Allenamento corsa

Spaventato dall’approccio serio alla corsa? Niente paura, di seguito troverai una breve ma molto esplicativa guida all’allenamento per i neofiti di questa pratica sportiva. Attrezzature consigliate, raccomandazioni e consigli utili per praticare uno sport con tranquillità e gradualità.

Praticare la corsa fa bene.

Ormai è riconosciuto e dimostrato da anni che praticare la corsa regolarmente fa molto bene alla salute poichè:

L’approccio alla corsa deve essere graduale e lento, è consigliabile non correre quando si è molto stanchi, si è dormito poco, nei periodi di convalescenza ed anche quando si hanno lievi patologie come mal di gola e raffreddore.

Requisiti fondamentali ed attrezzatura.

Non si può iniziare la corsa dal nulla, è necessario:

La visita medica è obbligatoria perchè dobbiamo avere la sicurezza di non correre rischi operando sforzi troppo intensi.

Per quanto riguarda il sovrappeso, infatti si può correre per dimagrire, nel rispetto di determinate regole. Per i soggetti il cui IMC (indice di massa corporea) è superiore a 25 è consigliato seguire una dieta dimagrante ed iniziare con uno sport molto più leggero come il walking. Questo perchè nei soggetti in sovrappeso è molto alto il rischio di infortunarsi rispetto ai normopeso. Esistono tabelle specifiche per stabilire la distanza più adatta ad ognuno in base al peso ed all’altezza.

Anche l’abbigliamento  ha un ruolo importante poiché è necessario adattarlo alle condizioni climatiche ed alle stagioni:

In generale sono da sconsigliare le tute impermeabili o in nylon, mentre i calzini di cotone possono essere utilizzati anche se i “cool max” sono preferibili per evitare vesciche.

Con il vento le giacche k-way senza maniche evitano il raffreddamento del torace mentre con la pioggia il tessuto più indicato per maglie, giacche e pantaloni è il gore-tex. Anche la scelta delle  scarpe è importante, all’inizio si può correre con normali scarpette da tennis ma poi si dovrà ricorrere a scarpe specifiche per la corsa. Nel caso di percorsi su superfici sconnesse è necessario che la scarpa sia in possesso di un’intersuola per proteggere la pianta dei piedi dai sassi. Per scegliere la scarpa giusta bisogna considerare il proprio ritmo di corsa, il peso corporeo ed il tipo di fondo, anche se il requisito fondamentale resta il sistema ammortizzante che essa presenta.

Alimentazione prima e dopo l’allenamento.

Prima dell’allenamento.

L'alimentazione varia in base all’ora in cui si pratica la corsa, bisogna comunque tener presente che l’ideale sarebbe correre almeno un oretta e mezza dopo il pasto:

Dopo l’allenamento.

Lo sforzo fisico obbliga ad ingerire determinate sostanza successivamente alla corsa per non alterare l’equilibrio fisico:

Tabella di marcia consigliata.

I neofiti non devono  avvicinarsi improvvisamente alla corsa ma  curare l’approccio all’allenamento non sottovalutando l’impegno fisico della corsa. La tabella di marcia seguente propone un allenamento graduale di dieci fasi:

Informazioni Sugli Autori: Questo articolo è stato realizzato dalla Redazione (Informazioni sui Consulenti Scientifici)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP