Tisane per rilassarsi

Una guida per riuscire a preparare tisane rilassanti con facilità. Verranno di seguito elencati e descritti i principali tipi e i migliori ingredienti per la preparazione di queste tisane, per poi passare a utili consigli su come e quando degustarle.

Tisane e relax.

Molto spesso ci si trova a convivere con situazioni di stress fisico e psichico che possono condizionare negativamente la qualità della vita, non sempre però è necessario ricorrere a farmaci o terapie mediche. Una valida alternativa ai medicinali infatti si ha nel settore dell’erboristeria, ed in particolare nella preparazione di tisane molto utili per rilassarsi.

Tisane già pronte e tisane fai da te.

Visti gli enormi benefici che questi infusi di erbe hanno sia sul corpo che sulla mente,  oggi sono ormai diffusissime sia in erboristeria che nei supermercati delle tisane già pronte all’uso, che vanno solo diluite nell’acqua. Sebbene la tisana in scatola sia estremamente comoda può essere utile sempre per favorire il rilassamento  decidere di preparare una tisana rilassante fai da te, scegliendo le erbe preferite e mescolandole magari anche adattando un po’ le proporzioni rispetto al gusto che si predilige.

Come procurare le erbe.

Procurarsi le erbe è estremamente semplice basta infatti recarsi in un erboristeria ben fornita, il passaggio successivo poi è quello di preparare le erbe, procedendo con il cosiddetto “sminuzzamento da tisana”; lo sminuzzamento infatti è fondamentale soprattutto per l’estrazione di alcuni principi della foglia.

Quando poi si sta preparando una tisana composta da più erbe è molto importante mescolare le varie foglie in maniera omogenea tra di loro, evitando di mescolare parti diverse di varie foglie, come le parti dure e la parti morbide. Di seguito riporteremo alcune tipologie di tisane per rilassarsi.

Le tisane rilassanti.

Esistono varie tipe di miscele di erbe con proprietà calmanti e rilassanti; se non si è molto esperti oltre a quelle riportate di seguito si può anche chiedere consiglio all’erborista per essere certi di scegliere le erbe giuste, spesso infatti ai principianti possono sfuggire differenze aromatiche o di formato che sono invece determinanti per ottenere una buona tisana.

Tisana 1

Erbe necessarie:

Procedimento:

Sminuzzare per bene le diverse erbe e mescolarle fino ad ottenere un miscuglio omogeneo. Mettere un pentolino con dell’acqua sul fuoco e quando questa arriva ad ebollizione spegnere il fuoco e versare nel pentolino un cucchiaino (dose per una tazza) della miscela, mescolare per qualche secondo e poi lasciare riposare per circa 5 minuti magari coprendo il pentolino con un coperchio. Versare poi la tisana in una tazza filtrandola con un colino. Si otterrà una tisana dalle proprietà estremamente rilassanti.

Tisana 2

Erbe necessarie:

Procedimento:

Versare un cucchiaino di questa miscela in una tazza di acqua già bollente, far riposare per almeno cinque minuti la tisana ottenuta, sempre con la tazza coperta, dopodiché filtrare e poi bere. Questa tisana, oltre a rilassare il sistema nervoso, tende a dare anche un effetto calmante utile  alla conciliazione del sonno.

Tisana 3

Erbe necessarie:

Procedimento:

Versare un cucchiaino in acqua appena giunta ad ebollizione. Lasciare riposare la tisana così ottenuta per circa 6-7 minuti, dopodiché filtrare e poi bere a piccoli sorsi. Questa è una tisana dalle proprietà rilassanti, in particolar modo con proprietà anti-stress.

Come ottimizzare gli effetti della tisana.

Per ottenere al meglio la sensazione benefica di relax che la tisana può dare è opportuno accostare all’assunzione della stessa alcune buone abitudini, come ad esempio evitare l’assunzione di bevande contenenti teina e caffeina, in maniera particolare evitarne l’assunzione nelle ore serali, prima di andare a dormire; evitare di fare attività fisica o attività che richiedono particolare concentrazione, sempre durante le ore serale.

Consigli ed informazioni utili.

Se non si è esperti è importante cercare di rispettare in modo preciso le proporzioni riportate, infatti se non si conoscono bene le proprietà delle diverse erbe cambiando le proporzioni si può creare una tisana inefficace.

Se non si vuole versare la miscela direttamente nell’acqua bollente la si può racchiudere in un tovagliolino di stoffa che poi va chiuso, in modo da non far fuoriuscire il composto, ed immerso nell’acqua bollente.