COMPLETO - Vomito: cause, sintomi associati, cure e rimedi naturali

Il vomito non è di per sé una malattia, ma una difesa, messa in atto dal nostro organismo come conseguenza di svariati disturbi. Impariamo a capire quando preoccuparsi, in caso di vomito, e quando invece lasciare solo che il disturbo faccia il suo corso. Analizziamo inoltre i rimedi naturali e farmacologici da usare in caso di vomito persistente.

    Indice Articolo:
  1. Cos'è?
  2. Sintomi associati
  3. Cause
  4. Alimentazione
  5. Farmaci
  6. Rimedi naturali   

Cos'è il vomito?

Il vomito, come tutti sanno, è l'emissione dalla bocca del contenuto gastrico che può essere costituito dal cibo o da altre secrezioni come: acidi gastrici, muco, acqua o contenuto intestinale. In termine tecnico viene detto emesi e si genera a causa dell'apertura del cardias, la valvola che isola lo stomaco dall'esofago, che di solito si apre solo per favorire l'ingresso del cibo. Oltre a ciò si verifica una contrazione peristaltica dei muscoli, nel senso opposto rispetto alla deglutizione, quindi verso l'altro. Normalmente tale episodio non è isolato ma preceduto:

L'emesi è un atto involontario, la contrazione muscolare che lo genera normalmente parte dall'intestino e dal diaframma però a volte l'imput che lo determina si genera in zone diverse:

Sintomi associati all’emesi.

Il vomito è solo l'apice di un malessere che generalmente porta con se altri sintomi come:

Quando e perchè si vomita?

Se il vomito è occasionale, si tratta di una difesa dell'organismo verso qualcosa che potrebbe fargli male, allo stesso modo che la diarrea, il nostro corpo semplicemente espelle le sostanze incriminate. Se dopo un episodio ci si sente meglio: sparisce il malessere e si riprende un colorito sano, non bisogna preoccuparsi.

I casi gravi sono quelli di vomito reiterato per diversi giorni o episodi cronici, non legati a specifiche motivazioni, come: odori sgradevoli, gravidanza o mal d'auto. In questo caso deve scattare il campanello d'allarme e recarsi dal medico, per fare un check up perchè l’emesi, potrebbe essere un sintomo di una patologia più importante, che deve essere trovata e curata. Se questo disturbo è continuativo, infatti, oltre alla massiva perdita di liquidi, che devono essere subito reintegrati, come vedremo in seguito, con i consigli per una dieta corretta, si può incorrere in:

Nei neonati il più delle volte si parla di rigurgito, cioè l'emissione dalla bocca di latte che non è ancora entrato nello stomaco, infatti, in questo caso non si verifica né l'apertura del cardias nè tantomeno l'onda peristaltica ascendente, che favorisce l'eliminazione del contenuto gastrico.

Cause comuni del vomito.

Il vomito si genera per varie cause, analizziamole nello specifico:

Cosa mangiare in caso di vomito?

Quando ci si sente nauseati e disturbati, è sempre meglio mettere in atto preventivamente i rimedi della nonna, che funzionano sempre. In caso di vomito per gli adulti è consigliato fare digiuno, aspettando che il disturbo passi. Non si può invece evitare di bere, meglio assumere liquidi in piccole quantità e costantemente. A volte questo però potrebbe portare ad un aumento della nausea, per evitarla occorre creare la cosiddetta "base" nello stomaco ingerendo qualche alimento secco come: una fetta di pane, dei crackers, biscotti o fette biscottate che, assorbendo i liquidi, eliminando la sensazione di malessere.

I bambini ed i neonati non dovrebbero praticare il digiuno ma continuare a seguire la dieta che fanno, assumendo il latte ed altri alimenti per scongiurare la denutrizione.

Alcuni cibi da mangiare in questi casi, consigliati anche per gli adulti sono:

Sono da bandire, invece i cibi pesanti e grassi, come formaggi stagionati ed insaccati, ma anche le spezie che, molte volte, possono irritare lo stomaco

I rimedi farmacologici per l’emesi.

I rimedi farmacologici devono essere usati solamente in caso di patologie gravi, dovute a malattie, sono essenzialmente degli antagonisti dei recettori che si trovano nei distretti che inducono il vomito, se stimolati. Questi medicinali quindi, impediranno a tali sostanze di legarsi ai loro siti, con vari meccanismi e questo impedirà l'emesi. A seconda del sito d'azione i farmaci si dividono in:

Rimedi naturali per fermare il vomito.

Se il vomito non è grave oppure è quello gravidico, meglio usare rimedi naturali:

Approfondisci le proprietà dello zenzero.

Puoi approfondire i benefici del limone.

Anche l'omeopatia può dare una mano in questo senso, il rimedio da usare è la Nux Vomica, in una diluizione di 5 CH in granuli o gocce, da prendere almeno 5 volte al giorno.

Se anche tu hai dei rimedi casalinghi da usare in caso di vomito, oltre a quelli che sono stati espressi nei vari paragrafi di questo articolo, condividili con i lettori lasciando un commento.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Karen Angelucci (Laurea in chimica e tecnologia farmaceutica)