Tapioca: proprietà, calorie, ed utilizzi della radice e della farina.

Ricavata da una pianta velenosa, la tapioca è un alimento energetico e nutriente. Sia la radice che la farina di tapioca vengono utilizzate per le loro proprietà benefiche. Scopriamo in dettaglio le calorie, le controindicazioni e gli utilizzi della radice e della farina di tapioca…

Tapioca: proprietà, calorie, ed utilizzi della radice e della farina

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Calorie e valori nutrizionali
  3. Proprietà e benefici
  4. Controindicazioni
  5. Utilizzi
  6. Approfondimenti

Cos'è la Tapioca?

La tapioca è una farina ricca d’amido ricavata dalla radice di una pianta tropicale, ossia la manioca amara (Manihot esculenta) coltivata in Sud America e in Africa. Si tratta di una pianta velenosa che produce acido cianidrico, per cui sono necessari diversi procedimenti di lavorazione per ottenere la parte commestibile della radice ossia la tapioca.

Per ottenere la farina commestibile, infatti, la radice della pianta viene:

  • strizzata per permettere la fuoriuscita del liquido lattiginoso che contiene,
  • ancora lavata e strizzata
  • essiccata.

Una volta essiccate, le radici vengono tritate e setacciate. la polvere ottenuta viene infornata a 100 gradi.

Quella che si ottiene è la tapioca comunemente classificata come cereale ma in realtà non lo è in quanto prodotta da una radice. Tuttavia è molto simile per composizione, consistenza e sapore a molti cereali come la farina di riso, di mais…

Valori nutrizionali e calorie di radice e farina.

Particolarmente ricca di amido, la tapioca è un alimento molto calorico.

Calorie e valori nutrizionali della tapioca

La radice possiede circa 160 kcal per cento grammi apportate principalmente dall’amido. La sua consistenza è molto simile a quella delle patate.

Cento grammi di farina di tapioca, invece, apportano ben 360 kcal ripartite in:

  • carboidrati 94,9 grammi
  • proteine 0,6 grammi
  • grassi 0,2 grammi

Molto simile per composizione ai cereali, la tapioca si distingue da essi per avere un contenuto inferiore di proteine, grassi e fibre.

A causa dei trattamenti subiti durante l’estrazione e la lavorazione della farina dalla radice, la tapioca non contiene vitamine.

Per quanto riguarda i sali minerali, sono presenti solo esigue quantità di potassio, calcio e fosforo.

Proprietà e benefici della farina di Tapioca

Grazie alla sua consistenza e alla sua composizione in nutrienti la farina di tapioca possono apportare diversi benefici all’organismo. Vediamo in dettaglio le proprietà:

  • proprietà nutritive: essendo un alimento ricco di amido e molto calorico, la farina di tapioca è l’ideale per l’alimentazione del neonato ma anche in caso di forte sottopeso. Anche piccole dosi di questa farina apportano un’elevata quantità di energia.
  • Digeribilità: la tapioca, sia sotto forma di radice che di farina, è un alimento semplice, formato cioè sostanzialmente da amido. Questo la rende facilmente digeribile dallo stomaco ma anche facilmente degradabile dall’intestino in quanto contiene pochissime quantità di cellulosa, una fibra insolubile vegetale. Questa caratteristica la rende utile nell’alimentazione in presenza di patologie gastriche e intestinali.
  • Per lo svezzamento: i granuli di amido presenti nella radice della manioca vengono rotti per produrre una polvere molto sottile, questo rende la tapioca una farina con elevata solubilità. Sciolta in acqua, o in altri liquidi, forma composti lisci ed omogenei indicati per lo svezzamento e, comunque, in assenza di dentizione.
  • Per i celiaci: naturalmente priva di glutine, la radice e la farina di tapioca possono essere consumate anche dai celiaci senza alcun rischio.

Puoi approfondire gli altri alimenti per celiaci.

Controindicazioni: quando è meglio non mangiarla.

La tapioca è ricca di amido e calorica, caratteristiche che non si adattano a tutte le condizioni.

Infatti, il consumo di tapioca viene sconsigliato nei seguenti casi:

  • diabete: l’amido, lo stesso zucchero contenuto nelle patate, ha la capacità di innalzare notevolmente la glicemia, ossia il livello di glucosio nel sangue, un fenomeno deleterio per i soggetti diabetici.
  • Sovrappeso: come già descritto la tapioca è un alimento molto calorico e, ovviamente, non è indicato per chi è in sovrappeso o è obeso.

Usi della farina di Tapioca.

Per la sua consistenza e per la capacità che ha l’amido si sciogliersi in acqua formando un gel, la farina di tapioca viene utilizzata per addensare cosmetici, detergenti e colle.

Anche in campo alimentare la tapioca viene utilizzata per addensare creme e budini, per produrre glucosio, o per attivare la fermentazione per la produzione di alcolici.

La radice si trova difficilmente in commercio e viene utilizzata dalle popolazioni africane per la preparazione di svariati piatti.

Viene sbucciata per privarla della dura corteccia e viene cotta per inattivare il veleno.

Di consistenza simile alle patate viene utilizzata per preparare zuppe e minestre.

In commercio, la tapioca si può trovare sotto forma di farina (il prezzo varia dai 3,00 ai 4,00 euro la confezione da 250 grammi), o come granuli, ossia la polvere grezza processata per formare piccole perle di farina di tapioca (costo pari a circa 2,00 euro la confezione da 500 grammi). La farina sottile è la più indicata per lo svezzamento e per la preparazione di creme, mentre quella a granuli conferisce maggiore compattezza e viene utilizzata per la preparazione di budini e di ricette tipiche tailandesi.

Vediamo qualche esempio di come preparare la tapioca:

  • budino di tapioca e latte di cocco: prima di cominciare è necessario mettere in ammollo in acqua le perle di tapioca per circa mezz’ora. Poi si porta a bollore il latte di cocco (circa 440 ml per 60 grammi di tapioca) e si aggiungono semini e baccello di vaniglia per cinque minuti. Si filtra e si dolcifica il latte con zucchero di canna. Volendo si aggiunge un pizzico di cannella. Si versano nel latte i grani di tapioca mescolando fino a quando il liquido viene assorbito. Quindi si versa il tutto in stampi per budino da far raffreddare.
  • Torta di tapioca: i tuorli si battono con il miele, quindi si aggiunge la farina di tapioca, l’olio extravergine d’oliva, il succo e la buccia grattugiata di un limone, lievito per dolci, pinoli e mandorle tritate e gli albumi montati a neve. Si inforna a 180 gradi per 30 minuti.
  • Prime pappe. Due cucchiai di farina di tapioca si stemperano in brodo vegetale caldo. Si aggiunge carne o pesce liofilizzati, un cucchiaino di olio di oliva e si mescola accuratamente.

La tapioca si può aggiungere anche al latte al posto dei biscotti.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Valentina Coviello (Biologa)

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Tapioca: proprietà, calorie, ed utilizzi della radice e della farina"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...