Schiarire i peli: prodotti e controindicazioni per corpo e viso

La schiaritura dei peli è un sistema del tutto indolore per nascondere i peli superflui, senza tagliarli o estirparli, per cui risulta essere un’alternativa valida alla depilazione. Analizziamo i vari prodotti che si possono impiegare per la decolorazione e le possibili controindicazioni.

    Indice Articolo:
  1. Caratteristiche
  2. Prodotti
  3. Controindicazioni

Cosa vuol dire schiarire i peli?

Schiarire i peli significa utilizzare un sistema per mascherare i peli senza tagliarli o strapparli, che si basa sull'eliminazione della melanina, responsabile della pigmentazione scura del pelo. Questo metodo, alcune volte, può essere più indicato degli altri per nascondere i peli indesiderati, in particolare:

Le zone dove di solito la schiaritura dei peli ha una miglior riuscita sono:

  • viso, in questo sito la pelle è molto sottile e delicata, potrebbe arrossarsi o irritarsi facilmente rimuovendo i peli quindi si preferisce schiarire quelli più scuri in particolare i "baffetti", quelli presenti sul mento e all'attaccatura dei capelli.
  • braccia, soprattutto gli avambracci, se la peluria è rada o costituita da peli sottili;
  • gambe, nelle zone più delicate o nascoste come la parte interna delle cosce.

La durata della schiaritura dipende dalla crescita del pelo; normalmente il trattamento dura anche per 7-9 giorni. Se si applica nei mesi estivi, quando la pelle è scoperta ed esposta al sole, i trattamenti possono essere ulteriormente diradati, in quanto i raggi UV contribuiscono a mantenere i peli di una gradazione chiara, perchè sono molto aggressivi verso la cheratina, sfaldandola.

Quali sono i prodotti per decolorare la peluria di corpo e viso?

I prodotti per decolorare i peli comprendono sostanze chimiche principalmente a base di ossigeno e ammoniaca, o sostanze naturali, come alcuni prodotti alimentari.

Vediamo quali sono nel dettaglio.

Sostanze chimiche schiarenti in commercio.

Nei negozi si trovano facilmente molte sostanze per decolorare i peli, a base prevalentemente chimica. Le più conosciute sono:

Per saperne di più...

Se tali prodotti non sono usati spesso, con il tempo possono perdere la loro efficacia: la crema a base di perossido di idrogeno reagisce lentamente con l'ossigeno atmosferico formando altre molecole e riducendo, in questo modo, la quantità di ossigeno attivo.

Per lo stesso motivo una volta miscelate le due parti è bene utilizzare il composto subito, altrimenti l’effetto potrà non essere massimo. I tempi di posa, in linea di massima sono dai 5 ai 10 minuti, evitando che la crema secchi e sciacquando alla fine abbondantemente sotto acqua corrente.

Sostanze naturali che agiscono come schiarenti.

Oltre ai prodotti in commercio, visti nel paragrafo precedente, esistono anche numerosi rimedi naturali che si possono reperire facilmente in casa, perchè sono di solito prodotti alimentari di consumo quotidiano.

Sicuramente si tratta di sostanze meno irritanti per la pelle, ma comunque efficaci. In questo gruppo possiamo annoverare:

Attenzione!

Bisogna evitare di esporsi al sole dopo aver applicato la sostanza, perché si potrebbero avere effetti collaterali molto gravi a livello della cute, creando macchie o discromie.

E’ importante trattare i peli che si desiderano schiarire con impacchi ripetuti ma di breve durata; il limone si può usare anche insieme alla camomilla in quanto ne coadiuva l'effetto.

Schiarire i peli fa male? Esistono controindicazioni?

La schiaritura dei peli può comportare alcuni effetti collaterali alla pelle, ma questi sono facilmente evitabili se si seguono semplici regole:

Qualora si manifestino effetti collaterali raccomandiamo sempre di consultare il medico!

Dopo aver letto questo articolo la schiaritura dei peli non dovrebbe avere, per voi, più nessun segreto!

Se anche voi usate questo metodo per nascondere i peli superflui, raccontateci quali prodotti avete scelto e i risultati che state ottenendo.

Supervisione: Maria Grazia Cariello - Collaboratori: Dott.sa Karen Angelucci (Laurea in chimica e tecnologia farmaceutica) - Dott.sa Francesca Vassallo