Farina di ceci: proprietà, valori nutrizionali, calorie e ricetta

Quali sono le proprietà della farina di ceci? Ha più o meno calorie e valori nutrizionali simili a quella di grano? Scopriamo la ricetta di questa farina utilizzata in cucina ma anche per la preparazione di detergenti e altri prodotti per il corpo.

    Indice Articolo:
  1. Cos'è
  2. Calorie e valori nutrizionali
  3. Ricetta
  4. Proprietà terapeutiche
  5. Proprietà estetiche

Cos'è la farina di ceci.

La farina di ceci è una vera e propria farina ottenuta dalla macinazione dei ceci precedentemente essiccati.

Come è ben noto, i ceci sono i semi della pianta Cicer arietinum appartenente alla famiglia delle Leguminose e vengono utilizzati fin dall’antichità.

L'uso della farina ha assunto il ruolo di protagonista nella nostra alimentazione quotidiana in quanto ricca di proteine vegetali, vitamine e sali minerali che apportano numerosi benefici all'organismo.

Utilizzata soprattutto in cucina, per la preparazione di piatti tipici regionali, scopriremo di seguito l’utilità della farina di ceci ma anche per la preparazione di detergenti e creme per il corpo.

Calorie e valori nutrizionali di questa farina alternativa.

La farina di ceci è un alimento ricchissimo di valori nutrizionali ed in particolare:

100 g di questa farina apportano circa 316 calorie, dove:

I lipidi presenti nella farina di ceci sono comunque dei grassi di elevato valore nutrizionale in quanto sono rappresentati dagli acidi grassi polinsaturi (acido linoleico) indispensabili per la salute dell’apparato cardio-vascolare.

Come spesso accade, sono però i micronutrienti ad apportare la maggior parte dei benefici. Nella farina di ceci sono presenti anche elevati livelli di vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina A e vitamina E, e sali minerali come potassio, il calcio, il fosforo e il magnesio.

Come si ottiene la farina di ceci? Ricetta fai da te.

La della farina di ceci si ricava dai ceci secchi macinati, che vengono sottoposti a raffinazione, per l’eliminazione della crusca, essiccati e macinati (il metodo “a pietra” è quello più antico e produce una farina di maggior pregio).

La pianta dei ceci, originaria del medio oriente, viene coltivata in varie zone della nostra penisola, come la Toscana, l’Umbria e la Liguria, grazie alla resistenza della pianta al clima mediterraneo e alla presenza di terreni relativamente aridi.

La farina di ceci può essere preparata anche a casa, l’importante è che, una volta preparata, sia sempre tenuta in un barattolo ermetico e conservata in un luogo fresco e asciutto per mantenerne inalterate le proprietà, anche se con il passare dei giorni perde l’intensità e l’aroma della farina appena macinata.

La preparazione casalinga è molto semplice, basta avere un buon robot da cucina idoneo per la macinazione di legumi essiccati (facilmente acquistabili nei supermercati o nei mercatini del biologico).

Per preparare una buona farina bisogna:

Le ricette regionali realizzate con la variante della classica farina.

La farina di ceci è un prodotto molto versatile che può essere utilizzato per la creazione di moltissime ricette, sia dolci che salate, e molto utilizzata soprattutto per ricette regionali, tra cui possiamo ricordare:

Farinata Ligure: che come dice il nome, è una ricetta tipica della regione Liguria. Si tratta di una semplice e genuina torta salata, preparata con farina di ceci e condita con olio, sale e pepe.

Panissa: anche questa ricetta è tipica dalla tradizione ligure. Consiste nella preparazione di una torta salata a base di farina di ceci, con una copertura di cipolle.

Panelle Siciliane: è un classico cibo da strada della cucina palermitana, si tratta, infatti, di saporite frittelle di farina di ceci di varie forme, da gustare da sole o in mezzo ad un buon panino.

Cecina Toscana: molto simile alla farinata ligure, si tratta di una sottile torta salata a base di farina di cecicondita con olio e sale.

Al di là delle ricette tipiche regionali, si può utilizzare la farina di ceci per la preparazione di moltissime ricette, in quanto essa può sostituire la farina di frumento o la farina integrale per preparare pastelle e panature e può essere aggiunta ad altre farine per la preparazione casalinga di gnocchi e altri tipi di pasta fresca.

Se usata in minime quantità, è inoltre un ottimo addensante da aggiungere a minestre e vellutate.

Nella cucina vegana viene spesso utilizzata in sostituzione alle uova per la preparazione di torte, biscotti e altri prodotti da forno.

Proprietà benefiche.

Vediamo dunque quali sono i benefici che si possono trarre dall’assunzione di questo poco conosciuto alimento:

Puoi approfondire quali sono gli altri alimenti che possono essere mangiati dai celiaci.

Proprietà cosmetiche: la farina di ceci per la bellezza di pelle e capelli.

Ciò che sorprende è che, a differenza delle altre farine, quella di ceci non trova un utilizzo solamente in ambito culinario. Sempre grazie alle saponine saponine, che hanno la capacità di veicolare molecole idrofile, cioè capaci di catturare acqua e trattenerla su una superficie grassa quale è appunto la pelle, la farina di ceci può essere utilizzata anche per la preparazione di detergenti e altri prodotti per il corpo.

Anche in casa si possono facilmente preparare detergenti e shampoo a base di farina di ceci. Basta mischiare bene la farina con dell’acqua tiepida, mescolando di continuo per evitare la formazione di grumi e a piacere, aggiungere poche gocce di olio essenziale per ottenere la profumazione desiderata.

Questi prodotti vanno preparati sul momento e subito utilizzati per evitarne il deterioramento.

Possono inoltre essere preparare anche maschere per il viso e per il corpo dalle varie funzioni:

Mescolando accuratamente la farina di ceci ad un paio di cucchiai di zucchero di canna e amalgamando il tutto con dell’olio a scelta, si può ottenere un ottimo scrub esfoliante  per la rimozione delle cellule morte e il rinnovamento della cute;

Unendo tali ingredienti si sfrutta il potere detergente della farina di ceci che, grazie alle saponine, assorbe le particelle di grasso e le rimuove dalla cute lasciandola asciutta e detersa, e l’azione meccanica dello zucchero di canna che, sfregando sulla pelle, rimuove le cellule morte.

Un’altra tipologia di crema è invece quella “antietà” che si prepara semplicemente aggiungendo al classico composto di acqua tiepida e farina di ceci un pizzico di curcuma. Si tratta di una ricetta tipica dell’India che promette una pelle ringiovanita e luminosa, grazie alla potente azione antiossidante della curcuma in combinazione con l’azione detergente della farina di ceci.

Informazioni Sugli Autori: Dottoressa Delia Belluccia (Biologa - Nutrizionista) - Dottoressa Iolanda Piccirillo

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP