Garcinia cambogia: proprietà, dosaggio, benefici ed effetti collaterali

Cos’è la Garcina Cambogia? Molti sostengono che la buccia di questo frutto tropicale abbia un effetto brucia grassi ed antifame. Diversi scienziati hanno effettuato ricerche in merito. Cerchiamo di capire allora se davvero questo frutto può essere utile per perdere peso, quali sono i possibili effetti collaterali e quali i dosaggi.

    Indice Articolo:
  1. Carattertistiche
  2. Proprietà
  3. Utilizzo 
  4. Controindicazioni ed effetti collaterali

Cos’è la Garcinia cambogia?

La garcinia cambogia è una piccola pianta tipica delle regioni tropicali, come Vietnam, Cambogia, India, che produce dei frutti rotondeggianti, simili a piccole zucche, abitualmente consumati freschi dalle popolazioni autoctone.

La parte del frutto che suscita maggiore interesse non è la polpa ma la buccia. Quest’ultima, infatti contiene un particolare principio attivo, ossia l’acido idrossi citrico che a differenza dell’acido citrico, tipico degli agrumi, è molto raro in natura. L’acido idrossicitrico è capace di bloccare la produzione di acetil coenzima A, la molecola precursore della sintesi del colesterolo e degli acidi grassi nell’organismo. In questo modo la concentrazione dei grassi nel nostro corpo viene efficacemente ridotta.

L’acido idrossi citrico è presente nella buccia del frutto che viene essiccata e commercializzata. Con gli estratti della buccia del frutto vengono formulati diversi tipi di integratori che possono essere solo a base di garcinia (garcinia pura) o che possono contenere anche altri ingredienti quali caffè verde, per accelerare il metabolismo, o lamponi per accoppiare un’azione ossidante…

Proprietà e benefici della buccia di questo frutto tropicale.

Molti studi, condotti da differenti scienziati, hanno dimostrato l’azione dimagrante della garcinia gambogia, tuttavia molti esperimenti sono ancora necessari per formularne farmaci con dosaggi efficaci ma meno tossici possibili.

Secondo recenti ricerche (College of Health and Biomedicine, Victoria University,Australia) la garcinia gambogia agirebbe secondo il seguente meccanismo d’azione: l’acido idrossicitrico, attraverso l’inibizione della sintesi di acetilcoenzima A, impedisce la formazione di grassi e colesterolo e dunque, il loro accumulo nel tessuto adiposo. Normalmente, infatti, gli zuccheri in eccesso vengono metabolizzati e trasformati in grassi per essere depositati e accumulati a livello dell’adipe. Proprio questo processo viene inibito dalla garcinia, il cui estratto, per questo, viene sfruttato per dimagrire.

Dalle proprietà dimagranti del frutto scaturiscono diversi benefici:

Puoi approfondire i vari tipi di cellulite.

Va ricordato comunque che è sempre consigliabile informare il proprio medico dell’uso della garcinia come di qualsiasi altro integratore o pianta officinale.

Usi e dosaggi degli integratori di garcinia cambogia.

La buccia della garcinia cambogia può essere essiccata e polverizzata e l’estratto secco ottenuto viene impiegato per formulare compresse o capsule oppure può essere macerata in soluzione idroalcolica per ottenere la tintura madre.

Molti integratori che coadiuvano la perdita di peso contengono oltre all’estratto secco di garcinia anche altre sostanze come caffeina o guaranà per accelerare il metabolismo.

Approfondisci come agiscono gli integratori brucia grassi.

La quantità di garcinia da assumere ogni giorno, secondo il parere della medicina naturale, corrisponde ad una concentrazione di acido idrossi citrico pari a 1500 mg al giorno.

La durata del trattamento non deve superare i quindici giorni, oltre tale periodo il corpo tende ad assuefarsi e non risponde più al trattamento.

Ma questi integratori funzionano davvero per dimagrire?

Sempre più testimonianze affermano che la garcinia sia un valido aiuto per eliminare i chili in eccesso. Nella maggioranza dei casi, dunque, funziona, ma la sua assunzione non è così sicura come si crede. Sulla sua efficacia non esistono ancora certezze scientifiche e comunque la garcinia può dare effetti collaterali ed avere le controindicazioni come vedremo a breve. Inoltre, aumentando la serotonina in circolo può dare risposte variabili da persona a persona che possono essere di ansia o nervosismo fino a vere e proprie allucinazioni (sindrome serotoninergica).Infine, non bisogna dimenticare che affidarsi alla sola assunzione di garcinia per dimagrire è impensabile: va comunque seguito un regime alimentare ipocalorico meglio se accoppiato ad un’adeguata attività fisica.

La garcinia deve essere utilizzata solo come coadiuvante del dimagrimento.

Effetti collaterali e controindicazioni al suo utilizzo.

Mentre mangiare il frutto fresco non comporta particolari effetti collaterali, l’estratto della buccia della garcinia cambocia, in quanto contenente l’acido idrossicitrico può comportare:

Inoltre l’assunzione di garcinia viene sconsigliata:

Le informazioni qui riportate hanno uno scopo puramente informativo.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Valentina Coviello (Biologa)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP