Lavoro e gravidanza

Il rapporto tra lavoro e gravidanza è un tema di grandissima attualità, risale a pochi giorni infatti la dichiarazione di un ministro donna che ha affermato di non aver nessuna intenzione di mettere in secondo piano i suoi impegni lavorativi durante la gravidanza e di voler ricominciare a lavorare subito dopo il parto.

Lavoro e gravidanza, pareri discordi.

Grandi polemiche e discussioni, mentre da un lato ci sono coloro che ritengono che il modello della madre lavoratrice full time, oltre ad essere una perfetta testimonianza del ruolo che rivestono le donne oggigiorno nella società, è un esempio sicuramente positivo, dall’altro vi sono coloro che ritengono che la gravidanza e la maternità sono peridi della vita di una donna estremamente speciali e delicati e che, soprattutto durante i primi mesi di vita del bambino, richiederebbero l’impegno di mamma full time, mentre il lavoro andrebbe necessariamente accantonare per qualche tempo.

Come conciliare lavoro e gravidanza.

Sono perennemente accesi i riflettori sui problemi che ogni giorno le donne si trovano ad affrontare quando si tratta di dover conciliare lavoro e gravidanza.

Il nostro ordinamento.

Il nostro ordinamento giuridico prevede che vi sia un astensione obbligatoria dal lavoro nei due mesi precedenti il parto e nei tre mesi successivi.

Astensione post partum.

Nel caso in cui il parto si discosti dalla data prevista, il termine dei tre mesi di maternità deve essere rivisto.

Astensione pre partum.

La normativa è stata resa più flessibile anche per quanto riguarda il termine di astensione pre partum. Infatti, se la gestante viene giudicata in buono stato di salute da un medico del servizio sanitario nazionale e svolge un lavoro non particolarmente pesante e stressante da un punto di vista fisico, può decidere di continuare a lavorare anche fino all’ultimo giorno di gravidanza.

Ad ogni modo, è molto difficile poter giudicare il rapporto tra gravidanza e lavoro, senza perdere di vista che molte donne sono costrette a lavorare durante la gravidanza anche se tante volte preferirebbero stare in poltrona a leggere, per cercare di alleviare gli inevitabili fastidiosi e piccoli disturbi tipici della gravidanza.

Informazioni Sugli Autori: Questo articolo è stato realizzato dalla Redazione (Informazioni sui Consulenti Scientifici)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP