Integratori per ingrassare e ricostituenti: quali sono i più efficaci? Tipi e caratteristiche.

Quando possono servire degli integrori ricostituenti per ingrassare? E quali sono le caratteristiche di questi prodotti? Iniziamo col dire che in commercio non esistono veri e propri integratori per ingrassare, ma integratori alimentari e dei ricostituenti che possono aiutare un soggetto a raggiungere il peso ideale in associazione ad un corretto piano alimentare. Sono entrambi efficaci e non ce n'è uno migliore di un altro perchè tutto dipende dal perchè vengono utilizzati, pertanto, per avere un risultato ottimale, è sempre bene rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Integratori per ingrassare e ricostituenti: quali sono i più efficaci? Tipi e caratteristiche

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Quali sono?
  3. Quando utilizzarli?
  4. Ricostituenti naturali
  5. Approfondimenti

Integratori per ingrassare?

Partiamo subito con il dire che il termine integratori per ingrassare è leggermente improprio in quanto, attualmente, non esistono dei prodotti che servano a prendere peso, ad ingrassare velocemente o a far “ingrassare” una specifica parte del corpo, per esempio il seno!

Quello di cui stiamo parlando sono integratori alimentari e ricostituenti che possono giocare un ruolo importante per riportare alla normalità una situazione di carenza dipendente da un disturbo o una patologia, prodotti che comunque per quanto utili non sono miracolosi e andrebbero quindi affiancati ad un buon piano alimentare.

L’utilizzo di integratori ricostituenti, potrebbe essere indicato in caso di disturbi o patologie legate a carenze nutrizionali, ad esempio per errate abitudini alimentari, o problemi quali bulimia o anoressia, ma anche per rimettersi in forza dopo un intervento o una malattia che abbia particolarmente debilitato il soggetto.

Per prendere peso e rimettersi in forze, qualora fosse necessario, è bene rivolgersi ad un esperto in nutrizione che elaborerà una dieta studiata sulle esigenze della persona eventualmente affiancandola con integratori che facilitino la ripresa del peso forma.

Integratori e ricostituenti: le differenze.

Una volta chiarito che la scelta dei prodotti da utilizzare dovrebbe essere attentamente ponderata, e prima di procedere con l'elenco degli integratori che aiutano ad aumentare il peso corporeo, è bene conoscere la differenza che passa tra un integratore alimentare ed un ricostituente, ed il loro diverso ruolo nei confronti dell'aumento di peso:

  • Gli integratori sono sostanze che si assumono quando vi è una carenza di un determinato elemento, carenza a cui non si riesce a sopperire con la normale alimentazione. Sono indicati nei soggetti che vogliono agevolare e talvolta accelerare l'aumento di peso, poichè aumentano il numero di macro e micro nutrienti disponibili che servono per la corretta crescita di cellule e tessuti.

  • I ricostituenti sono sostanze che contengono un insieme di micronutrienti e principi attivi utili quando l'organismo si trova in uno stato di stanchezza, malessere o debilitazione conseguente a diverse cause. Possono essere utili per prendere peso poichè il loro ruolo è quello di ristabilire il benessere generale dell'intero organismo, agevolando l'aumento di peso.

Gli integratori pertanto sono consigliati come coadiuvanti diretti, in quanto integrano e rafforzano il piano alimentare stilato per prendere peso, mentre i ricostituenti possono essere considerati come coadiuvanti indiretti dell'aumento di peso, in quanto agiscono sull'organismo in generale, ripristinandone il benessere e predisponendolo all'aumento di peso.

Opinioni a confronto.

Quando si parla di integratori e ricostituenti vi sono sempre delle opinioni contrastanti e delle polemiche in merito all'utilizzo di tali prodotti. In particolare vi sono delle correnti di pensiero che possiamo qui riassumere:

  • Gli integratori e i ricostituenti sono molto utili per prendere peso e senza il loro utilizzo non si ottiene lo stesso risultato.

  • Gli integratori e i ricostituenti sono totalmente inutili e servono solo a far spendere soldi inutilmente. Tra l'altro fanno anche male.

  • Gli integratori e i ricostituenti possono servire ma non sempre e comunque non da soli.

La verità non è univoca. Questi prodotti possono essere utili in alcuni casi mentre in altri non hanno nessun beneficio o efficacia e, per alcuni soggetti, sono anche controindicati. Molti poi sostengono che questi prodotti non sono altro che uno specchietto per le allodole, creato dalle case produttrici che grazie alla pubblicità ed al marketing li hanno trasformati in vere e proprie fabbriche d’oro, riuscendo a convincerci che abbiamo bisogno di questi prodotti per ritrovare il benessere. Il consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia in modo da stabilire se effettivamente questi prodotti fanno al caso nostro oppure no.

Ma quali sono gli integratori per prendere peso?

Quando ci si rivolge al medico per prendere peso, egli ci può consigliare di assumere degli integratori a completamento del piano alimentare. Il medico valuterà le carenze nutrizionali del soggetto e sceglierà, in base a questo, la tipologia di integratore da assumere.

Per prendere peso in maniera corretta il nostro organismo ha bisogno di macro e micronutrienti nelle giuste quantità. Quando si hanno problemi di carenze alimentari in seguito a patologie o si affrontano periodi di stress a cui conseguono perdite di peso è possibile ristabilire il giusto equilibrio tra questi nutrienti ricorrendo ad integratori di:

  • Vitamine: fondamentali per il corretto funzionamento di tutto l'organismo, delle cellule, del sistema immunitario, della retina e di molti altri organi e apparati, le vitamine si trovano in commercio come integratori di singole vitamine, come complessi multivitaminici, o in associazione con i minerali. Tra le vitamine la vitamina B12 è considerata non soltanto un integratore ma anche un buon ricostituente specialmente in caso di anemia.

  • Minerali: sono micronutrienti molto importanti per il corretto funzionamento delle cellule e delle vie di comunicazione cellulare. Esistono in commercio prodotti a base di un singolo minerale, di due minerali accoppiati (esempio magnesio e potassio, zinco e rame, e così via) o complessi comprendenti tutti i minerali necessari, talvolta associati anche a vitamine. Tra i minerali, il ferro, insieme alla vitamina B12, è considerato anche un ottimo ricostituente in caso di anemia.

  • Acidi grassi essenziali: gli acidi grassi della serie omega 3 e omega 6 possono essere utili per evitare che durante l'aumento di peso aumenti anche il colesterolo, per esempio a causa dell'assunzione di troppi grassi. Sono quindi indicati quando si sta cercando di ingrassare per farlo in maniera corretta, poichè aumentano la quota di colesterolo HDL (quello "buono") e nello stesso tempo aiutano le cellule a costruire e tenere in salute le loro membrane cellulari.

Approfondisci i benefici degli integratori di omega 3.

  • Aminoacidi: sono i "mattoni" con cui si formano le proteine e pertanto possono essere molto utili quando si vuole far aumentare la massa magra fornendo direttamente i precursori proteici. In commercio esistono sotto forma di aminoacidi ramificati, i quali vengono assorbiti e utilizzati più velocemente dal nostro organismo.

  • Proteine: gli integratori di proteine risultano molto utili quando la perdita di peso ha intaccato la massa magra, cioè la massa proteica. In questo caso i muscoli sono i primi a dover essere ricostituiti in modo da prendere peso in modo sano evitando di far crescere solo la massa grassa (il tessuto adiposo) a discapito della massa magra. In commercio esistono sottoforma di proteine del latte, dell'uovo o della soia.

Quando utilizzarli

Quando un soggetto ha necessità di prendere peso in maniera sana ed adeguata questi integratori possono essere considerati un toccasana. In particolare essi trovano il loro impiego in tutti quei casi in cui si è verificata una perdita di peso associata ad una carenza nutrizionale come per esempio:

  • In caso di patologie che hanno determinato un calo ponderale quali tumori, influenze, dissenteria e problemi gastrointestinali.

  • Nel caso in cui si sia avuta una perdita di peso a causa di eventi stressanti come perdita di lavoro, lutti, fine di una relazione o altri eventi stressanti.

  • Nel caso in cui si abbia un aumentato fabbisogno che, se non soddisfatto, porta a perdere peso, come nel caso della gravidanza e dell'allattamento.

  • Nei bambini, nei quali spesso una malattia banale come la febbre, provoca una carenza alimentare dovuta al rifiuto del bambino di mangiare.

  • Negli anziani, in cui patologie legate all'età come la demenza senile

 Ricostituenti naturali ed omeopatici.

Rispetto agli integratori alimentari, i ricostituenti sono meno indicati, se utilizzati da soli, per coloro che vogliono prendere peso e risultano invece utili a garantire uno stato generale di benessere. Questo può indirettamente favorire l'aumento del peso corporeo e pertanto il medico può decidere di prescriverli insieme agli integratori ed al piano alimentare.

I ricostituenti naturali.

Comprendono rimedi ricavati da sostanze naturali e rimedi di natura omeopatica. Tra le sostanze naturali impiegate per realizzare un buon ricostituente che favorisca il ripristino del benessere dell'organismo e l'aumento di peso abbiamo:

  • Pappa reale: viene prodotta dalle api e rappresenta il nutrimento delle api stesse che viene ricavato a partire da una trasformazione del polline. Contiene moltissimi macronutrienti come lipidi, proteine e zuccheri. Inoltre è ricca di aminoacidi essenziali, di vitamine, in particolare vitamine del gruppo B, e di minerali tra cui potassio, zinco, ferro e rame. È storicamente utilizzata come tonico energetico, in grado di favorire la stimolazione del sistema immunitario, ed è particolarmente indicata come ricostituente nei bambini e negli anziani con carenze alimentari. Può essere consumata come prodotto fresco, oppure sottoforma di prodotto liofilizzato.

  • Eleuterococco: particolarmente indicato per contrastare l'astenia e la debolezza conseguenti una perdita di peso, in particolare nelle donne, l'eleuterococco è una pianta simile al ginseng, con proprietà immunomodulanti e preventive nei confronti delle infezioni. Contiene saponosidi come principi attivi che gli conferiscono proprietà toniche, e si utilizza sotto forma di gocce (si consiglia di assumerne circa 50 gocce in poca acqua la mattina a digiuno) o sotto forma di compresse masticabili la cui posologia dipende dal tipo di prodotto.

Puoi approfondire i benefici del ginseng siberiano.

  • Miele: è considerato un ottimo ricostituente grazie al suo contenuto di zuccheri i quali gli conferiscono anche un elevato potere calorico, utile quando si sta cercando di prendere peso. Il miele contiene, oltre agli zuccheri sopracitati, anche moltissimi minerali come potassio, magnesio, ferro, zolfo e calcio e vitamine del gruppo B. Può essere assunto semplice, un paio di cucchiaini al giorno, oppure come dolcificante nelle bevande o spalmato su pane e fette biscottate.

Scopri le molte proprietà benefiche del miele.

  • Alga spirulina: è un ottimo ricostituente in quanto contiene minerali come ferro, vitamine del gruppo B, vitamina C, D, A e vitamina E, proteine e carboidrati, oltre ad acidi grassi essenziali ed aminoacidi essenziali. Grazie al suo contenuto di macro e micro nutrienti è un'ottima alleata specialmente quando la perdita di peso è causata da diete dimagranti troppo rigide. Si trova in commercio sotto forma di compresse o polvere ed il dosaggio è variabile in base al tipo di prodotto.

Approfondisci proprietà e controindicazioni della spirulina.

  • Ginseng: contiene gingerosidi come principi attivi, oltre a moltissimi minerali quali ferro, rame, zolfo, calcio e manganese, e vitamine del gruppo B, in particolare vitamine B1 e B12. Ha proprietà toniche nei confronti dell'organismo ed è pertanto utile quanto c'è bisogno di "tirarsi su". Può quindi essere indicato quando c'è necessità di prendere peso e ristabilirsi dopo un periodo debilitante. Può essere assunto sotto forma di estratto secco con una posologia di 40 - 50 mg al giorno, e se ne consiglia l'assunzione la mattina a digiuno.

Oltre a queste tipologie di ricostituenti esistono anche delle preparazioni omeopatiche che possono aiutare a ristabilire il benessere generale dell'organismo. Tra questi abbiamo:

  • Alfalfa (concentrazione 4 CH, posologia 2 granuli la sera),

  • Kali Phosphoricum (concentrazione 30 CH, posologia 2 granuli durante il giorno),

  • Sulphur e Cocculus (da assumere in un'unica dose ad una concentrazione di 200 CH).

Quando utilizzarli

Come precedentemente accennato i ricostituenti possono giocare un ruolo nell'aumento di peso solo se associati ad una dieta equilibrata e talvolta a degli integratori. Il ricostituente, infatti, "prepara il terreno" favorendo il ritorno ad uno stato di benessere e favorendo quindi l' aumento di peso. In linee generali è consigliato, sempre previo consulto medico, l'utilizzo di ricostituenti in caso di perdita di peso causata da:

  • Influenza: rappresenta una delle principali cause di perdita di peso poichè il soggetto non si alimenta correttamente, specialmente i bambini e gli anziani. Pertanto un ricostituente può tornare utile per aiutare l'aumento di peso.

  • Età: i ricostituenti sono particolarmente indicati nell'età anziana, quando a causa dell'invecchiamento e di possibili patologie concomitanti, l'organismo si trova in uno stato di debilitazione generale che comprende anche una perdita di peso.

  • Periodi stressanti: in caso di periodi di forte stress, cambi di stagione o eventi stressanti improvvisi che portano ad una generale debilitazione dell'organismo è indicato l'utilizzo di un ricostituente.

  • Patologie debilitanti: dopo malattie quali infezioni, tumori, sindromi da malassorbimento, dissenteria, ed in generale dopo tutte quelle patologie che causano un'importante perdita di peso, può essere indicato un ricostituente per velocizzare il ritorno al benessere generale dell'organismo.

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori:Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Integratori per ingrassare e ricostituenti: quali sono i più efficaci? Tipi e caratteristiche"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...