Mal d’auto: sintomi, cause, terapia e rimedi naturali per adulti e bambini.

A chi non è mai capitato di soffrire di mal d’auto? Chi non ha provato quella strana sensazione di vertigini miste a nausea ed esigenza di tenere gli occhi chiusi durante un viaggio in macchina? Ma a cosa è dovuto? E cosa possiamo fare per migliorare i lunghi viaggi in macchina?

Mal d’auto: sintomi, cause,  terapia e rimedi naturali per adulti e bambini

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Rimedi naturali
  5. Farmaci 
  6. Approfondimenti

Perché abbiamo il mal d’auto?

Il termine medico per indicare il “mal d’auto” è, in realtà Cinetosi. Infatti, per cinetosi si indicano insieme tutti i sintomi tipici del mal d’auto: quindi vertigini, nausea e vomito. Questi disturbi sono causati da un’ eccessiva stimolazione da parte del movimento del corpo delle strutture presenti nell’orecchio interno; strutture che formano l’apparato vestibolare.

Conosciamo meglio l’Apparato Vestibolare.

Il nostro equilibrio è la risultante dell’azione sinergica di diversi organi e strutture. Intervengono in questo processo il controllo spinale, l’apparato vestibolare, appunto, e l’apparato visivo. Questi tre organi agiscono sotto il controllo del Sistema Nervoso che riceve, da questi, le informazioni dall’ambiente esterno, le elabora e rinvia le adeguate risposte alla periferia.Il sistema vestibolare, nello specifico, è costituito da strutture tra cui diversi recettori che hanno il compito in ogni istante di trasformare lo stimolo “movimento” in posizione del corpo nello spazio.Quindi quest’organo dell’equilibrio, attraverso un meccanismo molto complesso che vede anche la presenza di canali con della linfa:

  • ci da informazioni sulla posizione della testa e del corpo nello spazio,
  • aiuta a coordinare i movimenti sinergici di testa e occhi,
  • aiuta a sistemare la postura in relazione al movimento nello spazio.

E’ facile capire quindi come un malfunzionamento di una struttura qualsiasi di questo apparato possa portare ai disturbi citati sopra.

Se al nostro cervello, arrivano segnali contrastanti si hanno i sintomi tipici del mal d’auto, perché il nostro encefalo riceve informazioni:

  1. dagli occhi,
  2. dai recettori del vestibolo che riguardano l’equilibrio e
  3. da recettori presenti sul nostro corpo grazie ai quali il cervello conosce la posizione del nostro corpo nello spazio.

Se queste tre strutture inviano segnali diversi perché sottoposti a movimenti bruschi il cervello arriva alla conclusione che c’è qualcosa che non va e reagisce creando uno stato di malessere, stimola il centro del vomito che si localizza nel midollo allungato (la parte più in basso del tronco cerebrale) causando così nausea, vomito e spesso pallore e malessere generale.

Esempi tipici di incompatibilità di segnali sono:

  • quando si viaggia in nave, senza vedere però il mare. Cosa succede allora? Il cervello riceve i segnali tipici dell’oscillare delle onde dal vestibolo e dai recettori del nostro corpo ma gli occhi non inviano la conseguente immagine del mare.Il cervello và in confusione e arriva la nausea e in questo caso specifico anche diarrea. Il tutto si può risolvere andando fuori e guardando il mare.
  • Ma ancora quando si viaggia in macchina: ad un certo punto si avverte il bisogno di guardare avanti per coordinare la sensazione di viaggio avvertita dai recettori del vestibolo e da quelli del corpo con l’immagine reale.
  • Neanche la moda dei film in 3D è esente da questo disturbo. In questo caso avviene però il contrario, perché abbiamo un'immagine che non concorda con il movimento. I nostri occhi inviano dei segnali di movimento mentre il nostro corpo è fermo comodo su una poltrona.

Purtroppo va ricordato che nei bambini questo disturbo è amplificato dal fatto che il loro apparato vestibolare non è ben sviluppato. Ecco perché spesso nei luna park i bambini vengono colti da nausea e vomito.

A volte ad aumentare i sintomi interviene anche uno stato d’ansia che li innesca e predispone l’organismo ancor prima di salire in auto allo stato di malessere.

Quali sono le cause della cinetosi?

Da quanto detto fin qui possiamo riassumere dicendo che le cause principali della cinetosi sono due:

  • forte sensibilità dell’apparato vestibolare a sollecitazioni dovute ad accelerazioni o frenate brusche,
  • confusione tra gli input sensoriali, come ad esempio udito e vista rispetto alla posizione del corpo in uno spazio in movimento.

Sintomi tipici del mal d’auto.

I sintomi giungono in realtà a catena: la prima sensazione è quella delle vertigini seguita dalla sensazione di nausea e, a volte, può verificarsi anche il vomito. Successivamente possono sopraggiungere anche:

  • pallore,
  • sudorazione fredda,
  • ipersalivazione,
  • sonnolenza.

In alcune persone possono manifestarsi anche sintomi più gravi quali:

  • debolezza,
  • confusione,
  • svenimento

Rimedi naturali per adulti e bambini contro i sintomi del mal d’auto.

Ma allora cosa fare? Come prepararsi ad affrontare dei viaggi in autoserenamente?

Fitoterapia.

Tra i rimedi consigliati dai fitoterapeuti contro la cinetosi troviamo:

  • Zenzero. Bere delle tisane allo zenzero prima di partire, o mangiare delle caramelle allo zenzero durante il viaggio può alleviare la sensazione di nausea, grazie all’azione di alcuni suoi costituenti fenolici come i gingeroli che agiscono bloccando i recettori del vomito, non facendo arrivare così questo tipo di informazione al cervello.
  • Menta piperita. Gocce di olio essenziale di menta piperita su mezza zolletta di zucchero possono essere d’aiuto. Farla sciogliere in bocca al bisogno, per sfruttare la sua azione miorilassante.
  • Camomilla. Una tisane calda a base di camomilla, se bevuta a piccoli sorsi durante una sosta può alleviare il disturbo “nausea”. Anche questa per la sua capacità di agire sulla muscolatura, rilassandola ed evitando quindi uno stato di contrattura.
  • Zafferano. I principi attivi contenuti nello zafferano possono bloccare il sopraggiungere dei sintomi della nausea. Basta sciogliere un pizzico di zafferano in un bicchiere d’acqua e zuccherare. Si può consumare questa bevanda durante il viaggio. Questo perché negli stimmi dello zafferano, troviamo un precursore della serotonina e della dopamina (neurotrasmettitori che aiutano a rimanere tranquilli), chiamato sufranale, che aiuta ai a ridurre la sensazione di nausea e vomito.

Omeopatia.

Per il mal d’auto la medicina omeopatica utilizza i seguenti rimedi:

  • Cocculus. I principi attivi di questo frutto agiscono direttamente sui nervi dell’apparato vestibolare, citato sopra, agendo con il meccanismo di simile scaccia simile. Per spiegare meglio, il principio attivo d’interesse, la Picrotossina, a dosi elevate esercita un’azione sui nervi vestibolari simili a quelle delle vertigini e della nausea da mezzo di trasporto. Il principio del suo uso omeopatico si basa quindi sul fatto che i due effetti si annullano a vicenda.
  • Nux vomica. Un altro importante frutto riconosciuto dall’omeopatia come rimedio per questi disturbi è la nux vomica, frutto di grande albero cespuglioso appartenente alla famiglia delle lorantacee, presente nelle foreste dell’india e del sud-est asiatico. E’ un frutto piccolo come una bacca dalla buccia dura e contenente un gran numero di semini. Il suo nome significa letteralmente “frutto che provoca il vomito”. Questa bacca è nota, in realtà, come veleno perché contiene stricnina, un alcaloide che già a basse concentrazioni rappresenta una molecola letale. Chiaramente in omeopatia questo elemento viene diluito massivamente fino ad ottenere una soluzione innocua, ma che cura diversi problemi soprattutto a livello digestivo, come appunto nausea, vomito, mal di stomaco e sonnolenza. Agisce sostanzialmente stimolando il sistema nervoso centrale.

Medicina cinese.

Un altro rimedio naturale, secondo la medicina cinese, è il braccialetto antinausea. Il suo meccanismo d’azione si basa sul creare una determinata pressione in un punto ben preciso del polso, là dove risiede il centro del controllo della nausea.

Rimedi farmacologici per non soffrire in macchina.

Tra i rimedi a disposizione i classici farmaci anti mal d’auto sono i più comuni.

I medicinali da portare con sé non sono altro che antistaminici che in farmacia si presentano con diversi nomi commerciali. Esempi sono, per citarne il Travelgum, la Xamamina e il Valontan. Si possono trovare sotto forma di pasticche, gomme da masticare o supposte.

Il loro principale effetto collaterale è la sonnolenza, che può sopraggiungere anche in un arco temporale breve. Inutile dire che per questo sono sconsigliati al guidatore.

Gli stessi farmaci possono essere utilizzati dai bambini chiaramente con posologie differenti rispetto agli adulti.

L’articolo ha uno scopo puramente informativo e non intende sostituire il parere del medico o altro specialista della salute.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori:Dott.sa Federica Fersini (Biologa) - Dott.sa Francesca Vassallo

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Mal d’auto: sintomi, cause, terapia e rimedi naturali per adulti e bambini"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...