Rossetto: quale scegliere e come metterlo. Tipi e colori

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

Come scegliere il rossetto adatto a noi tra i tanti tipi e colori che si trovano in commercio? Ed una volta scelto come applicarlo per ottenere un effetto perfetto che esalti le nostre labbra? Scopriamo quali sono i fattori da tenere in considerazione nella scelta di tipi e tonalità ed i segreti per un make up della labbra perfetto..

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
  2. Caratteristiche e tipologie
  3. Come sceglierlo?
  4. Come si mette?

Cos’é il rossetto e di cosa si compone?

Il rossetto è forse il cosmetico più amato dalla maggior parte delle donne. Chi di noi, infatti, non hai mai provato da piccola i rossetti della mamma? Utilizzato per dare colore alle labbra, ma anche per renderle più morbide e carnose, il rossetto è un elemento indispensabile per un make up completo. Ma quali sono gli ingredienti che lo compongono?

Innanzitutto il rossetto è costituito da una pasta bianca grassosa al cui interno vengono sciolti i pigmenti che ne garantiscono la giusta tonalità. Alla pasta bianca vengono poi aggiunte altre sostanze come:

Le origini: il rossetto dagli Assiro - Babilonesi alle donne del terzo millennio.

Il rossetto ha una storia antica che inizia circa 5000 anni fa in Mesopotamia. In questa terra della Mezzaluna Fertile le donne erano solite tingersi le labbra con una polvere colorata ricavata mediante la frantumazione di gioielli più o meno preziosi.

Di natura povera era invece il rossetto con cui le donne dell’Antico Egitto solevano abbellirsi: si trattava di una mistura ottenuta dalla spremitura di scarabei rossi e formiche.

E’ solo nel 1500 che il rossetto inizia ad essere prodotto con ingredienti che possiamo ritrovare tutt’oggi al suo interno: in questo periodo storico, infatti, esso era ottenuto dalla cera d’api. Dunque questo cosmetico dalle origini antichissime ha percorso tanta strada, tra diverse epoche e formulazioni, per giungere fino a noi ed essere assunto non solo come elemento da cui non si può prescindere per un trucco perfetto, ma anche come oggetto ricco di significati antropologici.

Le caratteristiche dei prodotti per le labbra.

Esistono in commercio diverse tipologie di rossetto che possiamo catalogare per consistenza, durata, resa ed azione benefica.

Consistenza.

Quando si parla di rossetto siamo solite immaginarlo nella sua veste classica: uno stick in plastica, dalla forma cilindrica e dal cuore cremoso.

Le aziende cosmetiche però hanno prodotto anche altri tipi di rossetto:

Durata.

La durata è una caratteristica importante che, il più delle volte, ci spinge a scegliere un tipo di rossetto piuttosto che un altro. C’è, infatti, chi cerca un rossetto che duri per ore e dalle tonalità forti e decise e chi invece preferisce un rossetto più delicato e dalla durata inferiore.

In questa categoria di rossetti distinguiamo quelli:

Come allungare la durata del rossetto.

Ottenere una tenuta più duratura per il vostro rossetto non è impossibile, basta seguire i prossimi passaggi:

  • Effetto emolliente: prima di procedere al trucco, passate sulle labbra del burro di cacao o della crema per il viso, utili ad ammorbidirle e prepararle al trattamento successivo.

  • Il contorno: con una matita, di colore possibilmente identico a quello del rossetto, disegnate il contorno labbra (che aiuta ad evitare le sbavature del rossetto, e ad avere un disegno più preciso), con un pennellino sfumate la matita andando a colorire interamente le labbra.

  • Il rossetto: ora applicate un primo velo di rossetto e tamponate con un fazzoletto sottile; passate poi uno strato più deciso, che sarà quello definitivo;

  • La cipria: con un pennello dalle stole morbide passate un po’ di cipria sulle labbra che fisserà il tutto.

Consigli di stile: quando disegnate il contorno delle labbra con la matita fate attenzione a stare all’interno di esso, specie per il labbro superiore, perché l’effetto volume sarà comunque ottenuto una volta messo il rossetto in crema; un disegno delle labbra che esce fuori dai contorni è poco elegante e può essere sgradevole alla vista.

Resa.

In base alla resa, cioè all’effetto che il rossetto realizza sulle labbra, possiamo distinguere tra:

Make - up per le labbra ad azione curativa.

Oltre ad essere un prodotto di bellezza, il rossetto può rappresentare anche un valido alleato nella cura delle labbra quando queste sono particolarmente soggette a secchezza e screpolatura. Esistono in commercio infatti i cosiddetti rossetti curativi i quali, oltre a colorare le labbra, garantiscono una profonda azione idratante e rigenerativa per la presenza degli oli essenziali, come ad esempio quello di jojoba.

 

I colori.

Una volta individuata la tipologia di rossetto, per fare in modo che la sua applicazione migliori il nostro aspetto anziché peggiorarlo, bisogna seguire alcune semplici regole grazie alle quali sarà possibile individuare la tonalità che più esalta la nostra bellezza.

Se vogliamo sapere quali sono le tonalità di rossetto che meglio si intonano a noi non possiamo esimerci dall’avere una conoscenza, anche se minima, dei colori, ovvero occorre imparare a distinguere i colori freddi da quelli caldi. In questi ultimi rientrano tutte quelle tonalità che vanno dal giallo al marrone scuro (passando quindi per l’arancio e il rosso). Per colori freddi invece si intendono tutti quelli che vanno dal viola glicine al verde smeraldo senza tralasciare il viola acceso e il verde.

Detto ciò va sottolineato che nella scelta dei colori da abbinare per il nostro make-up non vanno mai mescolati un colore caldo e uno freddo a meno che non siano complementari. Per sapere quali sono i colori complementari basta dare uno sguardo al “Cerchio di Itten”, ovvero un cerchio cromatico nel quale sono visibili i risultati delle mescolanze dei vari colori primari e dei loro derivati. Per scoprire quali colori sono complementari tra di loro basta scegliere un colore e vedere qual è quello a lui diametralmente opposto: questi 2 colori sono complementari.

Come scegliere il rossetto: i fattori da considerare per non sbagliare.

Una volta che si conoscono i colori per trovare la giusta tonalità di rossetto si deve prestare attenzione alle nuances di capelli e carnagione, al colore degli occhi, alla forma delle labbra e all’età.

La carnagione.

In linea generale il colore del rossetto deve essere caldo per coloro che hanno la pelle più scura o olivastra, e freddo per quelle che hanno un incarnato più tenue.

Il rossetto rosso.

Un discorso a parte merita il rossetto rosso, che può sembrare eccessivo e volgare se viene applicata sulla bocca una nuance non adatta ai nostri colori: per chi ha un incarnato scuro è bene stendere sulle labbra un rosso più scuro, mentre chi ha la pelle più chiara deve optare per un rosso più chiaro.

I capelli.

Il colore degli occhi.

Puoi approfondire come truccare gli occhi verdi: dall'ombretto al mascara.

Poterebbe anche interessarti il trucco per gli occhi azzurri.

Forma delle labbra.

Per la scelta della tonalità di rossetto un altro fattore da tenere in considerazione, oltre ai colori dell’incarnato e dei capelli, è il tipo di labbra:

Età.

Anche l’età è un indice da considerare quando ci si appresta a scegliere il colore del rossetto:

Consigli per la scelta del rossetto.

  • bisogna provarla sul dorso della mano ma piuttosto su un polpastrello che è sempre leggermente più scuro rispetto al resto della carnagione. Se l’effetto del rossetto sul polpastrello è soddisfacente, lo sarà di certo anche sulle labbra.

  • Per sapere se la tonalità scelta vi si addice, stendetelo sulle labbra e iniziate a fare smorfie e sorrisi davanti allo specchio, così che possiate vedere come il rossetto esalta la vostra espressività. Tenetelo poi per almeno 10 minuti, questo vi permetterà di notare se il rossetto si asciuga troppo e da un effetto tutto grinze sulle labbra.

  • Per migliorare la resa del rossetto, può essere utile neutralizzare il colore delle labbra applicandovi, prima del rossetto, un velo di correttore.

  • Ricordate che i colori freddi o troppo accesi, come il viola o il rosa, possono ingiallire i denti, mentre quelli caldi o troppo scuri possono dare un effetto cadaverico al viso.

  • Per la scelta del colore basatevi anche sulle fasi del giorno: optate per tonalità più tenui per la mattina o il pomeriggio mentre la sera potete sbizzarrirvi quanto vi pare.

  • Ricordate che la scelta del colore del rossetto va fatta anche in base al resto del trucco, quindi se avete un trucco marcato non esagerate con il rossetto e viceversa.

Come metterlo? L’applicazione per labbra perfette.

Non sempre l’applicazione del rossetto risulta essere un’operazione semplice. Molto spesso, infatti, si corre il rischio di incorrere in antiestetiche sbavature che ci rendono più simili ad un pagliaccio che non ad una donna sexy ed accattivante. Di seguito vi indichiamo quali sono le regole da seguire per stendere il rossetto sulle labbra senza alcun intoppo.

Marche e prezzi a confronto.

L’Oreàl Paris

  • Rouge Caresse: si tratta di un rossetto per niente aggressivo grazie alla presenza al suo interno di burro di jojoba e di un olio che lo rende setoso e brillante. E’ delicato come una carezza. Disponibile in diverse nuance che vanno dal rosa al rosso, dal nudo al marrone caffè. prezzo: circa 10 euro

  • Color Riche: si tratta di un rossetto dalla profonda azione idratante in quanto contiene vitamina E e Omega 3. Disponibile in diverse nuance dal “colore ricco” che vanno dalle tonalità aranciate a quelle violacee, al rosso acceso. prezzo: circa 16 euro

Deborah

  • Shine Creator: è un rossetto delicato dall’azione idratante per la presenza di vitamine quali A e E, olio di melograno e Omega 5. Disponibile in diverse tonalità dalla brillantezza di un gloss che vanno dal rosa al rosso, dal viola al marrone. prezzo: circa 11 euro

  • Milano Red: è un rossetto dal colore intenso grazie alla polvere di rubino in esso contenuto. Ha un’azione volumizzante per la presenza dell’acido jaluronico. Le tonalità in cui si presenta sono quelle del rosa, del viola e del marrone. prezzo: circa 11 euro

  • Il Rossetto: è il rossetto più economico della casa Deborah. Contiene vitamina A, C, E e filtri di potrezione solare. Le tonalità disponibili sono quelle del rosa, del viola e del marrone. prezzo: 8 euro

  • Atomic Red Mat: è un rossetto dalla colorazione intensa e dall’effetto opaco. prezzo: 11,70 euro

Avon

  • Perfect Kiss: è un rossetto che rende le labbra idratate e morbide al tatto. Ha un effetto volumizzante. Disponibile in 24 diverse tonalità. prezzo: 13,50 euro

  • Shine Attract: è un rossetto di lunga tenuta che contiene vitamina E per un azione idratante e filtri solari che proteggono dall’azione dannosa dei raggi UVA e UVB. prezzo: 13,50 euro.

 

Come preparare un rossetto fatto in casa.

Preparare un rossetto fatto in casa si può credere sia un impresa impossibile invece è molto semplice e veloce.

  • Acquistate del normale burro di cacao o burro di karitè

  • Prendete un pentolino con dell’acqua da porre sul fuoco e fate sciogliere il burro acquistato a bagnomaria

  • Una volta sciolto aggiungete pigmenti di colore: potrete optare per un ombretto in polvere o per un colorante alimentare in gel

  • Compiuta questa operazione attendete che il burro di cacao di solidifichi nuovamente e il gioco è fatto!

Dunque abbiamo visto nel corso di questa guida come un semplice cosmetico sia in realtà un universo ricco di segreti e di regole da non trascurare. Proprio per questo motivo alcuni consigli e/o suggerimenti possono essere forniti anche da voi … vi attendiamo numerose.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sui Consulenti Scientifici

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.