Semi di pompelmo: proprietà, posologia, benefici e controindicazioni dell'estratto.

Le proprietà dei semi di pompelmo sono oggetto di discussione. Approfondiamo i benefici, la posologia e le controindicazioni dell'estratto per evitare allergie e interazioni con alcuni farmaci.

Semi di pompelmo: proprietà, posologia, benefici e controindicazioni dell'estratto

    Indice Articolo:

  1. Proprietà
    1. Benefici
  2. Posologia
  3. Controindicazioni
  4. Approfondimenti

Proprietà dei Semi di pompelmo.

Il pompelmo, come gli altri componenti della stessa famiglia degli agrumi, è un frutto conosciuto per il contenuto di vitamina C, antiossidanti e fibra. Meno conosciuto per i suoi semi oggetto di curiosità e ricerche da molti anni per le presunte caratteristiche antimicrobiche.

Prodotto naturale o trovata commerciale?

E’ necessario chiarire che, l’estratto dei semi di pompelmo, noto con l’acronimo di GSE (Grapefruit Seed Extract) e prodotto “made in USA”, possiede proprietà antibatteriche, antifungine e antivirali solo in virtù dell’aggiunta di composti chimici utilizzati per il processo di estrazione e di utilizzazione nei prodotti, ma allo stato naturale le attività antimicrobiche sono molto blande!

I conservanti aggiunti chimicamente sono il metil parabene e il triclosano, entrambi consentiti dalla legge per uso topico e per le mucose, ma non da ingerire. Attenzione, dunque a compresse e gocce, non sono naturali come dichiarano, mentre via libera a oli essenziali e cosmetici a base di estratto di semi di pompelmo per uso esterno!

Sai cosa sono i parabeni? approfondisci il loro utilizzo nei cosmetici e negli alimenti.

Proprietà benefiche e curative: quando è utile l’estratto di semi.

Più consono è optare per i prodotti a base di GSE a scopi curativi per uso esterno...

  • contro la candida: Candida albicans è un fungo normalmente ospitato a livello delle mucose genitali e intestinali, ma che in particolari condizioni, come l’indebolimento del sistema immunitario, può comportarsi da patogeno. Nelle infezioni uro-genitali da candida maschile e soprattutto femminile, può essere vantaggioso utilizzare il GSE insieme al normale detergente intimo o per fare lavaggi magari utilizzando anche altre erbe naturali dalle proprietà lenitive e anti- infiammatorie come la calendula e l’aloe vera;
  • contro cistite e infezioni urinarie: la potente azione antimicrobica del GSE, risulta efficace, anche per combattere le infezioni dell’apparato genito-urinario, fra le più comuni la cistite. Lavaggi in loco con GSE combattono efficacemente molti tipi di batteri che causano cistite: Enterococchi, Stafilococchi, Klebsiella, Escherichia coli, ecc..
  • contro l’acne fattori genetici, alimentari, ormonali, possono essere alla base del disturbo che causa una eccessiva produzione di sebo, da parte delle ghiandole, con conseguente infezione generalizzata ed evidente comparsa dei brufoli. Questa condizione è nota come acne. I semi di pompelmo sono efficaci per combattere le antiestetiche manifestazioni dell’acne, non solo per l’azione antimicrobica, ma anche per i benefici per la pelle derivanti dall’azione antiossidante della quercetina e del canferolo;
  • contro le verruche: le verruche possono interessare la pelle, le unghie o le mucose genitali, e possono essere sia di natura virale che fungina. In entrambi i casi il GSE risulta efficace possedendo sia un’azione antivirale che antifungina;
  • contro l’alitosi: l’effetto antimicrobico ad ampio spettro si è dimostrato utile anche per combattere l’alitosi causata dalla presenza di placca dentale che non è altro che un insieme di una vasta gamma di batteri che talvolta possono insinuarsi a tal punto da mettere a repentaglio l’integrità gengivale e dentinale. Tuttavia per lavaggi orali non bisogna scegliere un estratto o un olio a base di GSE che contiene triclosano il cui utilizzo è vietato anche per uso orale.

Pompelmo per dimagrire: semi o frutto?

Come già detto, è sconsigliata l’ingestione di estratto di semi di pompelmo, perchè verrebbero ingeriti anche pericolosi additivi chimici. Inoltre, nei semi di pompelmo non ci sono sostanze in grado di attivare il metabolismo o, di far dimagrire in qualsiasi altro modo. Ad avere effetti positivi sulla linea è,invece, la polpa del frutto (piuttosto che il succo), che grazie al contenuto di pectina, una fibra solubile, è in grado di ridurre l’assorbimento di grassi a livello intestinale.

Posologia e dosi: come utilizzare i prodotti a base di semi di pompelmo.

Accantonando compresse e gocce orali, di cui è bene non fare uso, i prodotti a base di estratto di semi di pompelmo sono facilmente reperibili nelle farmacie e parafarmacie, ma anche e soprattutto nelle erboristerie.

L’olio essenziale a base di GSE (costo inferiore a 10 euro), si può usare anche da sciogliere nell’acqua calda quando si vuole fare un bagno per sfruttare l’azione disinfettante del GSE, oppure si possono diluire due gocce in un bicchiere d’acqua per fare i gargarismi, due o tre volte al giorno.

Sono disponibili anche flaconi, alcuni già dotati di cannula, contenenti una lavanda a base di GSE per cistiti e candida, da usare più volte al giorno nella fase acuta o una volta al giorno nella fase successiva (prezzo 20,00 euro confezione da 4 flaconi).

Per l’azione antifungina sono state realizzate anche pomate da spalmare direttamente sulla zona da trattare anche tre volte al giorno.

Ancora, detergenti e creme con GSE, da usare in combinazione, sembrano molto richieste sul mercato nel trattamento dell’acne (da 20,00 a 25,00 euro a prodotto). Il GSE può essere utilizzato per periodi di tempo limitati che vanno da 1 a 4 mesi al massimo in relazione alla risoluzione del problema.

Controindicazioni.

Alcuni studiosi, hanno visto che l’aggiunta di antibatterici e antivirali, nei comuni detergenti e nei saponi non è una buona abitudine. Sembra, infatti, che gli antimicrobici come il GSE possano aumentare il rischio di manifestare allergie di vario tipo nei bambini, un processo che coinvolgerebbe il sistema endocrino e causato ancora una volta dagli additivi chimici.

Inoltre, l’apigenina, presente nei semi, nel frutto e nel succo del pompelmo, interferisce con l’isoforma dell’enzima citocromo P 450 (CYP2C9), che metabolizza gran parte dei farmaci. L’uso concomitante di pompelmo e suoi derivati può rendere l’azione di un farmaco non controllata nell’organismo, per cui è bene no utilizzarlo durante cure con medicinali.

Casi particolari in cui non va utilizzato il GSE.

Il successo del GSE ha spinto all’utilizzo di questo estratto nella formulazione di svariati prodotti come compresse, cosmetici vari, ma il più richiesto è l’olio essenziale in cui l’estratto di semi di pompelmo è molto concentrato. Erroneamente questi prodotti sono stati utilizzati anche per curare gastriti con eziogenesi da ricondursi alla presenza di Helicobacter pilori, tosse e mal di gola dovute ad infezioni delle alte vie respiratorie e infezioni intestinali e meteorismo.

Il GSE, si è dimostrato sicuramente efficace, visto che il suo spettro d’azione è molto ampio (sembra agire efficacemente su più di 800 ceppi microbici), ma il pericolo per la salute, legato all’ingestione degli additivi chimici è altrettanto elevato.

Nel caso di infezioni intestinali, poi, usare GSE è ancora di più deleterio in quanto non distinguendo tra i tipi di batteri annienta anche la flora intestinale naturale: il suo meccanismo d’azione, infatti, consiste nella rottura della membrana cellulare esterna fondamentale per la vita di tutti i microrganismi.

Supervisione: Collaboratori: Dott.ssa Valentina Coviello (Biologa)



Torna all'Indice:
Condividi su Facebook
"Semi di pompelmo: proprietà, posologia, benefici e controindicazioni dell'estratto"