Cattivo odore intimo

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Molte donne e molti uomini soffrono di problemi relativi al cattivo odore intimo. Tale fastidio può essere dovuto ad un mix di cause concatenate che unite tra loro provocano l’effetto indesiderato. Sicuramente lo stile di vita e l’alimentazione possono influenzare, così come un’eccessiva sudorazione della pelle. Pertanto è sempre importante fare riferimento ad una vita sana ed equilibrata che combatta gli eccessi, in particolare quelli dovuti al fumo, all’alcool ed allo stress.

Alimentazione, stile di vita e cattivo odore intimo.

Inoltre, anche la dieta a cui ci si sottopone dovrebbe essere sana e quindi ricca di frutta e verdura nonché di omega tre, e povera invece di alimenti ricchi di grassi saturi. Ad ogni modo è bene chiarire che non sempre seguire dei comportamenti sani può essere sufficiente, in alcuni casi infatti il cattivo odore intimo può essere indicatore di problemi più gravi ed importanti che rivestono soprattutto l’apparato genitale, pertanto se il problema è persistente, duraturo e stenta ad andar via nonostante un costante lavaggio, è consigliabile recarsi da uno specialista, un andrologo o un ginecologo e di farsi visitare, senza timori né imbarazzo. Potrebbe essere che tu sia vittima di un’infezione batterica o do una candida, quindi è meglio prevenire con un controllo che non agire o agire a scoppio ritardato, quando ormai il problema non si può più prevenire, ma può e deve essere soltanto curato. Invece, se il problema è più blando, potrà essere risolto con qualche trucco naturale o con il ricorso a medicinali appositi e lavande farmacologiche.

Come prevenire il cattivo odore intimo.

Un cattivo odore intimo, di blanda entità, potrebbe essere causato da un semplice aumento della normale secrezione fisiologica, magari causata da abitudini di vita che comportano un particolare stress emotivo, ansia o condizioni di sovraeccitazione ormonale. Oltre a cercare di riportare la propria vita su binari di maggior equilibrio sia fisico che mentale, si può cercare di attenuare l’effetto del cattivo odore intimo in modo semplice ed in particolare indossando dell’intimo di cotone puro e utilizzando per  igiene intima del sapone di Marsiglia, o un prodotto confezionato appositamente e magari venduto in farmacia.

Indossare biancheria adeguata.

E’ molto importante avere sempre cura del proprio apparato genitale, quindi è bene cautelarlo da infezioni e dal contatto con superfici sporche o potenzialmente non perfette. Pertanto, è opportuno indossare dell’abbigliamento intimo particolarmente confortevole, di cotone e preferibilmente di colore bianco. Tutti gli altri tessuti infatti possono risultare particolarmente stressanti per le parti intime e quindi andrebbero eliminati dal guardaroba, o quanto meno limitati alle occasioni particolari.

Lavaggi con sapone di Marsiglia.

Se preferite i rimedi naturali a quelli farmacologici, recatevi in erboristeria ad acquistare un sapone di Marsiglia naturale. Esso potrà aiutarvi nei vostri quotidiani lavaggi d’igiene intima. Il sapone di marsiglia  ha la capacità di non alterare il ph delle zone intime e di essere particolarmente dolce, delicato nonché profumato. Perciò durante il bidet o la doccia insaponate bene le mani con il sapone di Marsiglia e poi lavate le vostri parti intime ricordandovi di sciacquare con cura il tutto.

Prodotti farmaceutici.

Se preferite affidarvi a prodotti farmaceutici, affidabili e consigliati dai dottori, basterà recarsi in una qualsiasi farmacia ed esporre il problema. In alternativa potrete puntare direttamente alla richiesta dei prodotti specifici, come: Tantum Rosa, Vagisil detergente intimo odor block o Infasil Intimo. Anche le lavande sono molto diffuse, soprattutto per quanto riguarda l’igiene femminile. Ad ogni modo, tali prodotti si usano in sostituzione del normale detergente per il lavaggio oppure in aggiunta ad esso, dipende dal prodotto. Tutti sono comunque corredati di un libretto con le istruzioni per la posologia da seguire.

Consigli e suggerimenti.

In casi di cattivo odore intimo è normale cercare di rimediare da soli, magari lavandoci più spesso nell’arco della giornata. Se però il problema persiste potrebbe essere opportuno fare dei tamponi (vaginali per lei, uretrale per lui) in modo da prelevare del campione di secrezione interna e farlo analizzare presso un laboratorio di analisi microbiologiche.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di piĂą o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.