Tisane digestive: proprietà e ricette a base di erbe.

Quando si soffre di problemi digestivi può essere d'aiuto preparare una tisana a base di erbe che aiutano a migliorare e velocizzare la digestione. Vediamo alcune ricette per scoprire quali sono le erbe migliori e quali invece vanno evitate.

Tisane digestive: proprietà e ricette a base di erbe

    Indice Articolo:

  1. Caratteristiche
  2. Proprietà
  3. Utilizzo
  4. Ricette
  5. Controindicazioni
  6. Approfondimenti

Tisane digestive: caratteristiche.

Le tisane digestive sono un rimedio naturale a base di miscele di erbe poste in infusione in acqua calda che si assumono subito dopo i pasti per favorire la digestione. Possono essere preparate a partire da una sola erba oppure essere costituite da più erbe, ognuna delle quali ha diverse proprietà. Si possono acquistare già pronte al supermercato o affidarsi ad un erborista preparato che, miscelando le varie erbe tra di loro, potrà creare una tisana personalizzata ed adatta alle esigenze di ogni singolo soggetto.

Gli ingredienti delle tisane: le proprietà delle erbe digestive.

Sono tantissime le erbe che presentano proprietà digestive grazie a particolari principi attivi in esse presenti. Tra quelle maggiormente indicate per favorire la digestione possiamo indicare:

  • Menta piperita: la sua azione digestiva è legata all'alto contenuto di mentolo e di altri principi attivi quali sesquiterpeni e monoterpeni. Ha anche azione carminativa e antispasmodica e se ne utilizzano le foglie fresche o essiccate.
  • Salvia: contiene principi amari, salvigenina, tujone, cineolo, triterpeni e acido carnosico che le conferiscono proprietà digestive ed antispasmodiche. Se ne utilizzano le foglie fresche o essiccate.
  • Alloro: è la pianta digestiva per eccellenza utile in caso di indigestione e di pesantezza dopo i pasti. Le sue proprietà sono legate ai principi attivi quali germacranolidi, olio essenziale, acidi vegetali, catechine ed alcaloidi. Se ne utilizzano le foglie essiccate.
  • Zenzero: la radice di zenzero ha molteplici proprietà derivanti dai principi attivi quali gingeroli (composti amari), ed olio essenziale. Ha proprietà digestive, antinausea ed è efficace nel contrastare eruttazioni e bruciore di stomaco. Se ne consuma la radice fresca o essiccata, in pezzi o grattugiata.
  • Ortica: le proprietà digestive derivano da uno dei suoi principi attivi, la cretina, in grado di stimolare la secrezione di succo pancreatico ed inoltre può essere usata in caso di disturbi intestinali come la diarrea grazie alle sue proprietà astringenti legate alla presenza di tannini. Se ne utilizzano le foglie fresche o essiccate.
  • Camomilla: la sua azione calmante, antispasmodica e digestiva è legata ai suoi principi attivi quali terpeni, azulene e bisabololo. Se ne utilizzano i fiori essiccati ed è utile in caso di indigestione, pesantezza di stomaco e digestione difficoltosa.
  • Arancio amaro: ha azione carminativa, digestiva ed antispasmodica grazie al contenuto di terpeni, principi amari, essenza di neroli, limonene e sinefrina. Se ne utilizzano le foglie essiccate o la scorza grattugiata ed essiccata.
  • Genziana: contiene sostanze amare, alcaloide genzianina, genziopicrina, genzianosio, zenzianina ed olosidi ed è utile in caso di cattiva digestione, eruttazioni, e iposecrezione gastrica. Se ne utilizza la radice essiccata.
  • Finocchio: contiene olio essenziale composto da fencone e anetolo, flavonoidi quali isoquercetina ed idrocarburi monoterpenici ed ha proprietà digestive, carminative ed antispasmodiche. Si utilizzano i frutti essiccati.
  • Anice: contiene sesquiterpeni, anetolo, cumarine ed estragolo e si utilizza in caso di meteorismo intestinale, flatulenza, digestione lenta e difficoltosa. Se ne utilizzano i semi.
  • Angelica: si utilizza in caso di crampi addominali, meteorismo e dolori gastrici ed ha azione stimolante sull'apparato digestivo favorendo la digestione. Le sue proprietà sono legate ai principi attivi quali furocumarine come l'angelicina, cumarine quali umbrelliferone e olio essenziale contenente bisabolene e borneolo. Se ne utilizzano semi, foglie e radici essiccate.
  • Liquirizia: i suoi principi attivi sono triterpeni, acido malico, saponine, tannini e glicirrizina, che le conferiscono proprietà lenitive nei confronti delle ulcere gastriche e dei bruciori di stomaco, digestive e lassative. Se ne utilizza la radice.
  • Cannella: se ne utilizza la corteccia a pezzi o in polvere e contiene eugenolo, cinnzelanina e idrocarburi monoterpenici. Ha proprietà carminative e digestive ed è utile anche contro la diarrea.

Quando usarle e che tisana scegliere?

Le tisane che favoriscono la digestione possono essere monoerba o essere costituite da miscele di erbe che conferiscono altre proprietà oltre a quelle digestive.

L’assunzione di queste bevande può essere indicata per il trattamento di diversi problemi digestivi tra cui possiamo citare:

  • Digestione lenta e difficoltosa accompagnata da senso di pesantezza allo stomaco.
  • Dispepsia ed eruttazioni che si accompagnano a reflusso acido e bruciore gastrico (pirosi).
  • Problemi intestinali quali diarrea e flatulenza.
  • Riduzione della secrezione gastrica, ovvero diminuzione della produzione di acido cloridrico nello stomaco con conseguenti difficoltà digestive.
  • Dolore addominale e gastrico.
  • Gonfiore addominale e meteorismo.

Inoltre è possibile associare alle erbe digestive altre tipologie di erbe che presentano altre proprietà e pertanto possiamo avere tisane:

  • Digestive e rilassanti, in cui si associano alle erbe digestive delle piante ad azione calmante quali la camomilla, la melissa o il biancospino.
  • Digestive e carminative, in cui si utilizzano erbe che oltre all'azione digestiva hanno anche la capacità sgonfiante, ovvero di ridurre la formazione di gas intestinali, quali finocchio, zenzero e anice.
  • Digestive e depurative, in cui si utilizzano oltre alle erbe digestive anche piante ad azione depurativa e diuretica come il tarassaco.
  • Digestive e colagoghe, in cui si usano in associazione alle erbe digestive piante ad azione colagoga, che aiutano cioè la secrezione della bile, quali ad esempio curcuma, cardo mariano, e carciofo.

Ricette per prepare tisane digestive fai da te.

Qui di seguito riportiamo alcune ricette di tisane digestive a base di diverse erbe.

Le tisane sono da consumarsi preferibilmente dopo i pasti, con una posologia di una tazza da 2000 - 250 ml.

Tisana zenzero e cannella.

Questa tisana sfrutta i principi attivi e le proprietà della cannella e dello zenzero.Si prepara ponendo in infusione in acqua bollente lo zenzero essiccato in fettine (4 - 5) o in polvere (un cucchiaino) e la cannella in polvere (mezzo cucchiaino) o in radice (2 - 3 pezzetti).Si lascia in infusione per 5 - 10, si filtra e si beve.

Tisana alla salvia.

La si prepara ponendo in infusione 4 - 5 foglie secche di salvia in acqua bollente, si lascia riposare per circa 10 minuti successivamente si filtra e si beve.

Tisana alla liquirizia.

Per questa tisana occorrono 2 - 3 radici di liquirizia da portare a ebollizione in una adeguata quantità di acqua (250 - 500 ml).Si lascia sobbollire il tutto per circa un'ora, successivamente si lascia riposare per una decina di minuti, si filtra, e si beve.

Tisana all'alloro.

E’ una tisana molto semplice da preparare, basta lasciare in infusione in acqua bollente, per 10 minuti circa, 5 - 6 foglie di alloro sminuzzate e tritate grossolanamente.Trascorso il tempo si filtra e si beve.

Tisana alla menta.

La tisana alla menta piperita è molto conosciuta e semplice da preparare. Si porta a ebollizione l'acqua e successivamente si pongono in infusione nell'acqua bollente 2 cucchiaini di foglie di menta essiccate o 5 - 10 foglioline di menta fresca.Si lascia in infusione per una decina di minuti, si filtra e si beve.

Tisana alla genziana.

Per preparare questa tisana occorre un cucchiaino di radice di genziana essiccata da porre in infusione in acqua per 5 - 10 minuti. Successivamente filtrare e bere.

Tisana al finocchio.

Per preparare questa tisana occorrono un paio di cucchiaini di semi di finocchio da lasciare in infusione per 15 - 20 minuti in una tazza di acqua bollente. Successivamente si filtra il tutto e si beve.

Tisana all'anice.

La preparazione della tisana all'anice è simile a quella della tisana al finocchio. Si devono lasciare in infusione per 10 - 15 minuti un cucchiaino di semi di anice in acqua bollente. Successivamente si filtra e si beve.

Le tisane possono essere dolcificate a piacimento con miele o zucchero di canna. Se lo si desidera è possibile aggiungere anche alcune gocce di succo di limone per potenziare l'effetto digestivo.

Controindicazioni.

Sebbene le tisane digestive siano utili per risolvere problemi legati all'apparato gastrointestinale, vi sono alcuni casi in cui non andrebbero utilizzate e dei potenziali effetti collaterali.

Ad esempio:

  • Nel caso di tisane a base di salvia è bene non eccedere con le dosi in quanto alcune sostanze contenute nella salvia (i chetoni) possono dare effetti neurotossici se assunti in elevate dosi.
  • In gravidanza è bene chiedere sempre al proprio ginecologo se è possibile assumere quella determinata pianta perchè molte erbe hanno azione sulla mucosa uterina e possono provocare aborti, mentre altre possono provocare malformazioni fetali.
  • Chi soffre di reflusso gastroesofageo e di ulcera gastrica dovrebbe evitare le tisane a base di menta e di genziana poichè principi attivi in esse contenuti possono peggiorare la sintomatologia.
  • Chi soffre di pressione alta deve evitare le tisane a base di ortica e di liquirizia in quanto i principi attivi contenuti in queste piante possono causare aumenti di pressione.

Ricordiamo comunque che l’articolo ha scopo puramente informativo, è bene quindi consultare sempre un erborista prima di scegliere la tisana giusta.

Supervisore: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Margherita Mazzola (Biologa - Nutrizionista)

COMMENTI


INDICE
Condividi su Facebook
"Tisane digestive: proprietà e ricette a base di erbe"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...