Noci brasiliane: proprietà, benefici, valori nutrizionali e calorie delle noci del Brasile.

Approfondiamo proprietà cosmetiche e terapeutiche delle noci brasiliane, controindicazioni, calorie e valori nutrizionali di questo frutto proveniente dal Brasile ricco di benefici. Diffusissima oltreoceano, oggi la noce del Brasile si trova anche in Italia ad un prezzo non proprio economico.

Noci brasiliane: proprietà, benefici, valori nutrizionali e calorie delle noci del Brasile

    Indice Articolo:

  1. Calorie e valori nutrizionali
  2. Proprietà e benefici
  3. Controindicazioni
  4. Proprietà cosmetiche
  5. Le noci brasiliane in cucina
  6. Approfondimenti

Valori nutrizionali delle noci del Brasile: un concentrato di energia e calorie!

Le noci del Brasile, come tutti i semi oleosi, sono delle preziosissime fonti di energia: contengono una gran quantità di acidi grassi saturi e polinsaturi e sono privi di colesterolo. Contengono anche un’ottima percentuale di proteine di alto valore biologico, contenenti quindi la serie completa degli amminoacidi essenziali, che l’organismo non è in grado di sintetizzare e che dobbiamo dunque necessariamente acquisire attraverso l’alimentazione.

Calorie e valori nutrizionali delle noci brasiliane

Un alimento così energetico, ricco anche di carboidrati, come la noce del Brasile risulta anche molto calorico: 100 g di noci apportano circa 660 Kcal!

La composizione, a livello di vitamine, non è molto diversa da quella di altri semi oleosi, infatti vi è una buona quantità di vitamina E e sono presenti anche le vitamine del gruppo B.

Ma la straordinarietà di queste noci è da ricercarsi nella composizione di minerali e soprattutto nella presenza di grandissime quantità di selenio.

La noce brasiliana è probabilmente l’alimento naturale conosciuto più ricco di selenio: basti pensare che la dose giornaliera di selenio consigliata dai nutrizionisti è di 200 microgrammi, dose che è possibile assumere attraverso due soli noci del Brasile.

Come si presentano queste noci.

La noce del Brasile, chiamata anche noce amazzonica, è il frutto dell’albero Bertholletia excelsa, appartenente alla famiglia delle Lecythidaceae. Si tratta di un enorme albero che cresce nella foresta amazzonica di Brasile, Bolivia e Perù e che può arrivare addirittura a 50 m di altezza. L’albero delle noci del Brasile produce dei frutti grandi come delle noci di cocco che quando arrivano a maturazione cadono spontaneamente e possono essere raccolte.

Ognuno di questi frutti contiene al suo interno le noci vere e proprie, anch’esse dotate di guscio.

Le proprietà benefiche della noce amazzonica per l’organismo.

L’assunzione delle noci del Brasile apporta all’organismo numerosi benefici, la maggior parte dei quali dovuti alla presenza del selenio. Vediamo dunque quali sono le attività biologiche dei principi attivi contenuti nelle noci brasiliane:

  • Antiossidante: il selenio partecipa alla costituzione di una molecola dalle spiccate proprietà antiossidanti. L’assunzione di una dose adeguata di questo minerale è dunque indispensabile per combattere l’invecchiamento cellulare e lo stress ossidativo causato dai radicali liberi.
  • Antitumorale: in generale tutte le tipologie di noci hanno effetti antitumorali ma le noci del Brasile sembrano essere particolarmente efficaci. Ancora una volta le grandi quantità di selenio contenute in esse sembrano avere un effetto soppressore delle cellule tumorali, soprattutto contro il tumore alla prostata e al colon.
  • Attività tiroidea: il selenio possiede una forte capacità stimolante della funzione tiroidea, per questo motivo le noci del Brasile sono un alimento indicato per chi soffre di problemi di ipotiroidismo.
  • Colesterolo: gli acidi grassi polinsaturi contenuti nelle noci amazzoniche, tra i quali il preziosissimo Omega 3, grazie alle loro proprietà anticolesterolemiche, aiutano a mantenere bassi i livelli ematici di colesterolo cattivo LDL e ad aumentare la quantità di colesterolo buono HDL nel sangue. Nel trattamento di malattie coronariche può essere davvero un ottimo aiuto naturale.
  • Fertilità: gli antiossidanti e la vitamina E svolgono un ruolo importante come coadiuvanti naturali per la fertilità maschile. L’azione dei radicali liberi può provocare danni anche al DNA degli spermatozoi e quindi assumere alimenti ricchi di antiossidanti, come le noci del Brasile, può aumentare la capacità di fecondazione.
  • Massa muscolare: come accennato, questo frutto è ricchissimo di proteine ad alto valore biologico, per questo motivo si tratta di un alimento particolarmente indicato per gli sportivi e soprattutto per chi pratica body building, vista l’importanza di questa tipologia di proteine nella costituzione e nel mantenimento delle cellule muscolari.
  • Attività epatica: il selenio contenuto in questo frutto fa molto bene alla salute del fegato. In particolare coadiuva la solubilizzazione delle tossine, processo fondamentale per mantenere il fegato “pulito”; promuove inoltre l’attività enzimatica e protegge dalle più comuni infiammazioni epatiche, come la cirrosi.
  • Glicemia: le noci in generale, in particolare la noce amazzonica, hanno un basso indice glicemico. Se consumate all’interno del pasto, aiutano a rallentare il processo digestivo e quindi evitano che si produca un picco glicemico, permettendo all’organismo di mantenere costanti i valori di glucosio nel sangue.

Per godere al meglio di questi effetti è consigliabile assumere le noci durante i pasti o come spuntino. Non esiste una dose giornaliera consigliata ma, considerando l’apporto proteico e lipidico (e quindi anche calorico), bastano 3-4 noci al giorno per assumere una giusta quantità di nutrienti e micronutrienti, senza eccedere con le calorie.

Le possibili controindicazioni delle noci brasiliane: sono cancerogene?

Le noci del Brasile non hanno che poche controindicazioni, a volte neanche legate alla noce in sé ma ad altre circostanze. Nella fattispecie:

  • Allergie: come spesso accade con la frutta secca in generale, si possono riscontrare episodi allergici o intolleranze abbastanza facilmente in soggetti sensibili, dato il notevole potere allergizzante di questi frutti. Basta essere cauti e non esagerare con l’assunzione, soprattutto se si è già intolleranti o allergici a frutti simili.

  • Gravidanza: durante la gravidanza e l’allattamento, gli esperti consigliano di limitare il più possibile l’uso delle noci nella dieta, compresa questa varietà. Questo sia per il potere allergizzante di cui sopra, sia perché visto l’elevato apporto di grassi e calorie, in periodi così delicati è opportuno imparare a gestire le dosi.

  • Effetto cancerogeno: Si sente spesso parlare di un effetto cancerogeno delle noci brasiliane; in realtà questo effetto non è dato dalla noce in sé che, come abbiamo visto, grazie al suo contenuto di selenio e antiossidanti, risulta essere addirittura un antitumorale. L’attività cancerogena è invece dovuta ad un contaminante, l’aflatossina: si tratta di un metabolita del fungo Aspergillus prodotto soprattutto se l’alimento viene conservato in luoghi caldi e umidi e infatti molto spesso l’aflatossina è stata trovata sulla superficie delle noci. Dalla scoperta della presenza di questa sostanza cancerogena sono cambiate le modalità di lavorazione delle noci amazzoniche.

Dove si trovano? Prezzi e reperibilità.

Non è molto semplice reperire le noci brasiliane nei supermercati, nonostante la maggior parte di questa varietà di noci venga quasi interamente destinata al mercato europeo.

Si possono comunque trovare nei banchi di alcune fiere e nei negozi biologici più forniti, anche se l’offerta più ampia e varia si trova senz’altro sulla rete.

Il prezzo si aggira intorno ai 40 euro al kg e quindi di certo non si possono considerare economiche, considerato anche l’ampio scarto di prodotto.

Le proprietà cosmetiche di queste particolari noci.

La struttura dell’olio ricavato da queste noci presenta una notevole somiglianza con i grassi prodotti dalla pelle, dal cuoi capelluto e dai capelli e quindi viene facilmente assorbito.

  • Spesso viene aggiunto a shampoo e balsami nella formulazione di prodotti idratanti e nutrienti, che rendono i capelli più forti e corposi.

  • Queste stesse proprietà lo rendono un’ottimo ingrediente anche per la pelle, tanto da essere usato sia per le creme per il corpo che per il viso.

Ciò non solo grazie alle sue proprietà nutrienti e idratanti ma anche alle elevate quantità di Vitamina E, che con il suo effetto antiossidante, è importantissima anche nei trattamenti anti-age per pelli mature.

Approfondisci le molteplici proprietà del Tocoferolo

Maschera per capelli.

