Sapone naturale: come scegliere? Consigli e ricetta per farlo in casa

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Cosa si intende per sapone naturale? Quali sono i benefici di questi prodotti? Scopriamo caratteristiche e composizione di questo sapone, perchè utilizzarlo e come realizzarlo direttamente in casa con la tecnica del fai da te.

    Indice Articolo:
  1. Perchè sceglierlo?
  2. Ricette
    1. Sapone di Aleppo
    2. Sapone liquido
    3. Detersivo stoviglie
    4. Detersivo lavatrice
  3. Consigli

Perchè scegliere il sapone naturale?

Il sapone naturale è tornato di moda negli ultimi anni dato che la tutela dell’ambiente è divenuto un punto nodale dell’attenzione collettiva ed in funzione di ciò anche costumi e comportamenti sono cambiati. Una conseguenza di ciò, avvalorata dalla constatazione che la chimica non sempre risolve i problemi e che spesso si rivela un rimedio peggiore del male, ha condotto al recupero di molti sistemi di produzione con tradizione secolare abbandonati da tempo. In linea con questa tendenza, che rispolvera antichi metodi produttivi realizzabili con il fai da te, vi è quella di creare saponi artigianali naturali per cura del proprio corpo e per l’igiene della casa.

Cosa sono i detergenti ed i detersivi.

I detergenti sono miscele, liquide o in polvere, di sostanze prevalentemente organiche (composti di carbonio con altri elementi essenzialmente: idrogeno, ossigeno ed azoto) che vengono usate per eliminare lo sporco da una qualsiasi superficie.

Volendo essere precisi si usa il termine:

  • detersivo se le superfici da pulire sono dure come possono essere quelle di: stoviglie, igienici, pavimenti, etc.

  • detergente per i prodotti destinati alla pulizia del corpo.

Addentrandoci nel dettaglio tecnico della struttura di un detersivo, si può affermare che essi sono delle macromolecole (complesse molecole ad elevato peso molecolare) che presentano nella loro geometria due distinti gruppi:

  • uno lipofilo (che ha affinità con i grassi e che quindi può scioglierli)

  • uno idrofilo (che ha affinità con l’acqua e che quindi consente al detersivo di passare o mantenersi allo stato liquido).

Questi agiscono sulle particelle dello sporco lo sciolgono diminuendo la sua adesione alla superficie e poi ne agevolano il passaggio nella soluzione acquosa.

Negli anni che hanno seguito l’immediato dopoguerra a causa della continua presa di coscienza dei problemi ambientali, i detergenti chimici sono stati, via via, soppiantati prima da prodotti biodegradabili (i cui componenti complessi vengono degradati in prodotti semplici da batteri presenti nelle fogne) e da prodotti biologici (che contengono enzimi che accelerano le reazioni di abbattimento di proteine, grassi ed amidi presenti nelle macchie).

I saponi naturali, se confezionati con la dovuta perizia, risultano efficienti al pari di quelli industriali ma meno dannosi e per la nostra salute e per quella dell’ambiente, nonché, cosa che non guasta, più economici.

Vediamo quindi come realizzarli da soli o come scegliere tra quelli in commercio.

Ricette per realizzare il sapone naturale in casa.

Fare il sapone in casa non è operazione impossibile, anzi con un po’ di pratica diventa anche abbastanza semplice. Nel seguito passeremo in rassegna un certo numero di ricette di detersivi fatti in casa che si prestano a svariate funzioni. Forniremo per ognuno di essi ricetta ed iter operativo per la realizzazione.

Sapone di Aleppo per l’igiene del corpo e della casa

Il sapone di Aleppo ha origine in Siria e iniziò a diffondersi in Europa con le crociate. Marsiglia ne divenne il più grande centro di produzione.

Approfondisci le proprietà del sapone di Aleppo.

Può essere utilizzato non solo per l’igiene del corpo ma anche per:

Preparazione a caldo

Ingredienti.

Attrezzi.

Kit di sicurezza.

La soda caustica è un composto pericoloso da maneggiarsi. E’ tossico per ingestione ed inalazione pertanto durante la preparazione occorrerà proteggersi con:

  • Guanti in gomma per le mani.

  • Occhiali che ricoprano completamente gli occhi sul tipo delle maschere da subacqueo.

  • Mascherina per filtrare le inalazioni di vapori di idrossido di sodio.

  • Camice per difendere i vestiti da eventuali schizzi corrosivi delle soluzioni.

Iter operativo: preparazione a caldo.

Preparazione a freddo.

La ricetta richiede meno acqua distillata 280 grammi contro i 350 ed una coperta per far raffreddare lentamente il sapone versato negli stampi dove continuerà la reazione di saponificazione.

Sapone liquido.

Il sapone liquido può essere utilizzato come il sapone di Marsiglia solo che è in soluzione.

Ingredienti:

Attrezzi:

Iter operativo.

Detersivi per stoviglie e per bucato fai da te.

Può essere utilizzato sia per lavare piatti e stoviglie a mano che in lavastoviglie.

Nel lavaggio manuale si spalma la crema su una spugnetta e poi si procede al lavaggio. Nel caso di stoviglie e pentole particolarmente unte si può aumentare l’efficacia del prodotto aggiungendo alla spugnetta anche poche gocce di detersivo industriale.

Nel lavaggio in lavastoviglie si utilizzano 2/3 cucchiai del preparato posizionandoli nella vaschetta del detersivo liquido avendo cura di non mescolarlo in maniera con prodotti industriali.

Ingredienti:

Attrezzi:

Iter operativo:

Detersivo per stoviglie. Seconda ricetta.

Il detersivo ottenuto può essere utilizzato in lavastoviglie con le medesime modalità di un detersivo industriale in pasticche.

Ingredienti:

Attrezzi:

Iter operativo.

Ricette detersivo per lavatrice.

E’ un detersivo adatto al bucato in lavatrice per indumenti delicati e non molto sporchi. Va usato con programmi che non superino i 45°C di temperatura. La dose per un lavaggio di 5 kg di biancheria è di 2 cucchiai da minestra colmi (40/45 grammi circa) che vanno posizionati nell’apposita vaschetta del detersivo.

Ingredienti:

Strumenti:

Iter operativo.

Seconda ricetta.

Il preparato è efficace per lavaggio di biancheria sporca e resistente a temperature elevate. Si versano i componenti nell’apposita vaschetta usando un cucchiaio come misurino e poi si avvia un lavaggio a 50/55°C.

Ingredienti :

Come scegliere il sapone naturale in commercio? Consigli.

Comprare il sapone naturale già pronto per l'uso, realizzato in una bottega verde o in un saponificio artigianale (ce ne sono centinaia in giro ormai e poi la maggioranza effettua vendita online) è sicuramente il modo più semplice, tuttavia è bene prestare sempre molta attenzione ad alcuni particolari:

La cosa migliore è comunque leggere sempre le indicazioni sul sapone per potersi orientare sul prodotto più adatto alla propria pelle sia essa delicata, secca o grassa, non mancando di controllare:

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

SALUTE ALIMENTAZIONE FITNESS
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.