Tisana al carciofo: proprietà, controindicazioni e ricetta

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Maria Innocente
(Specialista in biologia e nutrizione)

Quali sono le proprietà della tisana al carciofo? E’ vero che fa dimagrire? Certamente visto che il carciofo è noto per le sue proprietà drenanti, diuretiche, e digestive, la tisana al carciofo avrà effetti benefici contro ritenzione idrica e cellulite e favorirà la digestione. Ma vediamo quali sono tutte le proprietà e le controindicazioni di questa tisana ed anche la ricetta per prepararla.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Calorie e valori nutrizionali
    1. Carciofo
  3. Ricetta fai da te
  4. Proprietà e benefici
    1. Fa dimagrire
    2. Stomaco
    3. Fegato
    4. Colesterolo
    5. Diabete
  5. Controindicazioni
  6. Quanto berla?
    1. Quanta berne?
  7. Abbinamenti

Tisana al carciofo: caratteristiche.

La tisana al carciofo è un ottimo trattamento depurativo per il fegato, che sfrutta le proprietà diuretiche e purificanti di quest’ortaggio che consentono di espellere le tossine accumulate in periodi di stress o di alimentazione scorretta.

Gran parte delle proprietà, e quindi degli effetti benefici della tisana al carciofo, sono legati alla presenza della cinarina, un polifenolo che rende il carciofo un ottimo drenante, ed un valido alleato della digestione!

Naturalmente gli effetti benefici dipendono anche dalla composizione del carciofo, e dai suoi valori nutrizionali.

Calorie e valori nutrizionali della tisana al carciofo.

Le calorie, il contenuto di carboidrati e di grassi, possono variare, in particolare aumentare se nella tisana si aggiunge lo zucchero.

Quindi meglio utilizzare un dolcificante, magari scegliendone uno naturale come la stevia.

Il quantitativo di fibra della tisana solitamente è ridotto, visto che dopo la cottura questa viene filtrata.

Valori nutrizionali del carciofo ( per 100 grammi):

Calorie: 650 Kcal (variano nella tisana se si aggiunge lo zucchero)

Come si prepara la tisana al carciofo?

Preparare questa tisana è molto semplice e lo si può fare tranquillamente anche in casa.

Si taglia il gambo del carciofo per intero e si toglie la parte esterna del frutto. Le foglie (circa 30 grammi) vengono immesse in acqua bollente (mezzo litro) e lasciate bollire per 15 minuti circa. Una volta pronto l’infuso è meglio filtrare il tutto prima di bere in modo da eliminare gli eventuali residui solidi del carciofo.

Se non si ha voglia o tempo di comprare un carciofo fresco in erboristeria sono vendute anche le bustine di tisana al carciofo monodose (da circa 100 gr), da inserire nell’ acqua in ebollizione.

Proprietà e benefici: a cosa fa bene la tisana al carciofo.

Oltre alle proprietà diuretiche molte sono le proprietà della tisana al carciofo:

Ed è grazie a queste proprietà benefiche note fin dai tempi antichi che l’assunzione di una tisana al carciofo può essere di grande aiuto per il nostro organismo.

Favorisce il dimagrimento.

Le proprietà diuretiche e drenanti della tisana al carciofo, legate alla presenza della cinarina, sono sicuramente molto utili se si segue una dieta dimagrante, in quanto aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso, e le scorie favorendo quindi la perdita di peso.

Anche la presenza di fibre, ed in particolare di inulina è di aiuto nella lotta ai chili di troppo, infatti le fibre aiutano a sentirsi sazi più a lungo, e quindi a mangiare meno, e rallentano il metabolismo di grassi e zuccheri.

Per beneficiare degli effetti dimagranti di questa tisana sarebbe bene berla subito dopo i pasti in modo da sfruttare al massimo l’effetto di riduzione dell’assorbimento sia di carboidrati che di grassi).

Aiuta la digestione.

Dato che la tisana al carciofo aumenta la secrezione dei succhi gastrici nello stomaco favorisce in modo naturale la digestione.

Naturalmente il momento migliore per beneficiare delle proprietà digestive della tisana al carciofo è berla dopo i pasti principali, soprattutto per chi ha problemi digestivi e sensazioni di pesantezza post-prandiali.

Contrasta patologie epatiche.

Le proprietà diuretiche e drenanti sono anche utili nei casi di avvelenamento ed alcolismo e per contrastare varie patologie a carico del fegato come epatite, cirrosi ed ittero.

E’ sempre la cinarina il principio attivo protettore per il fegato. In aggiunta molto efficaci sono i Flavonoidi quali rutina, apigenina e quercetina che favoriscono la produzione degli acidi biliari e quindi proteggono il fegato.

Aiuta a ridurre il colesterolo e a prevenire le malattie cardiovascolari.

Grazie alla presenza di fibre contenuto nel carciofo, le tisane aiutano ad abbassare il livello del colesterolo cattivo (LDL).Riducendo i valori di del colesterolo , il carciofo aiuta a contrastare l’ aterosclerosi che è responsabile di patologie quali ictus e infarto. Inoltre grazie al potassio che favorisce la diuresi le tisane contribuiscono a prevenire l’ipertensione.

Sono utili in caso di diabete.

La presenza di fibra, e in particolare di inulina, rende tale tisana ottima come ausilio nella dieta del paziente diabetico, essendo questa fibra un elemento importantissimo per diminuire l’assorbimento dei carboidrati.

Controindicazioni.

Il carciofo è un ortaggio ben tollerato e quindi non ha particolari controindicazioni, tuttavia la sua assunzione può però provocare alcuni fastidi quali reazioni allergiche bruciore di stomaco e diarrea.

L'uso di tisane a base di carciofo è quindi sconsigliato in caso di

In tutti gli altri casi l'importante è non esagerare.

Quando bere la tisana al carciofo?

Grazie alle sue proprietà detossificanti e purificanti la tisana al carciofo va assunta in tutti quei casi in cui il nostro organismo ha accumulato molte tossine come ad esempio nei cambi di stagione.

Con l’arrivo della primavera, una buona tisana depurativa, aiuta il corpo ad eliminare le tossine dovute a periodi di stress o ad abitudini alimentari scorrette e a sentirci meglio, più leggeri e in salute.

Ma quanta berne?

In generale si consigliano una o due tisane al giorno come abbiamo visto nella maggior parte dei casi da assumere dopo pranzo o cena.

Se assunta insieme ad una sana alimentazione ed ad una costante attività fisica il carciofo aiuta la salute ed a mantenersi in forma.

Tisane al carciofo: i migliori abbinamenti.

Si può preparare un’ottima tisana abbinando altre piante officinali al carciofo per beneficiare dei molti principi attivi.

Si può, infatti, aggiungere al carciofo, il tarassaco che, grazie alla tarassacina ed a molti carotenoidi, stimola ulteriormente la produzione di bile e quindi favorisce i processi di espulsione delle scorie.

La tisana può essere integrata con miele che, essendo ricco di proprietà benefiche, può aiutare l’azione purificante della tisana al carciofo.

Una buona tisana carciofo e zenzero fresco aiuta a ridurre il gonfiore addominale dopo i pasti ed a proteggere fegato e stomaco.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Maria Innocente
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.