Maqui: proprietà, dosaggio, benefici e controindicazioni della bacca

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Valentina Coviello
(Specialista in biologia e nutrizione)

Mai sentito parlare del Maqui? E’ una pianta che produce bacche ricche di antiossidanti e di altre importanti proprietà benefiche. Scopriamone le caratteristiche nutrizionali e le possibili controindicazioni

    Indice Articolo:
  1. Cos'é?
  2. Valori nutrizionali
    1. Calorie
  3. Proprietà
  4. Benefici terapeutici ed estetici
    1. Aterosclerosi
    2. Fragilità capillare
    3. Diabete
    4. Cancro
    5. Brufoli
    6. Effetto anti-age
    7. Capelli
  5. Fa dimagrire?
  6. Controindicazioni
  7. Usi e dosaggio
  8. Dove si trova?

Cos’è il maqui? Caratteristiche.

Il maqui è una pianta originaria del sud America (Aristotelia Chilensisi) caratterizzata da un fusto sottile e liscio con rami lunghi e sottili e foglie larghe. Può raggiungere i 4-5 metri di altezza e produce dei frutti, o bacche, di colore viola scuro delle dimensioni di piccole olive. Il maqui è diffuso nelle regioni della Patagonia, comprendenti alcune regioni del Cile e dell’Argentina e le isole di Jouan Fernadez, in questi luoghi, infatti, il clima freddo e piovoso rende l’habitat ideale per lo sviluppo della pianta.

Le bacche di maqui, come tutti i frutti con pigmenti scuri, sono ricche di antocianine, un gruppo di polifenoli che come antiossidanti servono alle piante per proteggersi dalle radiazioni ultraviolette che generano i radicali liberi.

Grazie all’alto contenuto di antocianine, le bacche di maqui hanno un effetto benefico sull'uomo. Esse, infatti, riducono l’infiammazione delle cellule, rallentano l’invecchiamento cellulare e contrastano i radicali liberi.

Valori nutrizionali delle bacche di maqui.

Le bacche di maqui hanno una polpa ricca di succo dal sapore dolce e pochissime calorie ripartite in:

La polpa e la buccia del frutto posseggono elevate quantità di vitamine soprattutto vitamina C, E e B5. Tra i sali minerali spiccano il potassio, il magnesio, il calcio.

Calorie.

100 grammi di questo prezioso frutto del maqui contengono solo 15 kcal.

Proprietà del maqui.

Le bacche di maqui sono famose per il contenuto straordinario in polifenoli, antiossidanti naturali, prodotti dalla pianta stessa per difendersi e preservare i frutti dalle intemperie e dall’attacco da parte degli insetti.

Le proprietà antiossidanti del maqui sono dovute soprattutto alla presenza di antocianine, responsabili del colore viola dei frutti. Le antocianine più abbondanti, in particolare, sono le delfinidine ad altissimo potere antiossidante.

Puoi approfondire gli alimenti che contengono polifenoli.

Più in dettaglio alcuni studi hanno confermato che le delfinidine posseggono:

I benefici del frutto della giovinezza.

Fin dall’antichità, le popolazioni del sud America conoscevano le proprietà terapeutiche del maqui, le cui bacche, infatti, venivano e vengono utilizzate contro il dolore, la febbre e le infezioni.Oggi sappiamo che dagli antiossidanti del maqui e dalle vitamine che possiede il nostro corpo può trarre notevoli benefici:

Aiutano a prevenire l’aterosclerosi.

Sono gli antociani contenuti nelle bacche che prevengono l’ossidazione del colesterolo in eccesso che tende a depositarsi lungo i vasi sanguigni provocando l'occlusione.

Riducono la fragilità capillare.

Le antocianine, di cui le bacche di maqui sono ricche, migliorano la permeabilità dei capillari in quanto proteggono le cellule che fanno da rivestimento ai piccoli vasi sanguigni dai danni causati dall’infiammazione e dai radicali liberi, molecole reattive che alterano le strutture cellulari.

Contrastano il diabete.

Alcuni studi condotti nel 2016 su topi di laboratorio hanno dimostrato che la somministrazione di antociani dopo un pasto abbassa la glicemia nel sangue, ma ulteriori studi sono necessari per capirne a fondo i meccanismi. Inoltre, la presenza di antiossidanti è di aiuto nella prevenzione del diabete di tipo 2.

Aiutano nella prevenzione del cancro.

Gli antiossidanti proteggono il DNA dalle rotture causate dai raggi UV e dalle sostanze tossiche che si accumulano nel nostro corpo, prevenendo la proliferazione incontrollata delle cellule da cui ha origine un tumore.

Le bacche del maqui sono utilizzate anche per fini estetici in quanto il loro altissimo potere antiossidante, sia per uso interno che esterno, giova alla salute della pelle e dei capelli:

Riducono i brufoli.

L'effetto disinfettante delle bacche di maqui è dovuto alla presenza della vitamina C che disinfetta l’epidermide prevenendo le infezioni e quindi la comparsa di brufoli.

Hanno effetto anti-age.

La presenza di vitamina E nelle bacche di maqui aiuta a contrastare l’invecchiamento della pelle. Questa vitamina di consistenza lipidica, viene assorbita dalla pelle donandole morbidezza e idratazione e quindi aiuta a prevenire la comparsa delle rughe. Anche le antocianine, combattendo i radicali liberi responsabili dei danni alle fibre della pelle, riducono la comparsa delle rughe cutanee.

Rinforzano i capelli.

Le vitamine del gruppo B, contenute dalle bacche, promuovono la rigenerazione delle cellule dell’epidermide e del cuoio capelluto donando vigore e forza anche ai capelli.

Il maqui fa dimagrire? Benefici si, ma non miracoli!

Tra i frutti esotici quelli del maqui rappresentano sicuramente i più famosi per la ricchezza in antociani. Le bacche di maqui, infatti, superano in quantità di antiossidanti, tutti gli altri frutti rossi-viola, comprese le bacche di goji, acai, mirtilli e ribes, tanto da essere definiti “frutti della giovinezza”. Tuttavia il potere attribuito a queste bacche è sicuramente spropositato soprattutto in ambito dietetico.

Alcuni studi affermano che le bacche di maqui sono in grado di bruciare velocemente i grassi ed accelerare il metabolismo, ma non esistono evidenze scientifiche al proposito.

Gli effetti dimagranti del frutto non sono stati ancora dimostrati e comunque, senza una dieta ipocalorica e un’adeguata attività fisica, il dimagrimento non si può pretendere pur assumendo integratori di maqui.

Inoltre, assumere integratori di maqui non può farci escludere i nostri frutti di stagione: la frutta fresca contiene comunque adeguati livelli di antiossidanti, ma apporta anche notevoli quantità di acqua e di fibre dal potere saziante, molto più utile in una dieta!

Controindicazioni e possibili effetti collaterali.

Non sono stati riscontrati, ad oggi, molti effetti collaterali legati al consumo dei frutto del maqui, tuttavia chi ne fa uso può avvertire:

Usi e dosaggi del maqui: come assumerlo?

Per motivi di distanza il frutto non si trova nelle nostre zone, mentre molto diffusi sono gli integratori a base di maqui:

Dove si trova il maqui?

Le bacche di maqui fresche si possono trovare presso i migliori fruttivendoli, mentre I prodotti a base di maqui possono essere acquistati sia in farmacia che in erboristeria.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Valentina Coviello
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.