Stitichezza rimedi naturali.

Di seguito una guida sulla stitichezza dalle cause ai rimedi naturali, dai cibi da prediligere a quelli da evitare.

Stitichezza rimedi naturali

Cos'è la stitichezza?

La stitichezza, conosciuta anche come stipsi, è un disturbo dell’intestino che non consente di espellere le feci con facilità ed in maniera regolare. Può essere di due tipi:

  • Primaria,
  • Secondaria.

La stipsi primaria non è dovuta a lesioni organiche, costituisce cioè un disturbo indipendente ed autonomo, mentre la stitichezza secondaria è quella provocata da una patologia organica gastrointestinale o extraintestinale.

Fatta questa premessa,  passiamo ai consigli che interesseranno  i cibi da prediligere e quelli da evitare, il richiamo ad alcune erbe utili contro la stitichezza, due tisane da preparare a casa e l’importanza dell'attività fisica.

Stitichezza e alimentazione.

Senza ombra di dubbio, correggere l’alimentazione costituisce l’arma principale contro la stitichezza. Prima di ogni cosa, cercate di cucinare in modo leggero: evitate le fritture e, di conseguenza, prediligete la cottura al vapore, al forno oppure alla piastra. Non saltate i pasti, masticate bene e lentamente il cibo in modo tale da facilitare la digestione.

Alimenti utili per la stipsi.

Di seguito gli alimenti che risultano  particolarmente utili per combattere la stitichezza:

Fibre  alimentari. Sono fondamentali per contrastare la stitichezza, in quanto favoriscono il transito intestinale. Mangiate, quindi, soprattutto cereali, crusca, pane integrale e sedano.

Yogurt. Gli alimenti ricchi di fermenti lattici, quali lo yogurt ed il latte, se assunti con regolarità ogni giorno possono contribuire notevolmente a ripristinare la flora batterica dell’intestino.

Frutta. Alcuni frutti possono essere utilizzati per combattere la stitichezza, quali:

  • La ciliegia, che ha una funzione diuretica e lassativa.
  • Il fico, se secco va prima tenuto in ammollo per fargli assumere azione lassativa.
  • La mela, che aiuta ad ammorbidire le feci. Consumate una mela almeno una volta al giorno.
  • La prugna, che ha grandi capacità lassative. Consumate questo frutto preferibilmente al mattino, oppure la sera prima di andare a dormire.
  • L’uva, che depura l’organismo. Consumatene almeno 350 grammi  ogni giorno.
  • La pera, se mangiata matura ha effetto lassativo. Mangiate una pera di dimensioni medie dopo la colazione o dopo la cena.
  • L’arancia, che aiuta a far si che si riduca l’accumulo di residui alimentari nel colon. Mangiate una o due arance la sera prima di andare a letto e altrettante al mattino.

Consigli e suggerimenti utili: non sbucciate la frutta, in quanto le fibre sono concentrate soprattutto nella buccia. Questo discorso è valido in particolar modo per le mele e le pere.

Ortaggi. Contro la stitichezza gli ortaggi vanno assunti preferibilmente crudi. Tra quelli più utili ricordiamo:

  • La carota, che rende le feci più facilmente evacuabili in quanto le ammorbidisce.
  • Il porro, che ha un’azione tonificante, diuretica e lassativa.

Alimenti da evitare.

Oltre a seguire tutti i consigli alimentari di cui al punto precedente, è necessario evitare una serie di cibi  se l'obiettivo è quello di contrastare la stitichezza, tra cui: riso, pane, torte, uova, zucchero, biscotti e formaggi.

Liquidi, erbe, tisane e attività fisica contro la stitichezza.

Liquidi.

Contro la stitichezza bisogna assumere molti liquidi, quali acqua, brodo, latte e succo di frutta.

Consigli e suggerimenti utili: è molto utile bere uno o due bicchieri di acqua calda prima di andare a dormire e ripetere la stessa operazione la mattina.

Erbe.

Nelle erboristerie trovate a vostra disposizione una serie di erbe molto utili per combattere la stitichezza, che concorrono a depurare l’organismo e ripristinare la flora batterica.

Le principali erbe: tarassaco, alghe marine, malva, camomilla, fiordaliso, da assumere preferibilmente sotto forma di tisana da bere almeno una volta al giorno.

Di seguito, due esempi di tisane da assumere contro la stitichezza:

Tisana 1

Cosa serve: fate realizzare dall’erborista un composto di 40 grammi di fiori di malva, 15 grammi di radice di frangula, 15 grammi di sommità di camomilla e, infine, 30 grammi di fiori di fiordaliso. Come procedere:

  • Versate un cucchiaio di questo composto in un litro di acqua molto calda.
  • Lasciate bollire per tre minuti.
  • Spegnete il fuoco e lasciate in infusione per un quarto d’ora.
  • Filtrate il tutto e bevete questa tisana lontano dai pasti nel corso dell’intera giornata.

Tisana 2

Cosa serve: semi di finocchio, fiori e foglie di malva e foglie di olivo. Come procedere:

  • Prendete una tazza di acqua bollente nella quale mettete un pizzico di ogni “ingrediente”.
  • Lasciate in infusione per una decina di minuti e coprite la tazza.
  • Filtrate il tutto e bevete due tazze al giorno di questa tisana, lontano dai pasti.

Attività fisica.

Camminare o comunque muoversi, può aiutare a sconfiggere la stitichezza. Si potrà rivelare molto utile compiere una passeggiata di circa mezz'ora al giorno oppure in alternativa dedicarsi ad un’attività sportiva, quale nuoto, corsa, bicicletta, per venti-trenta minuti. La vita sedentaria, difatti, non fa altro che favorire l’atonia delle parenti intestinali.

COMMENTI


SU
Condividi su Facebook
"Stitichezza rimedi naturali"

X

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per riceverne ancora!

Sono già un fan di Benessere360, non mostrare più questo box.

CARICANDO...