Pastinaca: proprietà benefici, calorie e valori nutrizionali

Conosci le proprietà della pastinaca? Scopriamole! Analizziamo calorie e valori nutrizionali di questo tubero poco conosciuto ma ricco di benefici.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Calorie e valori nutrizionali
  3. Benefici
  4. Utilizzi
  5. Controindicazioni

Cos'è la pastinaca?

Ebbene si, mai come questa volta la domanda è lecita!

Sono davvero pochi infatti oggi a conoscere la pastinaca sativa ed a sapere che è possibile farne un uso alimentare.

Questa pianta della famiglia delle ombrellifere, con foglie incise e dentate, il fusto erbaceo ed angoloso e con delle radici carnose era invece molto più nota nel passato. Le sue radici venivano infatti utilizzate nella cucina popolare per realizzare svariati piatti.

Ma come si presenta? A prima vista può sembrare una carota, ma al palato è simile alla patata con sapore leggermente più acidulo ed intenso, e con quest’ultima ha in comune i valori nutritivi ed il fatto che non può essere mangiata se non cotta.

Calorie e valori nutrizionali di questo tubero.

Come già detto la pastinaca ha un valore dietetico simile a quello della patata, ma è più ricca di fibre e sali minerali.

100 gr di tubero apportano circa 75 Kcal ed i nutrienti sono cosi distribuiti:

Come tutti i tuberi inoltre contiene una buona quantità di vitamina C e di sali minerali soprattutto magnesio, potassio, fosforo e calcio.

Proprietà benefiche: perchè fa bene mangiarla.

La pastinaca contiene numerosi principi attivi che le conferiscono proprietà benefiche per l’organismo tra cui:

Puoi approfondire i benefici e le controindicazioni della vitamina C.

Grazie a tali principi attivi la pastinaca gode di molteplici proprietà benefiche, le radici ed i semi che sono le parti utilizzate per un utilizzo farmaceutico, servono dunque a contrastare numerose patologie come:

Scopri tutti gli alimenti drenanti per combattere la ritenzione idrica.

Come si usa la pastinaca?

La pastinaca sativa può essere utilizzata in ogni sua parte:

Scavando nell’antica tradizione popolare è possibile trovare molte ricette che prevedono l’utilizzo di questa radice, in particolare la tradizione culinaria del basso Salento è ricca di piatti preparati con la Pastinaca, piatti che nella loro semplicità sono diventati delle vere e proprie rarità culinarie a causa dello scarso utilizzo che se ne fa nella cucina moderna.

Un modo semplice di servire la radice è quello di tagliarla a fette sottili, cospargerle di sale e polvere d’arancia e di metterle nel forno a temperatura minima per circa due ore, lasciando il forno leggermente socchiuso per far uscire l’umidità, in questo modo la pastinaca diventa una versione, dal sapore più intenso e particolare, delle classiche patate fritte.

Dal momento che, visto il suo alto apporto di vitamine e fibre e lo scarso apporto calorico, la pastinaca può tranquillamente essere inserita in qualsiasi tipo di dieta, anche ipocalorica, perchè non provare?

Controindicazioni: attenzione alle allergie.

Nonostante le molteplici proprietà benefiche la pastinaca non è scevra da controindicazioni.

La radice, infatti, può causare allergie e dermatiti proprio per la presenza del falcarinolo cui molti soggetti possono essere allergici.

Informazioni Sugli Autori: Questo articolo è stato realizzato dalla Redazione (Informazioni sui Consulenti Scientifici)

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie (Clicca Quì).
MAGAZINE WORKOUT APP