HIIT: come funziona? Fa dimagrire? Effetti, benefici e controindicazioni dell'allenamento ad alta intensità

L’allenamento con sistema HIIT (High Intensity Interval Training) sembra essere l’ultima frontiera del dimagrimento. Secondo gli studi, e a detta dei professionisti del settore, fa dimagrire più di ogni altro allenamento. Ma come funziona? Quali sono i reali benefici dell’allenamento ad alta intensità? Può avere controindicazioni?

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Vantaggi
  3. Benefici
  4. Controindicazioni

HIIT: cos’è e come funziona?

L’alllenamento “intervallato” ad alta intensità è una variante dell’ Interval Training, un metodo di allenamento già riconosciuto molto efficace nel dimagrimento. La novità consiste nell’aumento dell’intensità media, notevolmente superiore come si intuisce dal nome. La regola di base è alternare periodi brevi di esercizio ad elevata intensità (circa 80-90% della FC max, massima frequenza cardiaca) a periodi di riposo/recupero attivo o di esercizio a più bassa intensità (circa 50-60% di FC max). Lo scopo di questo sistema è quello di alternare l’allenamento aerobico (che sfrutta prevalentemente grassi) a quello anaerobico (che sfrutta prevalentemente carboidrati) cercando di mettere in gioco tutti i sistemi energetici.

Nella pratica: organizzare un High Intensity Interval Training.

Decidiamo in primis come gestire la fase ad alta intensità: abbiamo due possibilità.

Esempio di allenamento HIIT :

ciclette -1 minuto di pedalata a bassa intensità (60% FC max) + 20-30 secondi ad alta intensità (90% FC max).

Il cambio di intensità deve essere rapido e deve ripetersi più volte fino ad arrivare a 15 minuti totali.

Le tempistiche dell’alta intensità possono variare da pochi secondi per i principianti a un minuto anche per i più allenati. Lo sforzo nella fase anaerobica deve essere massimo e costante per tutto il tempo previsto, quindi è ovvio che la fase più intensa non può essere protratta più di un certo tempo.

Approfondisci cos'è la frequenza cardiaca e come si misura.

Esempio di allenamento HIIT :

tapis roulant - 1 minuto di corsetta lenta a bassa intensità (60% FC max) + esercizio con pesi (esempio: squat con bilanciere)

La fase ad alta intensità è in questo caso più complessa da gestire perchè bisogna trovare un carico che assicuri stimolazione anaerobica in 8-10 ripetizioni, quindi nel tempo di 30 secondi o poco più. E’ intuitivo pensare anche che non basterà un esercizio che coinvolge muscoli piccoli quale un banale curl con manubri per bicipiti. Ci vorrà un esercizio più complesso, che coinvolga più muscoli possibili, più grandi possibili e con un peso adeguato; ad esempio squat, rematori con bilanciere, stacchi da terra.

Anche la fase a bassa intensità, che possiamo anche definire di recupero attivo, può essere gestita con esercizi con pesi. Ad esempio proprio il “curl manubri “ per bicipiti può essere eseguito in un sistema che a questo punto utilizza i pesi sia per la fase anaerobica che aerobica. L’ipotesi può essere presa in considerazione solo da atleti avanzati che si allenano con sistema HIIT da molto tempo, in grado quindi di gestire il proprio corpo e le sue reazioni alla perfezione

Puoi approfondire la differenza tra allenamento aerobico ed allenamento anaerobico.

Esempio pratico di un allenamento total body HIIT

Abbiamo visto come ci si allena con l’HIIT, ma perchè scegliere questo tipo di workout?

I vantaggi pratici di questo allenamento.

Prima di analizzare gli effetti sul corpo parliamo di quelli che sono i vantaggi in termini di organizzazione e realizzazione dell’attività, anche questi aspetti, infatti, sono determinanti e possono incidere non poco sulla scelta di farvi provare ad allenarvi con un HIIT.

Nella pratica:

Effetti e benefici dell’alta intensità. Fa dimagrire?

Passiamo adesso ad analizzare gli effetti che questo allenamento produce sull’organismo. Rispondendo alle domande che molti di voi si staranno facendo e quindi: fa dimagrire? Fa aumentare i muscoli, ecc...

I vantaggi di questo sistema rispetto al classico allenamento aerobico (che si basa su intensità medio-basse) sono i seguenti:

Rischi e controindicazioni: tutti ad allenarsi con l’ HIIT?

Come in ogni situazione, bisogna guardarsi bene dall credere che tutti possano fare tutto. Esistono infatti dei fattori di rischio collegati all’attività ad alta intensità:

Occorre avere come sempre buon senso. Farsi preparare un programma da una persona esperta, che lo adegui ai progressi che arriveranno nel tempo, e armarsi di pazienza sono le armi da utilizzare contro ogni forma di rischio per godere a pieno degli eccezionali risultati che l’allenamento HIIT promette di darci.

Impegno e costanza nei workouts, insieme a una sana alimentazione ci daranno ciò che vogliamo: stare in forma nel più breve tempo possibile, e soprattutto mantenerci snelli e sani nel tempo.

Informazioni Sugli Autori: Dottor Antonio Altamura (Laurea in Biotecnologie Mediche - Master in Nutrizione Umana - Personal Coach)-

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP