizione e fitoterapia)

La citronella, conosciuta soprattutto come rimedio antizanzare, é un’erba dalle svariate proprietà, alcune delle quali oggetto di numerosi studi. Scopriamone gli usi e gli effetti collaterali.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Proprietà
  3. Controindicazioni
  4. Usi 
    1. Terapeutici
    2. Come repellente
    3. Estetici
    4. Alimentari

Caratteristiche della citronella.

 Il termine citronella sta ad indicare le specie appartenenti al genere Cymbopogon, della famiglia delle Poaceae (ex Graminaceae).

Si tratta di piante erbacee perenni, cespugliose, dotate di radici fibrose. Il fusto, che raggiunge un’altezza media di poco superiore al metro, é liscio e lucido; le foglie sono dotate di una lamina nastriforme che può raggiungere il metro di lunghezza. I fiori si raccolgono per formare un’infiorescenza a pannocchia molto ampia e pendula.

L’habitat naturale é rappresentato dalle regioni tropicali e subtropicali, come il sud-est asiatico (India, Taiwan, Indonesia, Sri-Lanka) e l’America centrale, molto calde e umide.

Le precipitazioni abbondanti, nonché un terreno ricco in humus, sono fondamentali - oltre che per la crescita della pianta - anche per una buona resa di essenza.

Olio essenziale di citronella

Dalle foglie del Cymbopogon si estrae, attraverso distillazione in corrente di vapore, un’essenza giallo-marroncina, con un profumo che richiama quello del limone.

Le specie più utilizzate per l’estrazione sono il C. winterianus (detto anche citronella di Giava) e il C. nardus (o citronella di Ceylon, l’odierno Sri-Lanka), sebbene - da qualche anno a questa parte - venga utilizzato anche il C. citratus.

Tra tutte, la citronella di Giava é quella che permette di ottenere rese maggiori di olio essenziale.

Approfondisci i tipi e le proprietà degli oli essenziali.

Composizione

Come tutti gli oli essenziali, anche quello di citronella é costituito da una miscela di molecole estremamente volatili e lipofile (affini ai lipidi); si tratta soprattutto di monoterpeni, responsabili della sua profumazione caratteristica. Tra questi:

La percentuale dei componenti può subire delle variazioni a seconda della specie utilizzata.

 

Proprietà di questa erba.

 

Sebbene la citronella sia utilizzata da tempi immemori nella medicina tradizionale di diverse popolazioni, come quelle del sud-est asiatico, quelle latino-americane e quelle dell’Africa orientale (isole comprese, come le Seychelles), é solo da pochi anni a questa parte che é stata resa oggetto di numerosi studi (anche su volontari umani), dai quali sono emersi dei dati molto promettenti.

I numerosi effetti di quest’erba sono imputabili all’olio essenziale e, in particolar modo, al citrale. Vediamoli in dettaglio.

Controindicazioni ed effetti collaterali.

 

Sebbene sia un rimedio naturale, l’uso della citronella non é esente da rischi, infatti:

 

Principali impieghi della citronella.

 Le proprietà dell’essenza giustificano l’impiego della citronella in diversi ambiti, da quello curativo a quello cosmetico. Scopriamoli.

Usi terapeutici.

Uso come repellente.

Come abbiamo già accennato, i componenti dell’essenza svolgono un’azione repellente nei confronti di insetti e parassiti di vario tipo. Il mercato offre una vasta gamma di prodotti a base di citronella, quali:

Rimedi insetto-repellenti fai da te

Qui di seguito riportiamo alcune semplici dritte per la preparazione casalinga di rimedi insetto-repellenti. Scopriamoli.

Spray repellente.

Prepariamo uno spray ad uso umano con pochi e semplici ingredienti.

  • Miscela di oli essenziali: olio di citronella (8 gocce), olio di geranio (5 gocce), olio di lavanda (3 gocce), tea tree oil (2 gocce);

  • Olio di mandorle dolci;

  • Alcool etilico al 95% per uso alimentare.

In una boccetta dotata di vaporizzatore (capacità 75ml), ponete circa 50 ml di alcool e gli oli essenziali. Quindi, portate a volume con l’olio di mandorle e agitate la miscela.

Agitate anche prima dell’uso.

Per preparare uno spray ad uso ambientale, sostituire l’olio di mandorle con acqua.

Candele alla citronella.

Per la preparazione di queste candele profumate occorrono:

  • Cera in cristalli;

  • Pastelli colorati in cera (opzionali)

  • Stoppino per candele;

  • Colla a caldo;

  • Vasetti in vetro, puliti e disinfettati.

  1. Incolliamo lo stoppino sul fondo di un vasetto.

  2. Fondiamo la cera a bagnomaria (per dare un tocco di colore possiamo aggiungere anche i pastelli colorati);

  3. Aggiungiamo l’essenza (3 gocce per candele piccole, 5 per candele grandi)

  4. Misceliamo e versiamo la cera fusa nel vasetto.

  5. Lasciamo solidificare.

N.B. Onde evitare che lo stoppino sia d’intralcio, avvolgiamo l’estremità libera ad un bastoncino in legno da porre di traverso sopra il vasetto, quindi fissiamolo con una molletta.

Sacchetti antitarme.

Riempite dei sacchetti con trucioli imbevuti di essenza, e appendeteli negli armadi.

Usi cosmetici della citronella.

Il citronellolo, un componente dell’essenza, viene utilizzato per rendere gradevole la profumazione di detergenti e prodotti idratanti. Dal momento che rientra nella lista degli allergeni, la legge impone che venga indicato in etichetta nei seguenti casi:

Le proprietà antisettiche della citronella ne consentono l’impiego per purificare la cute e il cuoio capelluto, nonché per ridurre la formazione dei cattivi odori (dovuti alla fermentazione del sebo attuata da batteri e funghi). Vediamo alcune strategie.

  • Per un effetto antiodorante, aggiungete dell’olio essenziale all’acqua per il pediluvio (2 gocce) o per il bagno (20 gocce), Come step successivo, o in alternativa, potreste miscelare gli oli essenziali (3 gocce di citronella e 2 gocce di menta) ad una crema base, e applicarli nei piedi perfettamente puliti.

  • Per purificare il cuoio capelluto, in caso di seborrea e forfora grassa, aggiungete poche gocce allo shampoo.

  • Chi soffre di micosi cutanee può miscelare qualche goccia di essenza al bagnoschiuma.

Usi alimentari.

Le foglie di citronella sono ampiamente utilizzate nella cucina asiatica, soprattutto quelle vietnamita e tailandese. Può essere fatta cuocere con gli altri ingredienti, oppure può essere buttata nella brace per aromatizzare l’arrosto. Viene utilizzata per la preparazione di:

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Jessica Zanza (Farmacista)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP