Sudorazione eccessiva ascelle.

Sudorazione eccessiva ascelle

La guida fornisce informazioni sull’eccessiva sudorazione delle ascelle. Consigli per eliminare o quantomeno contenere  gli effetti di questo fastidio: cause e  rimedi anche sotto il punto di vista medico.

Cos'è l’iperidrosi?

Con il termine iperidrosi si definisce un problema molto comune ovvero l’eccessiva sudorazione, un malfunzionamento di un processo del tutto naturale. La sudorazione altro non è che un processo fisiologico, utile a mantenere stabile la temperatura corporea, infatti in situazioni di caldo eccessivo attraverso l’evaporazione del sudore il corpo si protegge dal clima ostile. Tutto questo meccanismo è gestito dal sistema nervoso. L’iperidrosi si verifica quando il funzionamento di tutto il meccanismo non si svolge correttamente e quindi si ha una sudorazione eccessiva. Essendo le ascelle una delle zone più coinvolte nei normali processi di sudorazione,  è quasi naturale che queste siano anche tra le zone più colpite dalle disfunzioni del predetto processo.

Tipologie di sudorazione.

Si tratta di un fastidio così diffuso che coinvolge circa l’1% della popolazione mondiale, e può essere raggruppabile in due tipologie in base alle cause scatenanti:

  • La tipologia primaria è un fenomeno di cui sono sconosciute le cause fisiologiche ed è la più diffusa in assoluto. Generalmente si presenta nel periodo adolescenziale ed è legato essenzialmente ad ansia ed altri stati emotivi.
  • La tipologia secondaria invece è quella che si manifesta parallelamente ad un’altra patologia che può essere di tipo ormonale come menopausa, obesità o ipertiroidismo.

Rimedi per la sudorazione eccessiva alle ascelle.

L’eccessiva sudorazione alle ascelle è senza dubbio un fastidio più facile da nascondere nei mesi freddi, che però, con il caldo si presenta prepotentemente,  con cattivo odore ed aloni piuttosto antiestetici al di sotto delle ascelle. Rimedi miracolosi a questo imbarazzante problema ancora non sono stati creati, ma questo non vuol dire che bisogna arrendersi dopo l’ennesima marca di deodoranti provata e trovata inefficace.

Il primo passo è rivolgersi ad uno specialista, in questo caso si tratta del dermatologo che vi saprà consigliare la cura più adatta al vostro tipo di pelle e che potrà prescrivere prodotti specifici sia per il lavaggio che per deodorare adeguatamente le zone interessate.

A parte la visita specialistica ci sono dei piccoli accorgimenti che possono aiutare ad alleviare leggermente la sudorazione ascellare:

  • Indossare capi realizzati in fibre naturali meglio se di colore chiaro.
  • Evitare i tessuti sintetici perchè questo impediscono la traspirazione e quindi aumenta la sudorazione.
  • Evitare i deodoranti troppo profumati (sono consigliabili quelli con profumazione delicata e privi di alcol).
  • Lavare sotto le ascelle con acqua tiepida in cui sciogliere due cucchiai di bicarbonato.
  • Utilizzare impacchi di malva da sistemare sotto le ascelle.
  • Rinfrescare le ascelle con infusi di camomilla, timo e rosmarino.

Rimedi naturali.

Tra i rimedi naturali più efficienti ci sono i fiori di Bach, ad esempio i Crab Apple utilizzati 3-4 volte al giorno in quantità di 4 gocce disintossicano il corpo mentre i Mimulus sono perfetti se l’eccessiva sudorazione ascellare è causata da imbarazzo ed insicurezze.

Un altro rimedio per ridurre le antiestetiche macchie sotto le ascelle è rappresentato dalla possibilità di utilizzare delle protezioni che si incollano ai vestiti. Esistono infatti, in commercio delle protezioni ascellari che si incollano all’interno del giromanica degli indumenti, create per uso giornaliero. Queste protezioni sono formate in parte da bande autoadesive impermeabili ed in parte da un materiale totalmente assorbente, ciò fa sì che la protezione formi una sorta di scudo che evita il costituirsi di macchie e segni sui vestiti durante la sudorazione.

Rimedi chirurgici.

Se il problema risulta abbastanza serio si può pensare di risolverlo con rimedi più invasivi. Si può optare per l’asportazione delle ghiandole sudoripare ascellari, intervento dal quale si recupera nel giro di due settimane. Non rappresenta di un metodo totalmente sicuro poichè ci sono anche casi di ricomparsa, ma estendendo l’escissione di 4-5 cm circa oltre il limite del cavo ascellare si ottengono buoni risultati.

Un’altra possibilità è l’introduzione di una tossina botulinica sotto le ascelle che coprendo la superficie interessata, blocca la secrezione del sudore. I risultati del  trattamento cominceranno a produrre i loro effetti dopo 5-8 mesi, ma per la maggioranza dei pazienti la sudorazione iniziale non si presenterà più e basterà eseguire un trattamento l’anno.




Torna su
Condividi su Google+ Condividi su Facebook

Articoli Popolari: