Stanchezza mentale.

Stanchezza mentale

La stanchezza mentale è una condizione di malessere del cervello e del sistema nervoso spesso dovuta a situazioni di stress, a un lavoro che ci obbliga a stare fermi davanti allo schermo del computer per ore ed ore, a pranzi fugaci o a condizioni che ci costringono a fare tutte le cose di corsa.

I sintomi della stanchezza mentale.

Iniziamo ad accorgerci di essere stanchi mentalmente, quando:

  • Cominciamo ad accusare vuoti di memoria frequentemente.
  • Non riusciamo a mantenere la concentrazione su un lavoro mentale o fisico che sia.
  • Non riusciamo a studiare memorizzando con precisione le cose, per cui leggiamo ma immediatamente dimentichiamo ciò che abbiamo letto.
  • Parliamo con qualcuno, ma di tanto in tanto perdiamo il filo del discorso e dimentichiamo ciò di cui stavamo parlando.
  • Ci sentiamo senza energia e senza carica.
  • Nonostante il riposo notturno e le ore di sonno, ci sentiamo sempre assonnati, stanchi e appesantiti.

I rimedi.

La sensazione di stanchezza mentale può prevedere numerosi rimedi o comunque accorgimenti che ci aiutano a sentirci più energici e a ritrovare la carica:

  • Bisogna innanzitutto rilassarsi e prendere in maniera serena il nostro compito quotidiano, qualsiasi esso sia, per cui bisogna lavorare con serenità senza troppa ansia da prestazione, studiare con metodo e con pacatezza, magari ponendoci degli obiettivi quotidiani in modo da sentirci ogni giorno soddisfatti del nostro operato.
  • Praticare tanto sano sport. Fare sport, soprattutto sport molto energici come aerobica, calcio, fitness, o spinning aiuta a scaricare tutte le tossine e le energie negative che abbiamo; a scaricare tutto lo stress e la tensione.
  • Avere una sana alimentazione a base di frutta e verdura fresca ricca di antiossidanti come pomodori, uva, kiwi, peperoni, spinaci, broccoli, carni magre e pesce; condire con un filo di olio extravergine d’oliva.
  • Quando si sta davanti al computer, riposare gli occhi e prendersi qualche minuto di pausa sgranchendosi le gambe e facendo qualche passo.
  • Ascoltare buona musica, preferibilmente ritmata, canticchiando da soli o magari se si ha la confidenza giusta in compagnia.
  • Indossare indumenti colorati e allegri, in modo da trasmettere positività agli altri che si rispecchia poi anche su noi stessi.
  • Dormire bene, almeno sette o otto ore a notte cercando di andare a letto più o meno sempre alla stessa ora.
  • Utilizzare piante che contengono principi tonificanti e ricostituenti. Ad esempio può essere molto utile preparasi degli infusi con i seguenti ingredienti: 2 pizzichi di rosmarino;  2 pizzichi di menta piperita; 2 pizzichi di finocchio. Lasciare in infusione per cinque minuti in una tazza di acqua bollente e bere l’infuso ogni sera dopo aver cenato.
  • Dedicare ogni tanto un po’ di tempo alla cura della propria persona, con qualche massaggio rilassante, manicure, pedicure e perché no qualche appuntamento in più dal parrucchiere; e dedicarsi anche più spesso qualche momento di intimità e di coccole con il proprio partner.
  • Utilizzare prodotti a base di ginseng, radice con alte proprietà tonificanti, di aminoacidi, minerali ed oligoelementi.
  • Utilizzare prodotti o medicinali a base di fosforo, ma sempre sotto prescrizione medica.

Se riteniamo che il problema sia abbastanza grave e di una certa importanza, non esitiamo a contattare un psicologo o un neurologo per prendere un appuntamento e raccontargli tutti i nostri sintomi e le nostre preoccupazioni.

Consigli utili.

  • Rilassarsi la sera ascoltando un po’ di musica o leggendo un libro di nostro gradimento o ancora sorseggiare una calda camomilla ci aiuta a trascorrere un sonno e una notte tranquilli, in quanto il sonno disturbato può essere una causa fondamentale scatenante la stanchezza fisica e mentale.
  • Svegliarsi la mattina con anticipo e prendersi tempo per la colazione e la cura personale prima di uscire.




Torna su
Condividi su Google+ Condividi su Facebook

Articoli Popolari: