Semi di lino capelli.

Semi di lino capelli

Capelli sfibrati che hanno perso la loro naturale lucentezza? I semi di lino possono rilevarsi un rimedio naturale particolarmente efficace per ridare vita ai vostri capelli, per ammorbidirli e per dare loro un trattamento rinforzante, soprattutto nei periodi estivi, quando l'acqua salata e il sole faranno perdere la vitalità ai vostri capelli.

Cosa sono i semi di lino?

Il lino (Linum usitatissimum) è una pianta erbacea annuale che cresce in maniera spontanea, ma può essere anche coltivata. Produce dei frutti sotto forma di capsule che contengono dei piccoli semi neri o arancioni, in base alla varietà della pianta, ricchi di principi attivi. L'utilizzo della pianta di lino risale ai tempi antichi, infatti è stata una delle prime piante ad essere utilizzata a scopo terapeutico.

Il ruolo dei semi di lino per la salute e la bellezza dei capelli.

I semi di lino sono ricchi di grassi omega 3 e sono molto utili per rivitalizzare i capelli sfibrati e resi secchi a causa dell'esposizione ai raggi solari oppure rovinati dallo smog cittadino, dall'inquinamento, dall'uso frequente, del phon, della piastra, dall'utilizzo di trattamenti cosmetici, come tinture o permanenti. Aiutano ad eliminare l'effetto crespo, limitando anche il fastidioso fenomeno delle doppie punte e rendono il capello più morbido e più lucido in maniera naturale.

Dove acquistare i semi di lino.

I semi di lino si possono trovare in erboristeria in forma naturale, in comuni supermercati, negozi per articoli da parrucchieri o dai parrucchieri stessi, sotto forma di tantissimi prodotti come gocce, shampoo e creme.

Tra tutti questi prodotti quello che risulta più efficace è sicuramente l'olio di semi di lino che potete anche realizzare a casa con una ricetta fai da te, in modo da ottenere un prodotto del tutto naturale ed ecologico, che non causerà quei problemi (come unto, macchie sui vestiti, ecc.) che possono invece provocare i prodotti già confezionati, tra l’altro contenenti spesso ingredienti nocivi.

L’olio di semi di lino fai da te.

L’utilizzo dell’olio di semi di lino realizzato da soli in casa porta con sé una serie di vantaggi. Innanzitutto economici, in quanto con una confezione da 500 grammi di semi di lino, che costa intorno ai tre-quattro euro, si ricavano circa tre litri di olio di semi e una volta prodotto l'olio si può conservare in frigorifero anche fino a 20 giorni oppure si può congelare in dosi monouso e usarle quando occorrono. Si può, infine, personalizzare, dandogli la profumazione che più gradite e lo si può usare quotidianamente ogni mattina per un trattamento giornaliero.

Cosa serve.

Per preparare l’olio di semi di lino non occorrono tantissimi ingredienti. Tutto quello che serve è :

  • un sacchetto di semi di lino che potete acquistare in erboristeria,
  • acqua,
  • un pentolino,
  • un colino.

Cosa fare.

Mettete 500 grammi di semi di lino in ammollo per un'intera notte, per farli ammorbidire.

Il giorno successivo metteteli sul fuoco a fiamma bassa, (non deve bollire!) lasciandoli nella stessa acqua in cui li avete tenuti in ammollo. Girate ogni tanto per evitare che si attacchino alla pentola. Man mano si dovrebbe formare una schiuma bianca in superficie, non è altro che il gel e i nutrienti contenuti all’interno dei semi di lino.

Dopo circa una mezz'ora di cottura, quando il composto sarà diventato abbastanza consistente, toglietelo dal fuoco e filtratelo con un colino, mettendo da parte i semi.

Prima di utilizzare il vostro olio di semi di lino, fate riposare il composto tenendolo in frigo per una settimana circa. Conservatelo in barattoli di vetro o in contenitori di plastica.

Prima di farvi lo shampoo, applicatelo sui vostri capelli asciutti e tenetelo in posa per almeno una mezz'oretta. Mettete qualche goccia sulle punte e massaggiate invece bene la cute.

Consigli utili.

Potete aggiungere al vostro composto un goccio di olio d'oliva, che si rileverà nutritivo per la vostra capigliatura oppure, a fine cottura, si possono mettere degli infusi per rivitalizzare il colore dei vostri capelli. Quindi camomilla per chi ha i capelli chiari o biondi, foglie di castagno per i capelli castani e edera per i capelli mori.

Se volete rendere la vostra lozione più profumata potete aggiungere un paio di gocce di olio essenziale oppure di colonia naturale, che potete trovare in erboristeria o nei negozi di alimentazione biologica.

Cosa fare con i semi? Potete farli germogliare. I germogli di semi di lino si rilevano utilissimi per la cura di affezioni dell'apparato gastroenterico.




Torna su
Condividi su Google+ Condividi su Facebook

Articoli Popolari: