Valigia per il parto: quando prepararla e cosa mettere. La lista.

Quando preparare la valigia per il parto? Cosa metterci? Soprattutto se non hai seguito un corso pre-parto o se hai qualche dubbio in merito, qui troverai molte indicazioni con una lista di tutte le cose utili per te ed nascituro.

Valigia per il parto: quando prepararla e cosa mettere. La lista

    Indice Articolo:

  1. Quando prepararla
  2. Cosa mettere in valigia
  3. La lista
  4. Approfondimenti

Quando preparare la valigia da portare in ospedale per il parto?

La prima cosa da sapere è che la valigia per il parto va preparata con un po’ di anticipo, circa un mese e mezzo prima della data programmata per il parto. In tanti, infatti, rimangano spaesati quando il bimbo decide di venire al mondo con un po’ di anticipo e sono costretti a fare la valigia all’ultimo momento, colti da ansia e paura! La valigia andrebbe fatta, invece, con tranquillità e serenità, per evitare di dimenticare oggetti importanti, se non essenziali e per evitare di perdere tempo inutile quando tutto dovrebbe essere già pronto per recarsi in ospedale. Dunque meglio preparare con calma e con anticipo la vostra valigia, se sei già fuori dai tempi però non allarmarti, procurati carta e penna e mentre leggi fai subito una lista ed appena finito l’articolo inizia a preparare almeno le cose di prima necessità, poi con calma penserai al resto.

Cosa portare in ospedale: considerazioni preliminari.

Ora sappiamo che sarebbe opportuno iniziare a pensare a cosa portare in ospedale con un certo anticipo, ma cosa dobbiamo portare?

Bisogna pensare a tutto, a se stesse e al bimbo, a ciò che ci può servire prima, durante e dopo il parto!

  • Chiedi sempre all’ospedale in cui ti recherai una lista che possa aiutarti, soprattutto per accertarti che non ci siano esigenze particolari.
  • Considera sempre il mese in cui dovresti partorire. Se il parto sarà in inverno ovviamente avrai bisogno di indumenti più pesanti, mentre se sarà in estate di vestiti molto leggeri, freschi, traspiranti, preferibilmente in cotone.
  • Se è già previsto che affronterai un parto cesareo, stai tranquilla, ciò che serve è uguale per tutte le future mamme!

Non preoccuparti della grandezza della valigia, l’importante è che tu sia serena e sicura di avere a disposizione tutto ciò che potrebbe servirti.

Ci sono oggetti che non devono assolutamente mancare, ma altri che puoi decidere di portare o no in base alle tue esigenze. Eccoti una bella lista a cui attingere!

Non dimenticare la documentazione!

Ricorda di mettere in una tasca della valigia i tuoi documenti personali e tutta la documentazione medica relativa alla gravidanza, anche se hai deciso di partorire in una struttura che conosci e con il tuo ginecologo questi documenti sono sempre fondamentali.

Documenti personali: servono sia all’atto del ricovero che successivamente per il riconoscimento del bambino:

  • Documento di riconoscimento in corso di validità con fotocopia.

  • Tesserino sanitario in corso di validità.

Esami clinici:servono ai medici per avere chiara la condizione di mamma e nascituro, quindi porta con te tutti gli esami fatti durante i mesi di attesa:

  • Analisi del sangue: completi di gruppo sanguigno ed esami immunologici.

  • Analisi delle urine.

  • Ecografie pelviche.

  • Tamponi vaginali/rettali.

  • Elettrocardiogramma.

  • Ulteriori esami particolari o referti medici di visite specialistiche.

Puoi approfondire gli esami necessari da effettuare durante la gravidanza, da quando si decide di concepire al momento del parto.

La lista: cosa mettere in valigia in pratica.

Passiamo ora alla parte pratica e vediamo cosa mettere nella tua borsa, potresti anche scegliere di fare due borse separate, una per te ed una per il bimbo, ma c’è il rischio che al momento di dover andare in ospedale una delle due resti a casa, per cui forse meglio un borsone un po’ più grande, tanto per portarlo ci sono i papà! (sempre che non siano svenuti!). Procediamo per categorie:

Oggetti per la mamma:

Pensa a tutto il tempo in cui starai in ospedale e a tutto ciò che può servirti o comunque farti affrontare al meglio i giorni fuori casa:

Abbigliamento:

  • Vestaglia e pantofole per girare in ospedale.

  • Infradito di plastica e cuffietta per fare la doccia.

  • Calze da usare durante e dopo il parto. Anche se è estate ricorda che molte donne sentono freddo ai piedi durante il parto, quindi porta comunque delle calze di cotone con te. Se invece è inverno, prendi sia quelle in cotone che quelle in lana.

  • 3/4 camicie da notte, preferibilmente di quelle che si aprono sul torace per poter allattare in comodità in qualunque momento.

  • 2-3 reggiseni adatti all’allattamento, di taglia comoda in previsione dell’arrivo del latte.

  • Slip (qualcuno anche monouso).

  • Indumenti, rigorosamente comodi, per rientrare a casa dopo il ricovero.

Oggetti personali:

  • Asciugamani personali per il viso e per il corpo.

  • Saponi o detergenti particolari secondo le tue esigenze personali (viso, corpo, igiene intima).

  • Oggetti personali: spazzolino, dentifricio, spugna, spazzola/pettine, deodorante, elastici/cerchietti per capelli, creme, olio per il corpo, burro di cacao, limetta per le unghie, forbicine, pinzetta, trucchi, fazzolettini, sacchetti per la roba da lavare.

Oggetti utili:

  • Disinfettanti (tipo spray) per pulire water e bidet.

  • Coprywater.

  • Coppette assorbi-latte per tamponare le secrezioni di latte che si possono avere durante il giorno e soprattutto durante e dopo l’allattamento.

  • Crema idratante per il seno che non dia fastidio al bambino.

  • Assorbenti totalmente in cotone da usare dopo il parto per eventuali perdite di sangue.

  • Caricabatterie per il cellulare

  • Monete per i distributori automatici (se sono presenti in ospedale).

Per il “relax”:

  • Se ami ascoltare la musica porta con te un lettore Mp3 che puoi utilizzare in qualunque momento o anche un piccolo stereo che potresti usare durante il parto.

  • Riviste o libri se ami leggere.

  • Fotocamera o videocamera per immortalare quei momenti!

  • Puoi portare chiaramente il Personal Computer, con cui giocare e intrattenerti, guardare le foto, navigare on-line o parlare con amici e parenti prima e dopo il parto, facendo salutare anche il bebè!

Oggetti per il bebè:

Anche per lui dovete pensare a tutte le cose che possono servire sia dentro che fuori l’ospedale:

  • Un cambio al giorno: i bimbi appena nati hanno bisogno di tutine, body e calzini. Ovviamente in base alle stagioni porta indumenti adatti alle temperature esterne, ma compra sempre qualcosa di pesante. Spesso i medici raccomandano di coprire accuratamente i bimbi appena nati e di riscaldarli per non far perdere loro energie. Ricorda sempre che è meglio che gli abitini si aprano sulla schiena o sul torace, in modo tale da non aver bisogno di infilarli e sfilarli dal capo.

  • Pannolini.

  • Una copertina e delle lenzuola in cotone.

  • Pettine personale, spugna e creme anti-irritazioni.

  • 4-5 bavaglini e ciucci.

  • Forbicine o limette adatte a neonati o, in alternativa, guantini protettivi: spesso i bimbi appena nati si graffiano da soli con le unghia!

  • Passeggino (che può essere portato anche successivamente da chi ti accompagnerà a casa).

E’ molto probabile che parte degli oggetti indicati in questa lista non siano in tuo possesso, proprio perchè servono per il parto e sono cose da comprare appositamente per lo stesso. Muoviti quindi con largo anticipo nel reperimento di ciò di cui hai bisogno, evitando di cercare all’ultimo momento oggetti che ti potrebbe venire complicato trovare velocemente.

➔ Ricorda. Come dicevamo chiedi sempre all’ospedale in cui ti recherai ciò che serve, potresti avere bisogno di ulteriori oggetti come tazza, posate, pancera, carta igienica, bibite, snack, bicchieri, fazzolettini, tovaglioli e quant’altro. Potresti invece non necessitare di pannolini, lenzuola e detergenti per il bebè.

➔ In ultimo, pensa anche a chi ti accompagna e a ciò che potrebbe farlo rilassare mentre, con te, attende il momento della nascita!

Supervisione:

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Valigia per il parto: quando prepararla e cosa mettere. La lista"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...