Eucalipto: proprietà terapeutiche e cosmetiche delle foglie della pianta

Ultimo aggiornamento:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Delia Belluccia
(Specialista in biologia, nutrizione e nutraceutica)

L'eucalipto è una pianta nota per le sue proprietà balsamiche ed antibatteriche. Ma oltre a questi benefici terapeutici, utili ad esempio in caso di tosse e raffreddore, questa pianta ha anche proprietà cosmetiche che la rendono una valida alleata nella lotta a brufoli e cattivi odori. Scopriamo pregi e difetti dell'eucalipto approfondendone anche le eventuali controindicazioni ed effetti collaterali.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Proprietà
  3. Benefici
    1. Raffreddore, bronchite,sinusite
    2. Diabete
    3. Intestino
    4. Cicatrici
    5. Febbre
    6. Dolori reumatici
    7. Brufoli
    8. Cattivi odori
    9. Rilassante
    10. Capelli
    11. Aiuta a dimagrire
  4. Uso, dosaggio e posologia
    1. Ricetta
  5. Controindicazioni ed effetti collaterali
    1. Mal di testa
    2. Nausea
    3. Gravidanza
    4. Farmaci
    5. Pelle
    6. Bambini

Caratteristiche generali dell’eucalipto.

L’eucalipto, il cui nome scientifico è Eucaliptus globulus labil, è una imponente pianta di origine australiana appartenente alla famiglia delle Mtaceae; oggi è coltivata in quasi tutto il territorio mediterraneo, anche se dalle nostre parti può raggiungere un’altezza di 20 m, mentre in Australia, nel suo habitat naturale, ne esistono esemplari alti fino a 150 m.

Le sue virtù sono conosciute fin dai tempi più antichi: la pianta veniva utilizzata per bonificare i terreni paludosi, dato che le sue radici assorbono moltissima acqua, per la fabbricazione della carta, per contrastare le zanzare ed a scopo terapeutico grazie alle proprietà balsamiche e fluidificanti.

Proprietà dei principi attivi.

In campo fitoterapico e farmacologico vengono utilizzate le foglie di eucalipto essiccate che sono ricche di principi attivi:

 

I benefici della pianta australiana.

Le proprietà terapeutiche dell’eucalipto sono davvero tante: vediamo quali sono i suoi usi più comuni:

E’ espettorante e cura tosse, asma e sinusite.

L’eucaliptolo, ossia l’olio essenziale contenuto nelle foglie di eucalipto, grazie alla sua azione fluidificante è molto efficace contro il catarro depositato nei bronchi e nelle vie aeree superiori. Viene somministrato con l’aerosol per curare asma e bronchiti, con suffumigi contro tosse, febbre e sinusite.

Abbassa la glicemia ed è utile nella cura del diabete.

Grazie ai tannini, composti polifenolici contenuti nell'estratto, l'eucalipto diminuisce la concentrazione di zuccheri nel sangue per cui è utilizzato come coadiuvante nella cura del diabete, facendo, però, attenzione alle interazioni con i farmaci (come è spiegato nel capitolo sulle controindicazioni). I polifenoli, infatti, hanno effetto antiossidante, ed inoltre impediscono la digestione delle sostanze amilacee che aumentano i livelli di glucosio nel sangue.

Come antisettico e battericida contrasta le infezioni intestinali.

L’olio essenziale, insieme ai composti polifenolici, agisce contro le infezioni batteriche, in particolar modo del tratto intestinale e urogenitale e contrasta cistiti ed infezioni intestinali.

Favorisce la cicatrizzazione.

L’eucaliptolo, se applicato direttamente sulle ferite (in genere si applica, però, diluito), aiuta a far rimarginare più in fretta il tratto della lesione in quanto, a contatto con l’aria, sprigiona ozono. Viene spesso utilizzato per curare acne e le bolle causate dalla varicella

Abbassa la febbre.

Per molto tempo l’eucalipto è stato utilizzato contro gli stati febbrili, grazie alla sua capacità di abbassare la temperatura corporea, dovuta sia all'aumentata sudorazione che all'azione antibatterica dell’eucaliptolo.

Contrasta reumatismi e nevralgie.

Grazie alle proprietà antinfiammatorie dei polifenoli, l'eucalipto è utile per calmare dolori articolari e reumatismi.

Ma le proprietà dell’eucalipto non si limitano a quelle terapeutiche. Questa pianta, infatti, viene utilizzata anche nel mondo della cosmesi e della cura della persona.

Combatte i brufoli.

Grazie alle proprietà antibatteriche e rinfrescanti dell’olio essenziale, l’eucalipto viene utilizzato per combattere la pelle grassa e la tendenza a sviluppare l’acne.

Agisce contro i cattivi odori.

Il caratteristico aroma fresco e duraturo rende l’eucalipto una base ideale per la produzione di deodoranti e saponi dall'azione refrigerante e dall'odore gradevole che dura nel tempo.

Facilita il rilassamento.

L’olio essenziale di eucalipto viene utilizzato per la preparazione di pediluvi rilassanti, utili per contrastare l’affaticamento dei piedi, oppure, aggiunto ad un bagno caldo ha effetto calmante in quanto stimola le facoltà mentali, aumenta la concentrazione e libera il corpo dalla stanchezza e dal torpore.

Rende morbidi e brillanti i capelli.

Grazie alle proprietà antisettica e antigrasso, l’eucalipto è usato in prodotti di bellezza che rinfrescano e rafforzano la chioma.

Favorisce il dimagrimento.

L’eucalipto, essendo stimolante per il metabolismo, può essere utile durante una dieta ipocalorica; il miele di eucalipto può essere utilizzato per dolcificare gli alimenti al posto dello zucchero.

Puoi approfondire le caratteristiche dei vari tipi di miele.

Come usare le foglie di eucalipto.

Le parti dell’eucalipto normalmente utilizzate sono le foglie colte da piante adulte.

Le foglie, raccolte in primavera e in autunno, vengono fatte essiccare in un luogo asciutto e al riparo dalla luce solare, poi conservate in barattoli di vetro per mantenere inalterate le proprietà e utilizzate nella preparazione di infusi, decotti e preparati per fumenti.

L’olio essenziale, invece, viene ricavato dalla distillazione a vapore delle foglie. Si acquista in farmacia o in erboristeria già pronto. L' eucaliptolo deve essere diluito prima dell’uso su un cucchiaino di miele o in acqua o altri liquidi. Esso può essere utilizzato per uso esterno o interno.

Puoi approfondire cosa sono e come si ottengono gli oli essenziali.

I suffumigi sono indicati per combattere le affezioni alle vie respiratorie (tosse, mal di gola, raffreddore e sinusite) molto efficace risultano i suffumigi con l’olio essenziale di eucalipto. Il procedimento è molto semplice: basta aggiungerne poche gocce ad una bacinella di acqua calda e respirare profondamente i vapori, magari con la testa coperta da un asciugamano per evitare di disperdere le sostanze volatili benefiche.

In alternativa, per combattere affezioni bronchiali, tosse febbre, raffreddore preparare un infuso con un cucchiaio di foglie essiccate di eucalipto, semplicemente versandovi sopra acqua bollente; quindi, lasciare il tutto in infusione circa 10 minuti (preferibilmente coprendo la tazza, per evitare di disperdere le sostanze volatili) e bere quando è ancora caldo; per un effetto maggiore prendere anche più tisane al giorno.

L'unguento per massaggi è utile in caso di tosse e altri problemi respiratori, basta aggiungere 2 gocce di olio essenziale di eucalipto ad un cucchiaio di olio e frizionare la schiena e il petto;

Una ricetta per preparare la grappa all'eucalipto.

Se sei amante dei liquori, te ne proponiamo uno da fare in casa davvero gradevole al palato, dal gusto leggermente amaro, e per di più utile per alleviare le congestioni alle vie respiratorie: la grappa all’eucalipto! Ecco la procedura:

Ingredienti:

Preparazione:

Facilissimo, no? Con poche e semplici mosse la tua grappa all'eucalipto sarà pronta!

L’Eucaliptus globulus labil ha controindicazioni ed effetti collaterali?

Anche l’innocuo eucalipto presenta delle controindicazioni! Inoltre, nonostante la grande quantità di benefici apportati all'organismo, l'eucalipto può causare alcuni effetti collaterali.

Mal di testa.

Le foglie più mature possono provocare attacchi di mal di testa, poiché contengono piperitone e fellandrene, due composti con leggera tossicità;

Gastrite e nausea.

L’eucalipto, assunto in elevate quantità, può provocare disturbi al tratto gastrointestinale, come gastriti, nausee e problemi al fegato a causa dell’azione potenzialmente irritante dell’olio essenziale;

Gravidanza.

L’assunzione dell’eucalipto è assolutamente sconsigliata nelle donne in gravidanza, visto che può provocare problemi al feto e addirittura l’aborto;

Interazione con farmaci.

L’eucalipto può interferire con il metabolismo di alcuni farmaci, ad esempio gli ipoglicemizzanti e i barbiturici, diminuendone l’effetto o peggio aumentandone la tossicità;

Irritazione cutanea.

L’olio essenziale di eucalipto risulta tossico se impiegato per uso interno in elevate quantità; sulla pelle, invece, è meglio tollerato e può causare al massimo qualche lieve irritazione;

Bambini.

A bambini molto piccoli e neonati non vanno applicate preparazioni a base di eucalipto sul viso e vicino ad occhi e naso, in quanto potrebbero causare spasmi ed eccitazione.

E' bene consultare il tuo medico prima di assumere l'eucalipto anche in piccole dosi.

Informazioni Sugli Autori:

Consulente Scientifico:
Dottoressa Delia Belluccia
(Specialista in biologia, nutrizione e nutraceutica)

BLOG WORKOUT SHIRT APP
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.