Dieta dei tre giorni: programma, menù di esempio, risultati ed opinioni

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Karen Angelucci
(Specialista in farmacia)

Quando si parla della dieta dei tre giorni è necessario chiarire prima di tutto in che termini bisognerebbe approcciare a questo modello alimentare.La dieta dei tre giorni è un regime alimentare a ridotto contenuto calorico, che ha come scopo quello di far perdere dai 2 ai 4 kg in pochissimo tempo. Il programma prevede l’assunzione di 1200 calorie costituite da sali minerali e vitamine, con un ridottissimo apporto di carboidrati e grassi...ma è davvero efficace? Scopriamo insieme risultati ed opinioni...

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
    1. Quanti Kg si perdono?
  2. A cosa serve?
    1. Ritensione idrica
    2. Fegato e reni
    3. Pancia e massa muscolare
  3. Schema
    1. Menù di esempio
  4. Funziona?

Cos'è la dieta dei tre giorni?

La dieta dei 3 giorni è un regime alimentare con un ridotto contenuto di calorie, ovvero 1200 al giorno. Queste ultime sono prettamente costituite da proteine, con un ridottissimo apporto di carboidrati e grassi.

La dieta dei tre giorni è conosciuta anche con altri nomi:

Quanto si perde?

La dieta dei tre giorni ha come obiettivo di perdere dai 2 ai 4 kg, a seconda del soggetto,l'organismo, infatti , soggetto ad una drastica restrizione calorica preleva l'energia necessaria dagli strati adiposi.

Tuttavia questa dieta deve necessariamente essere rispettata esclusivamente per questo tempo, senza prolungarla ulteriormente, altrimenti può innescare meccanismi dannosi per il nostro organismo.

Per trovare un giovamento dalla dieta Miami invece, si può decidere di praticarla ciclicamente, con intervalli di 2 o 3 mesi.

A cosa serve? I benefici della dieta.

Oltre al rapido dimagrimento la dieta Miami apporta effetti benefici per l'organismo:

Riduce la ritenzione idrica.

La dieta Miami favorisce l’eliminazione di liquidi che si accumulano soprattutto nelle zone ricche di grasso. Grazie all'assunzione di frutta e verdura,ricche di potassio, e anche ai benefici effetti di tisane drenanti, essa favorisce la diuresi e contrasta la ritenzione dei liquidi.

Disintossica fegato e reni.

Aumentando la diuresi la dieta dei tre giorni aiuta l’organismo ad espellere le tossine in eccesso e purifica gli organi deputati allo smaltimento delle scorie quali fegato e reni.

Sgonfia la pancia mantenendo il tono muscolare.

L’eliminazione di scorie e un metabolismo più attivo,che consente di bruciare più in fretta i grassi,riduce il senso di gonfiore addominale, ma nel contempo il consumo di proteine a scapito dei carboidrati fa in modo che l’organismo preservi la massa muscolare.

Schema e programma alimentare in pratica.

La dieta prevede l’eliminazione dei carboidrati a beneficio delle proteine. E’ una dieta ipocalorica molto restrittiva il cui schema nei tre giorni va seguito rigorosamente. Oltre alla carne e pesce magri la dieta prevede l’assunzione di:

Vanno evitate invece sostanze particolarmente eccitanti come il caffè e gli alcolici.

La dieta dei tre giorni, con alcuni accorgimenti, può diventare vegetariana: basta sostituire le proteine di origine animale con dei legumi (fagioli, ceci, farro ed orzo) anch’essi ricchi di questo tipo di nutrienti.

Approfondisci le caratteristiche della dieta vegetariana.

Giorno 1

Colazione:

Spuntino:

Pranzo:

Merenda:

Cena:

Giorno 2

Colazione:

Spuntino:

Pranzo:

Merenda:

Cena:

Giorno 3

Colazione:

Spuntino

Pranzo:

Merenda:

Cena:

La dieta militare funziona? Quali sono i rischi?

In seguito alla dieta dei tre giorni, sicuramente si avrà una diminuzione di peso, dovuto principalmente ai liquidi espulsi ed anche il ventre sarà più piatto, in quanto sono state eliminate tutte le scorie.

|ADSENSE|

In realtà però più che una dieta dimagrante, la dieta dei tre giorni è un regime alimentare che può servire a depurarsi quando ci si sente particolarmente gonfi, o dopo periodi in cui si è mangiato male, a causa di:

Tale regime alimentare deve protratto per poco tempo e magari può essere ripetuto una volta ogni due mesi, sempre sotto controllo medico, per eliminare gli eccessi.

Eliminando, infatti, i carboidrati si dimagrisce più rapidamente, ma si può incorrere in una condizione di acidosi che può provocare altri squilibri.

Inoltre il ridotto consumo di frutta e verdura può comportare una carenza di minerali.

Se questa alimentazione si protrae per periodo superiore ai tre giorni si rischia inoltre di innescare un processo di catabolismo muscolare, infatti l’organismo, privato dei macronutrienti fondamentali, inizia a cibarsi dei suoi stessi muscoli (ovvero della massa magra) che rappresenta la parte buona e salutare del nostro peso, il che comporta un rallentamento del metabolismo.

Il risultato di tutti questi processi è che una volta che si ricomincia a mangiare in modo regolare si riacquistano più chili di quelli che si credeva di aver perso.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Karen Angelucci
(Specialista in farmacia)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.