Crusca di frumento: calorie e valori nutrizionali, benefici e controindicazioni

La crusca di frumento è la parte esterna (chiamata in botanica pericarpo) dei semi del grano, che solitamente viene eliminata durante la produzione della farina e destinata agli animali di allevamento. Oggi si sta portando l'attenzione sui benefici della crusca ed è quindi tornata sulle nostre tavole. Scopriamone proprietà ed i valori nutrizionali e le possibili controindicazioni.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Calorie e valori nutrizionali
  3. Benefici
  4. Controindicazioni
  5. Tipologie
  6. Ricette

Cos’è la crusca di frumento?

La crusca di frumento è il rivestimento esterno dei semi del frumento, ed è un prodotto che, normalmente, quando viene preparata la farina, viene scartato e destinato al consumo da parte degli animali di allevamento. Oggi però ci si è resi conto che la crusca di frumento ha molteplici proprietà che consentono di aumentare lo stato di benessere dell'essere umano e pertanto non viene più considerata uno scarto ma un prezioso alleato per la salute.

Calorie e valori nutrizionali.

Dal punto di vista nutrizionale la crusca di frumento è ricchissima in minerali e in fibre (rispetto ad altri tipi di crusca ne contiene il 40 - 50%) ma contiene altri principi nutritivi molto importanti.

La seguente tabella nutrizionale elenca le calorie, i macro ed i micro nutrienti contenuti in 100 g di crusca:

Proprietà e benefici: a cosa fa bene mangiare la pellicola fibrosa del frumento.

La crusca di frumento è nota per i suoi numerosissimi benefici sulla salute dell'uomo, che si esplicano in particolare nei confronti del tratto gastrointestinale. Tuttavia la sua assunzione presenta anche delle controindicazioni. La crusca di frumento presentai indiscusse proprietà tra esse possiamo citare:

Approfondisci come articolare una dieta ricca di fibre.

Controindicazioni ed effetti collaterali.

Sebbene la crusca abbia numerose proprietà benefiche, in alcuni casi è controindicato assumerla poichè potrebbe causare delle problematiche. In particolare si sconsiglia di assumerla o si consiglia di limitarne il consumo quando:

Ma quanta mangiarne al giorno?

Vediamo adesso delle informazioni pratiche per il consumo di crusca.

Gli esperti raccomandano il consumo quotidiano di crusca, in particolare si consiglia di assumerne dai 2 ai 3 cucchiai al giorno accompagnati da abbondante acqua.

Si consiglia, infatti, di bere molta acqua, almeno 1,5 litri al giorno, quando si assume della crusca per evitare che questa si blocchi nell'intestino causando problemi intestinali.

Ok, di frumento, ma quanti tipi ne esistono?

La crusca di frumento si trova in commercio in diverse forme oppure contenuta in alcuni alimenti. La crusca può essere acquistata in farmacia, erboristeria e nel reparto biologico del supermercato, e si trova solitamente in sacchetti da 500 g (con un prezzo di circa 1 euro) contenenti scaglie di crusca cruda o tostata. In alternativa può essere assunta anche sottoforma di compresse (con un prezzo di circa 3 - 4 euro per 200 compresse), oppure contenuta in alcuni alimenti in particolare:

Idee golose con la crusca di frumento.

Vediamo adesso due ricette, una dolce ed una salata, che prevedono l'utilizzo della crusca e la realizzazione di prodotti adatti per colazione, spuntino o al posto del pane.

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. (Maggiori Informazioni) Se prosegui accetti tale utilizzo.