Linfonodi reattivi: cosa sono? Tipi, cause, diagnosi e cura per i linfonodi ingrossati

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

Si definiscono reattivi quei linfonodi che risultano aumentati di volume rispetto alle loro dimensioni fisiologiche. La causa può dipendere da infiammazioni virali, batteriche o addirittura tumori. Ma quali sono le diverse tipologie? Come si diagnosticano? E qual è la cura? Andiamo a scoprirlo...

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Tipologie
  3. Cause
  4. Diagnosi
    1. Quando preoccuparsi?
  5. Cura

Cosa sono i linfonodi reattivi?

Con il termine medico di linfonodi reattivi si indica una condizione parafisiologica o patologica in cui i linfonodi risultano aumentati di volume rispetto alle loro dimensioni fisiologiche che variano da pochi millimetri ad 1 centimetro ed infiammati.

I linfonodi sono dei piccoli organi periferici appartenenti al sistema immunitario, che hanno il ruolo di innescare una reazione immunitaria ogni qual volta si trovano a contatto con un agente estraneo. Per tale motivo si trovano situati in punti ben precisi del corpo, e più precisamente si trovano a livello dei collettori linfatici, ovvero delle zone del sistema linfatico dove svolgono azione di drenaggio dei liquidi dai tessuti.

Quando si è in presenza di una patologia o di un'infezione i linfonodi si ingrossano poiché al loro interno vi è una proliferazione di cellule del sistema immunitario.

Tipi: i diversi linfonodi che possono aumentare di volume.

I linfonodi ingrossati possono essere classificati in base alla zona in cui si trovano oppure in base alla causa che ne ha determinato l'aumento di volume.

In base alla zona distinguiamo linfonodi reattivi:

In base alla causa che ha determinato l'ingrossamento dei linfonodi possiamo avere dei linfonodi reattivi di tipo:

Infine i linfonodi reattivi possono essere definiti benigni, quando la causa che ne ha determinato l'aumento di volume è una patologia di natura non neoplastica, o maligni, quando la causa scatenante è un tumore.

Cause dei linfonodi ingrossati.

I linfonodi diventano reattivi ingrossandosi di volume per diverse cause, solitamente di natura parafisiologica o patologica.

Tra le cause che determinano reattività dei linfonodi possiamo citare:

Puoi approfondire come depilarsi in modo corretto.

Come si effettua la diagnosi?

In alcuni casi la diagnosi di linfonodi reattivi viene fatta attraverso un semplice esame obiettivo che prevede l'osservazione e la palpazione dei linfonodi i quali risultano talmente ingrossati da vedersi ad occhio nudo. È il caso delle patologie infettive quali la mononucleosi e la tonsillite o delle patologie a trasmissione sessuale.

Negli altri casi la diagnosi di linfonodi reattivi viene fatta quasi per caso, scoperta in seguito ad esami diagnostici di imaging che sono stati prescritti per indagare la presenza di una patologia. Possiamo quindi diagnosticare la presenza di linfonodi reattivi nel corso di:

Quando preoccuparsi?

I linfonodi reattivi sono spesso motivo di preoccupazione. Spesso, la causa dei linfonodi reattivi è di natura infiammatoria o infettiva, ma, a volte, essi possono essere la spia di un tumore ed è quindi necessario rivolgersi al medico.

Già attraverso l’ecografia è possibile diagnosticare se le cause dell'ingrossamento dei linfonodi sono benigne e maligne. E’ invece importante approfondire le indagini quando il gonfiore:

In questi casi è opportuno una biopsia linfonodale.

Cure: dipendono dalle cause scatenanti.

Non esiste un vero e proprio rimedio per i linfonodi reattivi poiché la cura è legata alla causa scatenante l'infiammazione che ha determinato la comparsa dei linfonodi ingrossati.

Tra le possibili terapie correlate alle cause possiamo citare:

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Margherita Mazzola
(Specialista in biologia e nutrizione)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.