Rosa canina: benefici e controindicazioni

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Delia Belluccia
(Specialista in biologia, nutrizione e nutraceutica)

Rosa canina: una pianta molto diffusa e ricca di proprietà. Ad esempio? Grazie all'elevato contenuto di vitamina C è utile per rafforzare il sistema immunitario e mantenere giovane la pelle, la pectina regolarizza il transito intestinale e può favorire il dimagrimento, e le sue proprietà non finiscono qui. Ma attenzione tutte le rose hanno le spine, quali sono le controindicazioni?

    Indice Articolo:
  1. Cos'è
  2. A cosa serve
  3. Proprietà e benefici
    1. Sistema immunitario
    2. Pressione
    3. Diarrea
    4. Gotta
    5. Cancro
    6. Pelle
  4. Utilizzo e posologia
    1. Infuso rosa canina ed ibisco
    2. Tisana rosa canina e mirtillo 
    3. Compresse
    4. Macerato glicerico
    5. Tintura madre
  5. Controindicazioni ed effetti collaterali
    1. Gravidanza
    2. Interazioni con farmaci
  6. Ricette
    1. Marmellata di rosa canina

Cos’è la rosa canina? Un’utile pianta dalle bacche rosse.

La rosa canina è un arbusto appartenente alla famiglia delle rosaceae molto diffuso in quasi tutto il nostro territorio nazionale, si trova soprattutto ai margini dei terreni boschivi ma è possibile notarlo anche nelle campagne incolte e nei frutteti. La pianta è caratterizzata da fiori dal colore rosato e quasi privi di profumazione e bacche di colore rosso acceso che raggiungono la piena maturazione nella stagione autunnale e che vengono utilizzate sia in cucina che come rimedio naturale.

Sembra che l’aggettivo “canina” abbia origini antichissime, si pensa, infatti, che fu Plinio il Vecchio a coniarlo, poiché il decotto delle radici di questo arbusto risultava efficace per contrastare i sintomi della rabbia, causata dal morso di un cane infetto.

La rosa canina è conosciuta anche con altri nomi quali rosa spina, rosa selvatica, biancarosa e rosa di macchia.

A cosa serve? Le proprietà e principi attivi della rosa selvatica.

Le parti della pianta utilizzate come droga, ossia quelle che contengono i principi attivi, sono le bacche anche se le foglie e le radici possono essere utilizzate per la preparazione di decotti e infusi. Vediamo quindi quali sono i principi attivi della rosa canina:

Approfondisci proprietà e benefici dei polifenoli.

Bella e buona! I benefici terapeutici della rosa canina.

Proprio grazie alla ricchezza in principi attivi, la rosa canina possiede molte proprietà benefiche per il nostro organismo. Vediamo quali sono i prodotti a base di rosa canina e in quali casi è utile farne uso.

Rinforza il sistema immunitario.

Essendo ricca di vitamina C, la rosa canina aiuta a mantenere attivo e vigile il nostro sistema immunitario, con una conseguente difesa contro gli attacchi di patogeni esterni. In particolare, la rosa canina è utile per rafforzare le prime vie di difesa che sono quelle respiratorie, attraverso un’efficace azione antinfiammatoria che la rende utile per raffreddori, congiuntivite, tonsillite ma anche contro le allergie e l’asma.

Ha effetto protettivo sui vasi sanguigni e regola la pressione.

I flavonoidi, agendo in combinazione con la vitamina C, hanno un effetto protettivo nei confronti dei vasi sanguigni ottimizzando la circolazione del sangue. Inoltre la vitamina C aumenta l’assorbimento del ferro assunto con gli alimenti, ed è quindi efficace per contrastare l'anemia.

È un ottimo rimedio contro la diarrea.

L’effetto astringente dei tannini è un ottimo rimedio contro la diarrea anche in fase acuta; inoltre la presenza di pectina aiuta a ristabilire l’equilibrio del transito intestinale.

Contrasta la gotta.

La rosa canina, soprattutto se assunta sotto forma di tisana, ha un blando effetto diuretico in quanto aiuta ad eliminare le tossine senza al contempo avere un effetto irritante sui reni. Questa proprietà è utile anche per eliminare l’acido urico attraverso l’urina e prevenire dunque gli stati dolorifici dovuti alla gotta.

Aiuta a prevenire la crescita tumorale.

Diversi studi hanno dimostrato come le sostanze antiossidanti, tra cui i flavonoidi presenti nella rosa canina, siano in grado di prevenire alcuni tipi di tumore e rallentare la crescita delle cellule cancerogene.

Proprietà cosmetiche.

Come si può ben capire, la rosa canina è una pianta dai mille utilizzi che può essere utile non solo per mantenerci in buona salute ma che può essere usata anche in cosmesi.

Pelle più bella con la rosa canina.

Grazie al contenuto di carotenoidi e antiossidanti, con la rosa canina si possono preparare diversi prodotti cosmetici come quelli anti-età e antirughe, creme idratanti per la cura di pelli secche e rovinate e ancora prodotti lenitivi e astringenti. In particolare può essere utilizzata in caso di varicella per prevenire l’invecchiamento della pelle dovuto alle vescicole di questa malattia. Inoltre, grazie al delicato profumo la rosa canina trova impiego anche nella preparazione di lozioni e acque profumate per il corpo.

Come si usa e quanta assumerne?

Esistono in commercio diversi prodotti a base di rosa canina, vediamo quali sono e quali invece i dosaggi da assumere per poter trarre gli effetti benefici desiderati.

Infusi.

Vengono preparate a partire dai cinorrodi essiccati e quindi macinati. La preparazione è molto semplice e immediata: basta lasciare in infusione la polvere in acqua calda, ma non bollente, attendere 10 minuti e quindi filtrare. L'infuso di rosa canina si può bere sia caldo, per un effetto rilassante, o freddo se si vuole gustare una bevanda fresca e dissetante. 

Ricetta per un infuso di rosa canina ed ibisco.

Nonostante la comodità e la semplicità di utilizzo dei prodotti in commercio a base di rosa canina, può essere utile qualche piccola nozione per la preparazione casalinga di un ottimo infuso a base di questi frutti.

Per la preparazione si utilizzano i cinorrodi che sono la parte contenente i principi attivi antiossidanti.

Basta mettere in infusione in acqua a 100° 4 parti di fiori di ibisco e 5 di rosa canina. Lasciare in infusione 5/8 minuti e bere caldo o anche freddo in estate.

Tisane.

Non è difficile trovare gli arbusti di rosa canina, riconoscibili grazie alle bacche rosse che non passano facilmente inosservate, e raccogliere i cinorrodi che serviranno per la preparazione della nostra tisana facendo attenzione alle spine grosse e appuntite! Aperte le bacche, vanno eliminati i semini gialli che si trovano all'interno ed essiccate. Esistono in commercio dei veri e propri essiccatori ma è sufficiente avere un forno ventilato per ottenere un buon risultato. I cinorrodi essiccati sono pronti per essere macinati, anche con un semplice macina-caffè, e per essere messi in infusione in acqua calda .

Tisana rosa canina e mirtillo.

Versare in acqua calda 2 cucchiai di bacche essiccate, ed aggiungere un cucchiaio di mirtilli secchi.

Filtrare e bere caldo per sfruttare la sinergia tra fiori e frutta.

Compresse.

Preparate con l’estratto secco della rosa canina, possono essere assunte semplicemente deglutendo con poca acqua. Il dosaggio varia in base alle condizioni fisiologiche e patologiche di chi le assume ma in generale si consigliano due compresse al giorno, una al mattino e una nel pomeriggio.

Tintura madre.

In questo caso l’estratto di rosa canina si acquista sotto forma di gocce da diluire in poca acqua. I dosaggi consigliati sono di 45 gocce per 3 volte al giorno, meglio se lontano dai pasti.

Macerato glicerico.

Dai germogli si ottiene il macerato glicerico da assumere per rafforzare il sistema immunitario. Generalmente se ne consigliano 40 gocce, sciolte in poca acqua, 2 volte al giorno.

Ovviamente queste sono delle indicazioni generalizzate e non tengono conto delle condizioni personali. In ogni caso è sempre consigliato rivolgersi ad un medico prima di iniziare una terapia a base di rosa canina, per assicurarsi che i principi attivi contenuti nei prodotti non interferiscano con le patologie o le cure farmacologiche in atto.

Controindicazioni ed effetti collaterali: tutte le rose hanno le spine!

La rosa canina, se assunta nei dosaggi consigliati e in assenza di particolari condizioni patologiche, non ha effetti collaterali. In caso di sovradosaggio si possono però accusare dei sintomi specifici, come quelli a carico del sistema gastrointestinale quali nausea, spasmi, diarrea e vomito, ma anche mal di testa, debolezza e affaticamento.

Inoltre, nonostante sia un prodotto vegetale, anche se in minime quantità, la rosa canina contiene del nichel. Per gli allergici a questa sostanza se ne sconsiglia, dunque, l’uso

La rosa in gravidanza.

Non sono stati effettuati studi sull'effetto della rosa canina in donne in gravidanza o in allattamento, proprio per questo è consigliato evitare di assumerne grandi quantità o, in ogni caso, fare riferimento ai consigli del medico.

Interazioni farmacologiche.

Infine, per il suo elevato contenuto di vitamina C la rosa canina non deve essere assunta in concomitanza con altre terapie farmacologiche, in quanto può diminuire l’efficacia dei farmaci o aumentarne la tossicità.

Le classi di farmaci con cui può interagire la rosa canina sono principalmente:

Le bacche in cucina: una pianta che non finisce mai di stupirci!

La rosa canina non viene utilizzata solamente per la preparazione di prodotti fitoterapici, quindi con funzione terapeutica, ma vi sono altri campi in cui questa pianta viene largamente utilizzata.

Soprattutto in alcune regioni del nord Italia, il falso frutto della rosa canina viene utilizzato per la preparazione di marmellate, sciroppi e per l’aromatizzazione di alcuni liquori. In alcuni casi vengono utilizzati addirittura i fiori per la preparazione di dolci e marmellate, eliminando però la base dei petali che ha un sapore amaro e sgradevole. Inoltre, i frutti possono essere consumati anche freschi quando giungono a piena maturazione.

Marmellata di rosa canina

Ingredienti

Procedimento

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Delia Belluccia
(Specialista in biologia, nutrizione e nutraceutica)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.