Dieta disintossicante (detox): dimagrante o per purificare l'organismo

La dieta disintossicante o detox è un regime alimentare volto a favorire l'eliminazione dal nostro organismo di scorie e tossine che si sono accumulate in seguito ad un periodo di eccessi alimentare. Può essere seguita per un periodo che va da un minimo di un giorno ad un massimo di sette giorni. Vediamo come funziona questa dieta e quali sono i benefici per il benessere e la forma fisica.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Benefici
  3. Tipologie
  4. Alimenti da preferire
  5. Alimenti da evitare
  6. Menù di esempio

Che cos’è la dieta detox?

La dieta disintossicante o detox è una delle diete più alla moda che proviene dagli Stati Uniti con la quale si mira a disintossicare l'organismo dagli eccessi alimentari favorendo l'eliminazione di scorie e tossine e ripristinare quindi lo stato di benessere. Viene utilizzata prevalentemente come "rimedio d'urto" da attuare dopo un periodo in cui ci si è un po' lasciati andare con l'alimentazione, come per esempio durante le feste natalizie o dopo le vacanze estive, ma può essere seguita anche prima di questi periodi per affrontarli al meglio ed evitare di sovraccaricare l'organismo e prendere troppi chili. E’ adatta in linea di massima a tutti, anche a coloro che soffrono di celiachia o che sono vegetariani, basta modificare gli alimenti in base alle esigenze del singolo individuo. È poco adatta invece a chi soffre di intolleranza al nichel a meno che non venga stilata da un professionista della nutrizione specializzato nel trattamento di questo tipo di intolleranza.

Approfondisci come si articola la dieta depurativa.

Quali sono i benefici di questo regime alimentare per l’organismo?

Seguire per qualche giorno una dieta disintossicante e depurativa ha numerosi benefici per l'organismo in generale. Nello specifico una dieta detox è utile per:

Le diverse tipologie di dieta disintossicante.

La dieta disintossicante è una tipologia di alimentazione che non può essere seguita per lunghi periodi di tempo poichè porterebbe il soggetto a soffrire di gravi carenze nutrizionali. La durata di tale dieta, che solitamente ha un apporto calorico compreso tra le 1000 e le 1200 kcal, va pertanto da un minimo di un giorno ad un massimo di 5 - 7 giorni. In base a questo possiamo distinguere tre diverse tipologie principali di dieta detox:

Vediamo adesso quali sono gli alimenti che vanno introdotti in una dieta detossificante per garantire gli effetti benefici di tale regime alimentare, e vediamo anche quali alimenti non devono essere assolutamente consumati da chi sta seguendo questa dieta.

Alimenti da preferire.

Nell'ambito di una dieta disintossicante sono da preferire i seguenti alimenti:

Alimenti da evitare.

Per massimizzare l'effetto disintossicante di una dieta detox è necessario evitare di consumare questi alimenti:

Proponiamo adesso alcuni consigli per comporre il proprio menù quotidiano disintossicante, tenendo sempre presente che tale regime alimentare non va seguito per più di 3 - 4 giorni, arrivando ad un massimo di 7 giorni. Questi menù devono essere presi come consigli e spunti ma è sempre bene evitare di impostare una dieta fai da te, si consiglia pertanto di rivolgersi ad un esperto nel campo della nutrizione.

Menù 1: dieta dei tre giorni.

Proponiamo di seguito un menù giornaliero con delle opzioni da scegliere per seguire una dieta detox della durata di tre giorni. Tale dieta prevede cinque pasti giornalieri suddivisi in tre pasti principali e due spuntini.

Colazione a scelta tra:

Centrifugato di kiwi e mela (da farsi con 1 kiwi ed 1 mela), due gallette di avena, una tazza di te verde.

Due fette di ananas, un bicchiere di latte di riso, due fette biscottate di farro.

Orzo soffiato, un vasetto di yogurt bianco al naturale, una tazza di te verde.

Spuntino di metà mattina e metà pomeriggio a scelta tra:

Frutta fresca, macedonia, spremuta, centrifugato. Vanno bene tutti i tipi di frutta ad eccezione di fichi, banane, datteri, uva, loti. Sono da prediligere frutti quali ananas, anguria, mirtilli, fragole, kiwi.

Un centrifugato di verdure (ad esempio carote e sedano).

Pranzo a scelta tra:

60 g di riso integrale e 200 g di passato di verdure

70 g di mix di cereali (orzo, farro e avena) e legumi a scelta (200 g se in scatola, 30 g peso secco)

60 g di quinoa con pomodoro fresco e cipolla, un contorno di zucchine e melanzane grigliate da condire con olio extravergine di oliva e 2 - 3 gambi di sedano.

Cena a scelta tra:

Hamburger di soia (circa 150 g), tre fette di pane integrale, un contorno di fagiolini, carote e spinaci lessati.

Una porzione di pesce da circa 200 g (preferibilmente pesce azzurro, merluzzo o salmone), un contorno di insalata mista a piacere a cui aggiungere 2 - 3 gambi di sedano e mezzo finocchio, due fette di pane integrale.

120 g di pollo proveniente da allevamento biologico, da cucinarsi ai ferri, a cui aggiungere un contorno di patate lesse a cui aggiungere 2 - 3 cuori di carciofo.

Menù 2: dieta dei sette giorni.

Proponiamo adesso un menù disintossicante settimanale in cui i primi tre giorni vengono eliminati tutti gli alimenti ad esclusione di frutta e verdura, mentre dal quarto giorno in poi la dieta è più completa e simile a quella dei tre giorni.

Giorno 1: consumare durante l'arco della giornata tisane drenanti a base di finocchio, carciofo o tarassaco, te verde, acqua e limone e dolcificare il tutto con dello sciroppo d'acero.

Giorno 2: consumare cinque pasti nell'arco della giornata (colazione, spuntino, pranzo, cena, spuntino) a base di sola frutta a scelta (tranne banane) e verdura a scelta (cruda o cotta o sottoforma di minestrone). Assumere nell'arco della giornata anche tisane drenanti o te verde.

Giorno 3: seguire lo schema del secondo giorno.

Giorno 4: introdurre nei pasti principali (colazione, pranzo e cena) dei cereali integrali come ad esempio avena, farro, orzo, quinoa, riso.

Colazione: frutta e fette biscottate di farro.

Pranzo: orzo con verdure.

Cena: minestrone di verdure e riso integrale.

Durante il giorno assumere sempre le tisane drenanti e per gli spuntini va consumata la frutta.

Giorno 5: si reintroducono le proteine di origine vegetale come quelle dei legumi o degli alimenti a base di soia.

Colazione: latte di soia e fette biscottate di farro.

Spuntino di metà mattina e metà pomeriggio: frutta.

Pranzo: a pranzo riso integrale con legumi e verdure,

Cena: tofu con contorno di verdure.

Giorni 6 E 7: si reintroducono gradualmente le proteine animali, il sesto giorno prediligere pesce e carni bianche e dal settimo giorno in poi vengono reintrodotti tutti gli altri alimenti.

Supervisione: Maria Grazia Cariello Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista) - Dott.sa Francesca Vassallo

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Potremmo fornire i dati ad istituti di analisi e ai social media. (Maggiori Informazioni) Se prosegui accetti tale utilizzo.

VERSIONE_AMP: ON - SUFFISSO_AMP: _AMP