L’olio di noce del Brasile è particolarmente adatto per chi ha i capelli sfibrati e bisognosi di coccole. Provate questa semplice maschera per i capelli, preferibilmente dormendo per tutta la notte con l’impacco in posa.

Ingredienti:

  • Olio di noce brasiliana 20 g

  • Olio di oliva 20 g

  • Miele 20 g

Mescolate questi ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e distribuitelo uniformemente sul tutta la capigliatura, insistendo sulle lunghezze e sulle punte ed evitando la cute che invece potrebbe ingrassarsi eccessivamente.

Quando farete lo shampoo abbiate molta pazienza in modo da lavare via qualunque residuo.

Potete usare due o tre o gocce di olio di noce brasiliana anche come prodotto per il finish, dopo l’asciugatura, in particolare per le punte.

Ripetete anche una volta al mese.

 

La raccolta della noce amazzonica: un serio problema di etica e sostenibilità.

La particolarità dell’albero della noce brasiliana è che si tratta dell’unica pianta da frutto la cui crescita è completamente spontanea e in area naturale. Tutti i tentativi di coltivazione sono stati vani finora, anche in condizioni climatiche favorevoli.

L’impollinazione richiede la presenza di un particolare insetto, che si trova solo nella foresta amazzonica e non può essere “allevato”.

La raccolta avviene durante la stagione delle piogge, dunque da dicembre a marzo, e ogni albero riesce a produrre fino a 300 frutti, ognuno di questi frutti contiene al suo interno da 25 a 30 noci brasiliane, quindi un solo albero può produrre anche 9000 noci!

La raccolta e la commercializzazione di questa noce ha suscitato non poche perplessità a causa di alcune problematiche legate all’ambiente e all’aspetto più propriamente sociale. La raccolta vera e propria non danneggia gli alberi né tanto meno la flora circostante ma nel periodo dedicato alla raccolta migliaia di persone, insieme alle loro famiglie, si trasferiscono nelle aree forestali. Per riuscire a sfamarsi queste popolazioni cacciano mammiferi e uccelli selvatici che, alla fine dei periodi di raccolta, si trovano spesso in pericolo estinzione.

Si tratta dunque di un procedimento non sostenibile per l’ambiente e che andrebbe senz’altro modificato o limitato.

Il secondo delicato aspetto è quello sociale, in quanto le migliaia di persone che prendono parte ai processi di raccolta, trasporto e lavorazione delle noci brasiliane vengono pagati pochissimo e non vengono garantite le minime forme di assistenza e garanzia per i lavoratori, spesso colpiti da malattie tropicali o vittime di incidenti sul lavoro.

Le noci brasiliane in cucina: un tocco di fantasia sulle nostre tavole.

Le noci brasiliane hanno un sapore caratteristico, una via di mezzo tra la noce comune e la noce di cocco, per questo motivo si sposa particolarmente bene con la cioccolata e in generale con i dolci. Vengono infatti usate spesso per la preparazione di torte e gelati.

Sono comunque utilizzabili anche in fantasiose insalate e per condire piatti di carne.

Generalmente vengono commercializzate con il guscio che non è semplice da togliere a mano: in natura solamente un roditore riesce a togliere il guscio con facilità per alimentarsi. Ma il problema è facilmente risolvibile: il guscio non resiste allo “shock termico”, è dunque sufficiente mettere le noci in forno caldo per un quarto d’ora circa o congelarle, in questo modo il guscio verrà via velocemente.

Vi proponiamo di seguito una ricetta per un pesto sfizioso e insolito, davvero stuzzicante.

Pesto alle zucchine e alle noci del Brasile:

Ingredienti:

  • 2 zucchine

  • Noci brasiliane 40 g

  • 1/2 spicchio di aglio (anche un po’ di più se lo gradite)

  • foglie di basilico a piacere

  • olio extra vergine di oliva q.b.

  • parmigiano o grana q.b.

  • sale q.b.

Una volta pulite e grattugiate le zucchine, scaldate le noci su una padella per circa 15 minuti con un po’ di sale. Pestatele poi nel mortaio con l’aglio e le foglie di basilico. Aggiungete le noci e il parmigiano alle zucchine e frullate appena un po’.

Alla fine mescolate insieme all’olio, finché non raggiungete la consistenza che preferite!

Facile, no? Assolutamente da provare.

Supervisione: - Collaboratori: Dott.ssa Delia Belluccia (Biologa - Nutrizionista) - Silvia Barcellona

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Noci brasiliane: proprietà, benefici, valori nutrizionali e calorie delle noci del Brasile"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...